Viaggio nel tempo: Villeneuve d'Ascq 1995

20 Giugno 2017

In attesa degli Europei a squadre (23-25 giugno), ripercorriamo il precedente degli azzurri nella città francese che nel 1995 accolse una storica edizione dell'ex Coppa Europa, teatro dell'incredibile 18,43 ventoso di Edwards


 

di Giorgio Cimbrico

La moderna Villeneuve d’Ascq, nata dall’unione di tre comuni, festeggia i primi 50 anni di vita ospitando i Campionati Europei a squadre, per i vecchi del mestiere la Coppa Europa Bruno Zauli. Le prime immagini di atletica legate alla cittadina nella cintura metropolitana di Lille sono del 1° luglio 1991, meeting internazionale che cadeva nel giorno del 30° compleanno di Carl Lewis. La ricorrenza e il ritorno alle competizioni di Ben Johnson, dopo una delle squalifiche più famose e terremotanti della storia, indussero gli organizzatori ad allestire un incontro al vertice per rinverdire i fasti, più o meno funesti, dei faccia a faccia tra il Figlio del Vento e il canadese di Giamaica. Otto corsie, tutte occupate dai migliori velocisti del momento, per quello che si annunciava come l’aperitivo della finale dei Mondiali di Tokyo. Il pubblico, opportunamente sollecitato, abbandonò per qualche secondo la lingua di Molière e alla comparsa in campo del Divino Carl si lanciò in un affettuoso Happy Birthday to You.

Un vero peccato che Villeneuve e il suo stadio si trovino nei pressi della strada che porta verso Roubaix: l’Inferno del Nord, è etichettata quella porzione di Francia estrema, a ridosso del Belgio, dai suiveurs del ciclismo. Malgrado l’estate fosse ormai cominciata da una decina di giorni, quella sera l’ira di Giove Pluvio, come dicevano i vecchi cronisti con un’infarinatura leggera di mitologia, si scatenò sullo stadio portando rovesci e una temperatura che odorava di autunno avanzato. La morale è fulminante come lo sparo dello starter: sguazzando e sollevando spruzzi, gli sprinter si lanciarono sul rettilineo. Lewis secondo, Big Ben settimo, con Dennis Mitchell davanti a tutti in 10.09. Le gerarchie sarebbero state riordinate a Tokyo da Lewis: 9.86 lui, 9.88 Leroy Burrell, 9.91 Mitchell nella gara che venne magnificamente riassunta da Linford Christie, quarto in 9.92: “E’ stato come tornare bambini, quando andavamo a veder passare i treni”.

Andando finalmente a respirare di Coppa Europa, quattro anni dopo qualcosa non funzionò ancora nello stadio del dipartimento del Nord: aspetti trascurabili rispetto alla serataccia del ’91, ma sufficienti per impedire che la meraviglia diventasse realtà piena e codificata. Jonathan Edwards aprì la sua esibizione saltando 17,90 con 2,5 di vento a favore e dopo aver dato gli opportuni ritocchi atterrò come un magnifico airone a 18,43, con 2,4 in coda. La brezza risultò legale nel terzo tentativo, 17,72, e tornò a esser appena al di là della norma, ancora 2,4, quando il britannico prese terra – o sabbia – a 18,39 che risulta ancor oggi il secondo rimbalzare più lungo della storia in ogni condizione. Poco più di un mese dopo, a Goteborg, 18,16 e 18,29 (60 piedi) con tutti i crismi. Christian Taylor ha fatto meglio del primo record offerto all’Ullevi e al mondo, non è ancora riuscito a spingersi oltre il secondo.

VIDEO | LO SPETTACOLARE 18,43 (+2.4) DEL RECORDMAN MONDIALE DEL TRIPLO JONATHAN EDWARDS A VILLENEUVE D'ASCQ NELLA COPPA EUROPA DEL 1995

La Coppa finì nelle mani dei tedeschi e delle russe e risultò essere assai prodiga per gli azzurri, a segno cinque volte. Gennaro Di Napoli centrò il primo dei suoi quattro successi sui 5000, Alessandro Lambruschini il quarto dei cinque nelle siepi, Stefano Baldini e Maria Guida, futuri maratoneti, vinsero una gara sparita, i 10000, Laurent Ottoz mise le mani sui 400 hs. Maschi quarti, eguagliando quanto fatto nell’89 e nel ’91, all’epoca il miglior piazzamento. Donne settime e mai così in alto. Per il momento.

Campionati Europei a squadre
Super League 2017 - Lille (Francia)
23-25 giugno
LA PROGRAMMAZIONE TV
venerdì 23 giugno
diretta RaiSport ore 17.30-20.25
Eurosport 1 ore 17.45-20.15

sabato 24 giugno
diretta RaiSport ore 13.55-18.15
Eurosport 1 ore 13.45-18.15

domenica 25 giugno
diretta RaiSport ore 13.45-17.30
Eurosport 1 ore 13.00-17.25

LA SQUADRA ITALIANA/Italian Team - ISCRITTI/Entries - ORARIO/Timetable - Le pagine EA sulla manifestazione

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: