Davide Re rientra con 46.72 in Svizzera

26 Maggio 2022

Il primatista italiano dei 400 metri è secondo a Langenthal, a tre mesi dall’infortunio al bicipite femorale

 

Prima uscita della stagione all’aperto per Davide Re. Il primatista italiano dei 400 metri ha esordito in Svizzera, a Langenthal, con un secondo posto in 46.72 in un test-allenamento sul giro di pista. Davanti a lui lo svizzero Lionel Spitz con 46.21. L’azzurro delle Fiamme Gialle che dallo scorso autunno si è trasferito proprio nel paese elvetico (a Zurigo) aveva corso soltanto una volta nel 2022, a Magglingen in febbraio, e poi era stato frenato da un problema muscolare prima degli Assoluti indoor. Tornerà in pista la prossima settimana sempre in Svizzera, sabato 4 giugno sulla pista di Zofingen per proiettarsi verso gli appuntamenti più importanti dell’anno, dai Mondiali di Eugene agli Europei di Monaco di Baviera, a titolo individuale e con la staffetta. 

“Se prendiamo il mero dato cronometrico, non è andata bene - le parole dell’azzurro, 44.77 nel 2019 - In termini relativi, però, ci sono buoni punti di partenza per la stagione, considerato che oggi sono tre mesi esatti dall’infortunio al bicipite femorale che mi ha fatto perdere due mesi. Poi, quando ho ricominciato a correre, mi sono fatto male al polpaccio. E ho rimesso le chiodate per la prima volta due settimane fa. Oggi nei primi duecento metri ero in testa, ai 250 ho iniziato a sentire la mancanza di allenamento specifico per i quattrocento e a buttarmi avanti con il busto. Di cattiveria ho retto ma negli ultimi cinquanta sono crollato. Sono ancora indietro con la preparazione ma con il mio coach Flavio Zberg ci siamo detti: qual è il miglior lavoro lattacido se non il 400 fatto in gara? Gareggiare è il modo più veloce per rientrare in forma. Questo era l’obiettivo di oggi”. [RISULTATI]

IN USA - Per il secondo anno consecutivo la giavellottista piemontese Sara Zabarino (Florida State/Acsi Italia Atletica) si qualifica alle finali NCAA di Eugene (8-11 giugno) con un lancio a 52,16 nell’East Preliminary di Bloomington, nell’Indiana, dove Sintayehu Vissa (Ole Miss/Atl. Brugnera Friulintagli) passa il primo round dei 1500 in 4:13.71. [RISULTATI] A Fayetteville, in Arkansas, va avanti anche Laura Pellicoro (Portland/Bracco Atletica), 2:05.29 negli 800 metri: entrambe le mezzofondiste torneranno in pista sabato per i quarti di finale. Non supera il turno invece Nadia Maffo (Fresno State/Atl. Malignani Libertas Udine) nel martello con 62,92. [RISULTATI] Nella Division II di Allendale, in Michigan, settimo posto e record personale a 5,20 dell’astista Matteo Madrassi (Cal Poly Pomona). [RISULTATI] La terza giornata del West Preliminary a Fayetteville nella notte italiana tra venerdì e sabato (ore 1.00) attende in gara nel triplo l’azzurro Emmanuel Ihemeje (Oregon/Aeronautica): basterà entrare nei primi dodici per andare in finale a difendere il titolo all’aperto, dopo aver già confermato quello indoor nello scorso marzo.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate