Cds U23: in testa Bergamo e Bracco

01 Ottobre 2022

A Modena, nel day 1 della rassegna tricolore giovanile per club, Donola davanti a Melluzzo sui 100 metri

 

Prima giornata di gare per il tricolore a Modena, nella finale nazionale dei Campionati italiani di società under 23. Al giro di boa, i punteggi più alti sono dell’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter tra gli uomini a quota 92 e del team milanese della Bracco Atletica al femminile, con 105 punti, senza tener conto dei vincoli previsti dal regolamento (almeno 9 risultati ottenuti da atleti juniores). In chiave individuale, sfide interessanti sul rettilineo con il successo di Mattia Donola (Pro Sesto/Carabinieri) nei 100 metri in 10.40 (+0.7) a un solo centesimo dal recente personale, superando lo sprinter azzurro Matteo Melluzzo (Milone Siracusa/Fiamme Gialle, 10.43). Duello a distanza sui 100 ostacoli conquistati da Alice Muraro (Atl. Vicentina) in 13.51 (+1.1) per far meglio del 13.53 (+0.9) di Costanza Donato (Bracco) che nell’altra serie avvicina il proprio limite. Continuano a crescere due giovani marciatori, stavolta nei 5000 metri: al maschile il bronzo europeo U23 dei 20 km Andrea Cosi (Atl. Firenze Marathon) domina in 19:48.28 per quattro secondi di progresso. Nella prova femminile la junior Alexandrina Mihai (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) alla sua prima gara dopo aver ricevuto la cittadinanza italiana si migliora ancora con 22:19.54 togliendo altri undici secondi al crono ottenuto due settimane fa nella Finale Oro dei Societari assoluti. Vince nettamente nei 3000 siepi l’azzurra Anna Arnaudo (Battaglio Cus Torino) in 10:25.41.

Dalla pedana del giavellotto arriva l’acuto di Michele Fina (Atl. Brugnera Friulintagli): all’ultimo tentativo il ventenne lanciatore piazza una spallata a 72,46 per aggiungere quasi due metri al suo primato. Nei 400 metri torna sotto i 47 secondi in questo finale di stagione il campione italiano under 20 Luca Sito (Cus Pro Patria Milano) correndo in 46.97 davanti al 47.40 di Matteo Raimondi (Pro Sesto). In evidenza la staffetta 4x100 della Bracco Atletica formata da Sveva Temporin, Costanza Donato, Alessandra Iezzi e Alessandra Bonora, al traguardo nel crono di 45.76. Gare tattiche nei 1500 metri con lo spunto risolutivo della finalista europea Ludovica Cavalli (Bracco/Aeronautica), 4:41.35 per la genovese che si allena abitualmente proprio a Modena, e di Masresha Costa (Atl. Brugnera Friulintagli, 4:04.56). Nei lanci al femminile si cimenta nel peso la primatista italiana under 20 del disco Benedetta Benedetti (Studentesca Rieti Milardi/Esercito, 14,41) mentre Emily Conte (Atl. Riviera del Brenta) sfiora i sessanta metri nel martello con 59,81.

Per l’Atletica Bergamo 1959 Oriocenter due volte a segno Federico Piazzalunga: nei 110 ostacoli in 14.59 (+1.1) e come ultimo frazionista della 4x100 corsa insieme a Eric Marek, Samuele Rignanese e Fabio Izzo, 41.36. Due affermazioni parziali dell’Atletica Firenze Marathon, con Abdul Majeed Omar nel triplo (14,83/+0.4) e Cosimo Gramigna nell’asta (4,40), invece nei 3000 siepi 9:04.25 vincente di Zouhir Sahran (Milone Siracusa) e nel disco 46,27 di Enrico Ferrioli (Elite Academy Bari). Tra le donne sui 400 è la campionessa italiana juniores degli 800 Martina Canazza (Bracco) a imporsi in 56.01, nei 100 metri Ginevra Ricci (Studentesca Rieti Milardi) con 12.08 (+0.7). Alto per Rebecca Mihalescul (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) a 1,73, stessa misura di Rebecca Pavan (Assindustria Sport Padova) e Giulia De Marchi (Atl. Vicentina), e triplo per Zoe Tessarolo (Atl. Vicentina), 12,25 (+0.7). Domenica mattina la seconda e decisiva giornata con le restanti nove gare maschili e femminili in programma e l’assegnazione dei titoli nazionali per club.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI

La gara dei 100 metri con Mattia Donola e Matteo Melluzzo (foto Marastoni)


Condividi con
Seguici su: