Cinque Mulini: Crippa lotta ed è secondo

15 Gennaio 2023

Nel cross di San Vittore Olona, il campione europeo dei 10.000 superato soltanto dal keniano Rono: un azzurro torna sul podio dopo diciotto anni. Al femminile ancora Kenya con Chebet

 

C’è di nuovo un azzurro sul podio della Cinque Mulini. Applausi per il secondo posto di Yeman Crippa nel leggendario cross di San Vittore Olona (Milano), edizione numero 91, dietro soltanto al keniano Gideon Rono che allunga nell’ultimo dei cinque giri. Ma il campione europeo dei 10.000 riesce a lottare per il successo, mancato di appena sei secondi, e riporta l’Italia nei primi tre al maschile come non accadeva da diciotto anni, da quando Stefano Baldini nel 2005 arrivò terzo. Esulta il pubblico presente, in tribuna e sul suggestivo percorso che attraversa il mulino Meraviglia, anche se l’ultimo trionfo azzurro resta quello di Alberto Cova datato 1986. Un’altra gara convincente per il trentino delle Fiamme Oro dopo essere stato secondo alla BOclassic di San Silvestro, sulle strade di Bolzano, e terzo nell’altra grande classica della campestre, il Campaccio nel giorno dell’Epifania a San Giorgio su Legnano. Era questo il suo ultimo impegno agonistico prima dell’atteso debutto in maratona, il 2 aprile a Milano. Nella tappa del massimo circuito mondiale della specialità, il World Athletics Cross Country Tour Gold, staccati gli avversari sui 10,2 km con il tunisino Mohamed Jhinaoui terzo, mentre si comporta bene Nekagenet Crippa (Esercito) che finisce quinto. Stesso piazzamento al femminile per Giovanna Selva (Carabinieri), la migliore delle italiane nella gara di 6,2 km che vede la doppietta keniana con il successo di Beatrice Chebet, argento nei 5000 ai Mondiali, davanti a Lucy Mawia e alla burundese Francine Niyomukunzi.

CRIPPA: “HO DATO TUTTO” - “Quando sono partito ci ho creduto - le parole di Yeman Crippa - e poi ho capito di avere un avversario tosto, ma ho dato tutto me stesso. Sono contento di come ho corso, anche se non ce l’ho fatta per poco e c’è un pizzico di delusione, però qui un atleta era più forte di me. Ora mi concentro sulla maratona e dopo il raduno in Portogallo andrò ad allenarmi in Kenya per sei settimane, dall’inizio di febbraio a marzo inoltrato”. 

UOMINI - Si forma presto al comando un quintetto con Gideon Rono, uomo da 27:11.03 nei 10.000 su pista, e il connazionale Benson Lingokal, il tunisino Mohamed Jhinaoui, Yeman Crippa e lo svedese Emil Millan de la Oliva che perde terreno. L’azzurro controlla, il gruppo si screma sotto l’azione di Rono e in testa rimangono in tre, con il trentino a tallonare i due atleti del Kenya. Poco oltre metà gara Crippa si affaccia davanti per la prima volta, ma Rono risponde nel penultimo giro prima dell’attacco decisivo e vince in 29:00 nei confronti del trentino, secondo in 29:06. Stesso crono per Jhinaoui e Lingokal, terzo e quarto in 29:45, seguiti da un brillante Neka Crippa (29:47) e da Millan de la Oliva (30:08). Tra gli altri piazzamenti, ottavo Abderrazzak Gasmi (Toscana Atl. Jolly, 30:19) che precede Michele Fontana (Aeronautica, 30:20) e Luca Alfieri (Atl. Casone Noceto, 30:21).

DONNE - Gara di testa al femminile per Beatrice Chebet, al suo secondo urrà di questa stagione nel tour mondiale dopo aver vinto in novembre al cross spagnolo di Atapuerca. Sul traguardo chiude in 19:41 con quindici secondi di vantaggio sull’altra keniana Lucy Mawia (19:56), il terzo posto è della burundese Francine Niyomukunzi (20:24). A lungo in lizza per il podio Giovanna Selva: la 22enne piemontese dei Carabinieri, argento europeo U23 con il team azzurro al Parco La Mandria, chiude quinta in 20:36 sorpassata dall’etiope Likina Amebaw, quarta in 20:33. Finisce al sesto posto Elisa Palmero (Esercito, 21:03), poi Gloria Giudici (Atl. Valle Brembana, 21:36) e Silvia Oggioni (Atl. Gavirate, 21:44).

GIOVANI - Nella prova juniores maschile detta legge il pluricampione italiano giovanile Francesco Ropelato (Us Quercia Trentingrana) in 19:16 sulla distanza dei 6,2 chilometri, invece la migliore under 20 al femminile nella gara assoluta è la piemontese Adele Roatta (Bracco Atletica), dodicesima in 22:09. Tra gli under 18 impegnati sui 4,2 km vincono Francesco Bigoni (Atl. Estense, 13:10) e la tricolore allieve Sofia Sidenius (Bracco Atletica, 14:35).

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate

 XCI^ Cinque Mulini