Verona Marathon, tre gare e una città

16 Novembre 2018

Domenica 18 novembre è il giorno dell’edizione numero 17 per la 42,195 chilometri scaligera, affiancata da mezza maratona e 10 km


 

Più di 10 mila runner attesi quest’anno nel weekend della 17esima Volkswagen Verona Marathon, impegnati nelle varie distanze. Non sarà soltanto la 42,195 km ad animare domenica 18 novembre la città scaligera, con partenza da piazza Bra alle ore 9.00 e l’Arena a fare da sfondo, ma anche ZeroWind Cangrande Half Marathon da 21,097 km e Last 10 km Verona Marathon solidale che può essere corsa in forma agonistica e non competitiva. Il prologo sabato 17 novembre, con centinaia di ragazzini delle scuole impegnati con la Corri Bra. Da quest’anno viene istituito un premio in memoria di Dario Bergamini, presidente della società organizzatrice Gaac 2007, venuto a mancare nel mese di luglio. Il nuovo “Trofeo Bergamini” sarà in palio per il primo atleta veneto in maratona, sia maschile che femminile, e in questa edizione l’evento sarà valido come campionato regionale sulla distanza dopo la rassegna tricolore della scorsa stagione.

DIRETTA STREAMING - Prevista la trasmissione in diretta video streaming, domenica 18 novembre dalle ore 8.30, sulla pagina Facebook e sul canale YouTube della Volkswagen Verona Marathon. Tra i commentatori Gianni Poli, vincitore della maratona di New York nel 1986 e vicecampione europeo nel 1990.

I NUMERI - L’evento si conferma molto apprezzato dai partecipanti esteri e al femminile. Poco meno di 2400 gli iscritti alla maratona, con 400 donne pari al 17% del totale, in rappresentanza di 40 nazioni: i più numerosi sono i francesi con 81 presenze, a seguire tedeschi e austriaci. Si registrano decine di presenze anche da Stati Uniti, Russia, Brasile ed India. Nel complesso circa 500 gli stranieri al via con un percentuale del 20%, uno su cinque. Nella mezza maratona oltre 3000 i partecipanti, in questo caso più di 800 le donne che sono così il 30% del totale e circa 700 gli esteri. Infine la 10 km con altre 3000 persone registrate, ma le iscrizioni sono ancora aperte e diverse centinaia come da tradizione si iscriveranno la mattina stessa.

TOP RUNNER - Favoriti gli atleti africani alla Volkswagen Verona Marathon: il keniano Emmanuel Nakiridi Elim e il connazionale Alex Kirwa, quindi Julius Kipngetich Rono (Atl. Recanati) che ha fissato il suo record personale di 2h18:50 solo due settimane fa alla Maratona di Torino, mentre ha un primato di 1h02:34 sulla mezza distanza. A fare da lepre al gruppo, un uomo d’esperienza come il keniano Robert Ndiwa, classe 1989, che è il vincitore dell’anno scorso a Verona quando trionfò in 2h12:51. La gara femminile vedrà tra le protagoniste la 31enne croata Nikolina Sustic, amica di lunga data della maratona veronese. Ha conquistato l’edizione del 2015, ma la sua eccellenza è nelle gare di ultramaratona: a settembre si è laureata campionessa mondiale della 100 km e ha vinto le ultime quattro 100 km del Passatore. Ha partecipato questa estate con la maglia della sua Croazia alla maratona degli Europei di Berlino e due settimane fa ha realizzato alla Maratona di Torino il suo nuovo primato personale di 2h42:10. Ama l’Italia e per lei questa sarà la settima maratona dell’anno, tutte corse in Italia a parte l’esperienza nella rassegna continentale. Al via anche la sua amica e rivale croata Marija Vrajic, classe 1976, che vanta un personal best di 2h40:41 ottenuto a Treviso nel 2016. Anche lei è una specialista delle 100 km, tanto da essersi aggiudicata due volte la 100 km del Passatore.

Nella Zerowind Cangrande Half Marathon, fari puntati sul keniano Rodgers Maiyo: vincitore della passata edizione con il record della gara in 1h02:18, ha un primato personale di 1h01:56 corso nel 2015 ad Arezzo dove a fine ottobre si è piazzato terzo alle spalle di Moses Kemei, quest’anno secondo alla RomaOstia (1h00:44 PB) e primo a Udine (1h01:14). Pettorale numero 3 per Philimon Kipkorir Maritim che nel mese di settembre ha corso in 1h00:29 a Krems, in Austria, e poi è arrivato secondo alla Torino Half Marathon il 7 ottobre in 1h01:24. Tra le donne favorita la bergamasca Eliana Patelli (La Recastello Radici Group), tornata alle gare di recente dopo quasi due anni di assenza per infortunio: ha un primato personale centrato a Cremona nel 2015 di 1h15:15. A Verona nel 2013 ha vinto la maratona e anche la Gensan Giulietta&Romeo Half Marathon. Potrebbe fare tripletta per diventare così l’unica atleta a cogliere il successo nelle diverse gare agonistiche organizzate da Asd Gaac 2007.

LA PRESENTAZIONE - Nella prestigiosa Sala Arazzi del Comune di Verona si è svolta martedì 13 novembre la presentazione dell’evento. Filippo Rando, assessore comunale allo sport, ha dichiarato: “È un evento che proietta Verona in Europa, mai come quest’anno saranno presenti gli atleti stranieri, in una delle edizioni più vivaci e dinamiche. Mi fa molto piacere che venga ricordato con uno speciale Trofeo il presidente Bergamini”. Matteo Bortolaso, presidente di Asd Gaac 2007, società organizzatrice della maratona, ha poi sottolineato: “Mi manca il “vero” presidente Dario Bergamini alle spalle, una guida che ci ha portati a questo livello per tanti tanti anni. Abbiamo voglia che non venga mai dimenticato, per questo abbiamo istituito il “Trofeo Bergamini” riservato al primo atleta veneto e alla prima atleta veneta classificata. Oltre alle due prove più lunghe torna anche Last 10 Verona Marathon, la gara solidale per raccogliere fondi per le organizzazioni no profit che hanno aderito al progetto. Siamo fieri di questo evento nell’evento”. “Quest’anno la manifestazione - ha detto Claudio Arduini, direttore tecnico di Veronamarathon - sarà a trazione straniera. Ad esempio nella mezza maratona c’è un gruppo di 420 atleti di un’azienda olandese che verrà a Verona con ben due charter. In maratona siamo a circa 500 stranieri iscritti, un buon 20 per cento e notiamo in tutti questi numeri una importante presenza femminile. Le donne, straniere in particolare, sono tantissime e abbiamo istituito un progetto chiamato Ladies Running che porterà 18 donne a correre la maratona o la mezza maratona questa domenica”.

MARATONA UNESCO - Dal 30 novembre 2000 la Città di Verona fa parte del Patrimonio mondiale Unesco, mentre il 30 agosto 2017 la Commissione Nazionale italiana per l’Unesco ha deciso di concedere il proprio patrocinio alla Verona Marathon, considerando che si corre nel centro storico della città.

HUB - Un autunno 2018 davvero intenso e ricco di novità: lo scorso 8 settembre è stato inaugurato il Veronamarathon Hub, luogo d’incontro e riferimento per tutti i runner veronesi, mentre l’unione con Volkswagen Veronamarathon è un sodalizio che dà il via ad una nuova era per Veronamarathon Eventi.

(da comunicati stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: