Diamond League: Vallortigara 1,90 a Eugene

28 Maggio 2022

Nell’anteprima della tappa americana, nella notte italiana tra venerdì e sabato, l’azzurra è quinta nell’alto. Ottava Osakue nel disco con 58,60. Ihemeje 16,90 nel triplo a Fayetteville

 

Nell’anteprima del Prefontaine Classic di Eugene, terza tappa della Wanda Diamond League, caratterizzata dall’anticipo di alcuni concorsi inizialmente previsti per il sabato e a forte rischio pioggia, Elena Vallortigara chiude al quinto posto nell’alto saltando la misura di 1,90 alla terza prova, prima di tre errori a 1,93. La prestazione firmata nella notte italiana tra venerdì e sabato è a due centimetri dallo stagionale realizzato dalla saltatrice dei Carabinieri, ad Arezzo, due settimane fa (1,92). Il suo cammino proseguirà con la tappa di Diamond League a Rabat (Marocco) il 5 giugno e con la tappa Continental Gold di Turku (Finlandia) il 14 giugno. Due metri, e migliore prestazione mondiale dell’anno (outdoor), per l’ucraina oro mondiale indoor Yaroslava Mahuchikh che poi tenta anche 2,03 senza fortuna. A 1,93 l’americana Vashti Cunningham e la kazaka Nadezhda Dubovitskaya. Ottavo posto per Daisy Osakue (Fiamme Gialle) nel disco con 58,60 nella gara vinta dalla statunitense campionessa olimpica Valarie Allman (68,35). Niente sei metri, stavolta, per il primatista del mondo dell’asta Armand Duplantis che si accontenta di 5,91 e sbaglia per tre volte 6,07. Risultati di spessore nel mezzofondo: l’etiope Ejgayehu Taye diventa la quinta donna di ogni epoca nei 5000 metri correndo in 14:12.98 e staccando la connazionale primatista del mondo Letesenbet Gidey (14:24.59). È il miglior tempo dell’anno, come pure nei 5000 al maschile per merito di Joshua Cheptegei (Uganda, 12:57.99) e nelle due miglia per Francine Niyonsaba (Burundi, 8:59.08), a soli sei decimi dalla migliore prestazione mondiale. Nella serata italiana, dalle 22, la diretta tv su Sky Sport Arena e dalle 22.30 su Rai 2: in gara i pesisti Zane Weir (Fiamme Gialle) e Nick Ponzio (Athletic Club 96 Alperia) e la mezzofondista Gaia Sabbatini (Fiamme Azzurre) nei 1500 metri [RISULTATI].

IN ARKANSAS - Primato stagionale per Emmanuel Ihemeje che non ha problemi a qualificarsi per la finali Ncaa alle quali si presenterà da campione in carica: l’azzurro neo-arruolato in Aeronautica, con la maglia della University of Oregon, atterra a 16,90 (+0.9) ed è secondo a Fayetteville, in Arkansas. Vittoria per il saltatore dello Zimbabwe Chengetayi Mapaya con 17,07 (+0.1) [RISULTATI].

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate