Consiglio federale, approvato il consuntivo 2021

27 Giugno 2022

Via libera all’unanimità nella riunione di oggi pomeriggio a Roma. Assoluti di Rieti, il presidente Mei: “L’atletica prosegue la corsa nel segno della continuità con il 2021”

 

In apertura del Consiglio federale riunito oggi pomeriggio a Roma, nella sede federale, il presidente della FIDAL Stefano Mei ha sottolineato il buon esito dei Campionati Italiani Assoluti di Rieti dello scorso weekend: “È stata una grande edizione - le parole del presidente Mei - la nostra atletica prosegue la sua ‘corsa’ nel segno della continuità con il 2021, aggiungendo nuovi interpreti e ritrovando alcuni protagonisti”. 

Il Consiglio ha approvato all’unanimità il bilancio consuntivo 2021 con una perdita d’esercizio pari a 36.745 euro, un risultato economico che porta l’assetto patrimoniale della Federazione a un valore di 1.616.781 euro. Il risultato definitivo è stato condizionato da fatti di rilievo intervenuti successivamente all’approvazione dell’ultima variazione al Budget 2021 che aveva evidenziato una perdita di esercizio presunta di 1.266.115 euro con conseguente abbattimento del fondo di dotazione indisponibile per 383.254 euro. In particolare si segnalano i dati consuntivati dei Comitati Regionali che, alla data del 31 dicembre 2021, hanno registrato utili per 424.000 euro; le economie del settore tecnico pari a circa 224.000 euro; il rilascio dei debiti accantonati negli anni per i rinnovi del CCNL del personale federale per 300.068 euro (in data 26 gennaio 2022 è stato infatti sottoscritto il nuovo contratto collettivo nazionale 2018-2021 e Sport e Salute e CONI hanno riconosciuto contributi alla Federazione per gli arretrati contrattuali complessivamente pari a 210.429 euro); i maggiori ricavi e le economie di bilancio manifestatesi nella fase di chiusura dell’esercizio.

L’autofinanziamento passa da 9.354.919 euro a 12.746.968 euro. Il valore della produzione, esclusi i proventi finanziari, passa da 23.752.929 euro a 27.216.027 euro. Approvata anche la prima variazione al Budget 2022.

Il Direttore tecnico e scientifico Antonio La Torre, partendo dai risultati di Rieti, a cominciare dall’1,98 di Elena Vallortigara nell’alto, ha inquadrato la partecipazione azzurra per i prossimi Mondiali di Eugene (15-24 luglio): “Il numero potenziale sarà di 61 atleti - le parole del DT - leggermente inferiore rispetto alla precedente edizione di Doha, perché abbiamo scelto percorsi diversi, e condivisi, per 19 atleti in possesso dello standard o qualificati attraverso il ranking: loro si concentreranno sugli Europei di Monaco di Baviera. È una stagione post-olimpica delicata e complicata, cerchiamo di restare in salute ma alcuni problemi non mancano, per ultimo l’infortunio di Alessandro Sibilio che dovrà saltare i Mondiali. Dobbiamo ricordarci che la stella polare restano le Olimpiadi di Parigi 2024”. 

Approvata la delibera relativa alla contrattualizzazione di professionisti per incrementare le performance della Federazione e supportare il presidente Mei nella realizzazione degli obiettivi programmatici, nell’interesse dell’intero movimento: tra loro, anche gli ex atleti azzurri Francesco Panetta, Stefano Tilli e Antonella Capriotti. Approvata la nomina di Fausto Narducci come direttore responsabile della rivista Atletica edita dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera. Deliberati i componenti del gruppo di lavoro per i criteri di assegnazione dei diritti TV 2022: ne faranno parte il presidente Mei e i consiglieri Alessio Piscini e Oscar Campari.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate