Venicemarathon, 11.000 di corsa in laguna

18 Ottobre 2016

Domenica 23 ottobre l’edizione numero 31 della maratona da Stra a Venezia, con migliaia di runner anche negli eventi collaterali


 

Si alza il sipario sulla 31ª Venicemarathon, in programma domenica 23 ottobre da Stra a Riva Sette Martiri e presentata questa mattina nella prestigiosa sede regionale Rai di Palazzo Labia. Anche quest’anno la Maratona di Venezia sarà abbinata ad una distanza più breve di 10 chilometri, che avrà una versione competitiva e una ludico-motoria aperta a tutti. Una formula che dalle 9 del mattino alle 16 del pomeriggio farà transitare sotto l’arco d’arrivo oltre 11.000 persone. Partenza della gara sui 42,195 chilometri attorno alle 9.40 da Villa Pisani, mentre la 10 km scatterà alle 8.30 dal Parco San Giuliano a Mestre.

IL PERCORSO - Sempre affascinante il percorso e anche quest’anno, grazie all’accordo con il Polo Museale Regionale del Veneto, gli atleti potranno trascorrere il pre-gara nello splendido giardino della Villa e usufruire dei servizi messi a disposizione. Una volta partiti, i corridori costeggeranno la Riviera del Brenta con le meravigliose ville storiche, transiteranno nel “salotto” di Mestre e lungo i viali verdi del Parco San Giuliano, per poi entrare in città, attraversando il Canal Grande su un ponte galleggiante di barche e sfilando in Piazza San Marco. Gli atleti affronteranno anche i famosi “13 ponti”, completamente rivestiti da passerelle di legno che da anni restano posate per diversi mesi, migliorando l’accessibilità della città. La 10 km, terza e ultima tappa del “Garmin Running Tour 10K”, ricalcherà invece l’ultima parte del tracciato.

TOP RUNNERS - L’atleta più accreditato è il keniano Julius Chepkwony Rotich, vincitore della Venicemarathon 2015 (2h09:00 di personal best), favorito d’obbligo e che va a caccia della seconda vittoria consecutiva, impresa riuscita nella storia a livello maschile solo all’azzurro Salvatore Bettiol (1986 e 1987) e al keniano Jonathan Kipkorir Kosgei (2006 e 2007). Dovrà però vedersela con l’etiope Adugna Bekele (2h09:42 di record personale) e con i connazionali Titus Masai (2h11:16), già secondo nel 2012 e 5° nel 2013, e Francis Maina Ngare (2h11:42), ma anche con gli ucraini Ihor Olefirenko (2h12:04) e Ihor Russ (2h12:46). Tra gli italiani, non sarà purtroppo presente alla partenza Eyob Faniel, bloccato da un problema a un piede proprio pochi giorni prima dell’evento. Sfida tutta africana anche tra le donne, con le keniane Priscah Jepleting Cherono (2h29:08 di personale) ed Esther Wanjiru Macharia (2h30:50), l’etiope Askale Alemayehu (2h31:31) e la kazaka Irina Smolnikova (2h40:22). Tra le azzurre, occhi puntati su Ivana Iozzia (che ha vinto la maratona austriaca di Bregenz in 2h40:05 due settimane fa) e su Eleonora Bazzoni, quest’ultima all’esordio sulla distanza. L’obiettivo, per le prime, sarà un crono attorno alle 2h28.

I NUMERI - Saranno circa 6000 gli atleti al via della 31ª Venicemarathon di cui 1560 stranieri e con 67 nazioni straniere presenti. Dopo l’Italia, i paesi più rappresentati sono la Francia (386 iscritti) e la Gran Bretagna (300). Tra le curiosità, gli atleti più maturi in gara saranno Giuseppe Negri (classe 1935) e Fiorenza Simion (1943). Tra gli stranieri, il più anziano e la più anziana sono il tedesco Günther Schönharting (classe 1942) e la svedese Ann-Christin Edström (classe 1950). Cifra record di 5000 iscritti per la 10 km, alla quale parteciperà anche l’olimpionico Stefano Baldini.

Faranno il debutto in maratona due nomi importanti dello sport: l’ex ciclista Ivan Basso, vincitore di due Giri d’Italia, e l’ex azzurro di rugby Mauro Bergamasco, protagonista del programma televisivo “Oltre il Limite - storie di corsa” in onda su Rete 4 che dedicherà proprio a Venezia una delle puntate. Al via anche Sammy Basso, il 21enne di Tezze sul Brenta (Vicenza), affetto dalla nascita da progeria (invecchiamento precoce dei tessuti) e che sarà alla partenza della Maratona di Venezia assieme a un gruppo di amici podisti, che lo condurranno a braccio con una speciale carrozzina - la Joelette - lungo tutto il percorso.

La Venicemarathon sarà accompagnata anche quest’anno dalla “maratona solidale” del Charity Program, con 17 associazioni no profit impegnate a raccogliere fondi attraverso il fundraising. Il volto di questa iniziativa è, ancora una volta, il grande campione Alex Zanardi, fresco vincitore di tre medaglie ai Giochi Paralimpici di Rio. Sport e cultura, un binomio sempre più forte in occasione della Venicemarathon. Da quest’anno grazie all’accordo con la Fondazione Musei Civici di Venezia tutti gli iscritti (e un accompagnatore) avranno diritto ad ingresso con riduzione nelle sedi museali di Palazzo Ducale, Museo Correr (incluso biblioteca Marciana e Museo Archeologico), Ca’ Rezzonico - Museo del Settecento Veneziano, museo di Palazzo Mocenigo, Casa di Carlo Goldoni, Ca’ Pesaro - Galleria Internazionale d’arte Moderna, Museo di Storia Naturale, Museo del Vetro di Murano, Museo del Merletto di Burano. L’agevolazione sarà valida da sabato 22 a lunedì 24 ottobre. Inoltre, nella serata di sabato 22 ottobre Palazzo Ducale sarà visitabile fino alle ore 23.

Anche Venicemarathon ha aderito agli obiettivi di Sviluppo Sostenibile promossi dall’ONU, impegnandosi a garantire il supporto cruciale che lo sport può dare al conseguimento del benessere umano. Venicemarathon celebrerà così la giornata delle Nazioni Unite, consentendo ai partecipanti di unire le proprie voci a quelle di tutte le donne e gli uomini di sport nel mondo che contribuiscono al progresso degli obiettivi che sono propri dell’ONU. Il territorio veneziano è già entrato nel clima di festa della Venicemarathon con le tre corse dedicate a studenti e famiglie, le Alì Family Run, che si sono già disputate a San Donà di Piave e a Dolo, coinvolgendo complessivamente circa 10 mila persone. L’ultima tappa è in programma sabato 22 al Parco San Giuliano di Mestre. Da venerdì, invece, si entra ufficialmente nel vivo con l’apertura del 26° Exposport Venicemarathon Village, con inaugurazione alle ore 11.

Erano presenti in sala questa mattina l’assessore allo sport della Regione Veneto, Cristiano Corazzari, il consigliere comunale con delega allo sport Paolino D’Anna, il consigliere comunale e presidente della commissione consiliare sport Matteo Senno, i vicesindaco di Stra e Dolo, Cristina Borgato e Gianluigi Naletto, e il presidente del Venicemarathon Club, Piero Rosa Salva.

TV - Domenica 23 ottobre in diretta su RaiSport 1 dalle ore 9.30 alle 9.50 e dalle 11.00 alle 12.30, con diretta streaming su www.raisport.rai.it. A livello internazionale, la 31ª Venicemarathon raggiungerà oltre 90 paesi stranieri.

(da comunicato stampa Organizzatori)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it


Le autorità e gli ospiti intervenuti alla presentazione della Venicemarathon 2016 (foto Organizzatori)


Condividi con
Seguici su: