Universiade: Martinelli record, 9:46.07




 

Giulia Martinelli oggi all'Universiade di Shenzhen (Cina) ha migliorato se stessa e il suo primato nazionale Promesse dei 3000 siepi, giungendo ad un passo dal podio. La ventenne reatina è, infatti, arrivata quarta in 9:46.07 togliendo ben sei secondi al 9:52.51 da lei corso il 10 giugno al Memorial Nebiolo di Torino e che aveva già avvicinato qui due giorni fa in batteria (9:52.92). Vittoria alla turca Uslu con un incontrastabile 9:33.50, mentre l'argento e il bronzo sono rispettivamente andati alla russa Kuzmina (9:44.77) e alla cinese Jin (9:45.21). Per la portacolori della Forestale, allenata da Fabiola Paoletti, è l'ennesimo piazzamento di prestigio dopo i settimi posti ottenuti, a luglio, agli Europei Under 23 di Ostrava (Rep. Ceca) e, a giugno, per il suo debutto (9:52.78) in Nazionale assoluta all'Europeo per Nazioni di Stoccolma. La Martinelli quest'anno ha, inoltre, riscritto la migliore prestazione italiana di categoria dei 2000 siepi, 6:27.59. Nei 20km di marcia, invece, settima Federica Ferraro (1h40:40) con l'oro finito al collo del bronzo degli EuroUnder23, la spagnola Takacs (1h33:51) davanti alle russe Shemyakina (1h34:23) e Okhotnikova (1h35:10). Decima la martellista Elisa Palmieri (63,06) in una gara dall'alto contenuto tecnico in cui la moldava Zalina Marghieva ottiene con 72,93 l'oro e il record nazionale, precedendo l'ungherese Orban (71,33 primato nazionale) e la rumena, campionessa d'Europa under 23, Perie (71,18). Niente finale per l'ostacolista Veronica Borsi, arrestatasi al sesto posto in 13.56 (+0.5) della sua semifinale. Titolo alla statunitense Ali (12.85/-1.3) che era stata la più veloce del turno precedente con 12.79 (+0.5). Avanti, invece, il campione italiano delle barriere alte Emanuele Abate. Il poliziotto ligure ottiene con 13.78 (vento nullo) il quarto tempo nel riepilogo delle batterie dove il migliore è stato il britannico Frankis (13.66/+0.2). Missione compiuta anche per il carabiniere Stefano La Rosa che - settimo (14:35.94) nella batteria più veloce vinta dal russo Rybakov (14:09.41) - accede alla finale dei 5000 metri, distanza su cui è tricolore in carica. In finale, quindi, anche il discobolo Giovanni Faloci che ha fatto arrivare il suo attrezzo a 57,99, nona misura della qualificazione.

a.g.

Nella foto, Giulia Martinelli in azione sui 3000 siepi (Giancarlo Colombo/FIDAL)

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: