Universiadi: 4 medaglie azzurre a Belgrado




 

Anche per l'Italia dell'atletica arrivano le prime medaglie dalle Universiadi di Belgrado. Oggi, nella quinta giornata di gare, quattro italiani sul podio, grazie agli argenti di Chiara Rosa nel peso e di Giorgio Piantella nell'asta e ai bronzi di Francesco Bona nella mezza maratona e di Emanuele Abate nei 110hs.

La Rosa, autrice di un miglior lancio di 18,21, è stata superata solo dal 18,91 della cubana Mailin Vargas. Questa la serie completa della primatista italiana assoluta del getto del peso: 17.93; 18.12; 18.21; 18.14; X; X. A 5 centimetri dall'oro (5,60 del russo Gripich) Piantella che supera quota 5,55 eguagliando così il suo primato personale. Nella finale dei 110hs Abate corre al bronzo in 13.70 (SB - 13.72/+1.0 in semifinale), dietro al cinese Jing (13.38) e al sudafricano Fourie (13.66). Medaglia con personal best per Bona che chiude la maratonina in 1h04:35, un secondo meglio del suo crono (1h04:36) alla CorriPavia 2007. Vittoria al cinese Zaho (1h04:28) e argento al giapponese Onishi (1h04:30). Da segnalare anche la prova di Eleonora D'Elicio nel triplo, settima con il PB portato a 13,52 (+1.6). Decima Francesca Cortellazzo, con un 13,20 ventoso (+2.1). Bene la 4x100 femminile con Audrey Alloh, Doris Tomasini, Giulia Arcioni e Maria Aurora Salvagno, che va in finale con il miglior tempo delle batterie: 44.19. In finale domani, anche il lunghista Stefano Tremigliozzi, qualificato con 7,55 (-0.7).

Tra i risultati di ieri, il quinto posto della martellista, oro ai Giochi del Mediterraneo, Silvia Salis (68,74) e il sesto della marciatrice Valentina Trapletti (1h36:32). Dopo quella del quattrocentista Vistalli nei 400, anche Giulia Arcioni subisce una squalifica nella semifinale dei 200 per invasione di corsia. Sempre nei 200 femminili, si ferma in semifinale anche Doris Tomasini (24.08/+2.6). Mentre nei 200 maschili è caduto ad opera dell'azero Ramil Guliyev, vincitore in 20.04 (+0.1), il primato europeo juniores, 20.28, stabilito da Andrew Howe in occasione della sua vittoria ai Mondiali di Grosseto 2004. Eliminato, infine, in batteria Luca Leone, 14:41.00 nei 5000 m.   

a.g.

Nella foto, Chiara Rosa (Giancarlo Colombo per Omega/Fidal)

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: