Tutela della salute: normativa

Le norme che regolano l'accertamento dell'idoneità. I link alla documentazione antidoping nazionale ed internazionale, il contatto del telefono verde e antidoping

Conformemente ai dettami di legge vigenti (DM 18/02/82 e DM 24/04/2013) sull’accertamento obbligatorio dell’idoneità all’attività sportiva agonistica, la certificazione dell’idoneità specifica alla pratica dell’atletica leggera:
- è condizione indispensabile per la partecipazione all’attività agonistica;
- ha validità annuale;
- deve essere conservata dalla Società Sportiva di appartenenza che peraltro è tenuta a controllarne la scadenza ai fini del rinnovo (circ. 7 Min. Sanità del 31/01/83).

La FIDAL considera agonisti gli atleti delle seguenti categorie:
RAGAZZI M/F (12-13 anni)
CADETTI M/F (14-15 anni)
ALLIEVI M/F (16-17 anni)
JUNIORES M/F (18-19 anni)
PROMESSE M/F (20-21-22 anni)
SENIORES M/F (23 anni e oltre, comprese tutte le fasce d'età Master)
Gli atleti vengono collocati nelle rispettive categorie in relazione all’anno di nascita (millesimo) e non in base al giorno e al mese di nascita.

La legge garantisce il diritto alla visita di idoneità agonistica per tutte le categorie Fidal da esordienti in su. Alle singole Regioni è lasciata l’autonomia sulla eventuale gratuità parziale o totale della visita, in base ad età e situazioni locali, in relazione anche a disponibilità economiche locali regionali.

Gli atleti della seguenti categorie:
ESORDIENTI M/F (6-11 anni);
AMATORI (23-34 anni);
Settore NORDIC WALKING;
Settore FITWALKING;
devono sottoporsi a visita medica di idoneità “non agonistica” con periodicità annuale.

La certificazione attestante l’idoneità fisica alla pratica dell’attività sportiva “non agonistica” è rilasciata dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dal medico specialista in medicina dello sport ovvero dai medici della Federazione medico sportiva italiana del C.O.N.I., a norma dell’art. 3 del D.M. del 24/04/2013 (Decreto Balduzzi) e successivo art. 42 bis del D.L. n. 69 del 21/06/2013 (Decreto del Fare) convertito in Legge il 9/08/2013 e del D.M. dell’ 8/08/2014.
 


ATTIVITA' ANTIDOPING

Norme Antidoping
Norme Antidoping NADO Italia
Norme Antidoping IAAF
RTP - Gruppo registrato per i controlli antidoping


Telefono Verde Anti-Doping - I.S.S. Osservatorio Fumo, Alcool e Droga

Il telefono verde Anti-Doping 800 89 6970 è una iniziativa che fa riferimento all'Osservatorio Fumo, Alcool e Droga dell'Istituto Superiore dela Sanità. Il servizio nazionale è anonimo e gratuito ed è attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10.00 all 16.00.



Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate