Tricolori: cresce Borga, 53.15 nei 400

08 Giugno 2019

Nella sessione pomeridiana dei Campionati Italiani Juniores e Promesse titoli nel giro di pista anche per Lopez e Scotti. Negli 800 convincono Barontini e Bellò. DIRETTA STREAMING su atletica.tv


 

di Nazareno Orlandi

Nella seconda giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse di Rieti illuminata dal 2,30 di Stefano Sottile nel salto in alto e aperta in mattinata dal record italiano under 20 di Giorgio Olivieri nel martello, brilla nei 400 metri Rebecca Borga (Fiamme Gialle): l’azzurra che è stata riserva della 4x400 bronzo agli Euroindoor di Glasgow e terza alle World Relays di Yokohama avvicina il muro dei 53 secondi (53.15) e firma il terzo miglioramento stagionale, conquistando il titolo promesse. Al maschile, nei 400, successi per l’under 23 Brayan Lopez (Athletic Club 96 Alperia) con due decimi di primato personale (46.70) e per lo junior Edoardo Scotti (Carabinieri), il campione del mondo U20 della staffetta 4x400 (46.97). Belle sfide negli 800 metri: le portacolori delle Fiamme Azzurre Elena Bellò (2:03.10) ed Eloisa Coiro (2:05.12) si impongono rispettivamente tra le promesse e le junior, mentre al maschile la vittoria under 23 è per Simone Barontini (Sef Stamura Ancona) con 1:47.90 e tra gli under 20 la spunta Andrea Grandis (Atl. Susa Adriano Aschieris) con 1:51.39. Il bronzo olimpico giovanile Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta) scaglia il peso a 19,30 per il titolo U20. Negli ostacoli spicca il 13.71 (+1.4) della junior Alice Muraro (Atl. Vicentina), settima under 20 di sempre. Da decatleta vero, Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) gareggia “in contemporanea” nel lungo e nei 110hs: tre salti, poi di corsa verso gli ostacoli per conquistare la finale, infine di nuovo in pedana per vincere con 7,48 (+0.9). Tutto facile per la vicecampionessa juniores del giavellotto Carolina Visca (56,25) e nei lanci under 23 fa doppietta Alessio Mannucci: oggi il disco (53,19) dopo il peso di ieri. Una migliore prestazione italiana U23 per la staffetta 4x100 dell'Atletica Brescia 1950 Ispa Group: Chiara Melon, Alessia Pavese, Alessia Niotta e Gaia Pedreschi lo timbra con 45.65. La Pavese si mette in evidenza anche nelle batterie dei 200 (domani le finali) con 23.66 controvento (-0.7). Domattina dalle 9.15 terza e ultima giornata, sempre in diretta su atletica.tv: si assegnano gli ultimi 24 titoli italiani.

CLICCA QUI - DIRETTA STREAMING SU ATLETICA.TV

RISULTATI/Results - FOTO/PhotosORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News

RUGGITO BORGA - Prosegue la crescita di Rebecca Borga (Fiamme Gialle) che lima ancora il primato personale nei 400 metri (53.15), si migliora per la terza volta in stagione (Grosseto 53.31, Savona 53.30) e comincia ad avvicinarsi in maniera abbastanza consistente verso la barriera dei 53 secondi. La veneta che ha fatto parte del gruppo azzurro della 4x400 che ha conquistato il bronzo europeo indoor a Glasgow e il terzo posto alle World Relays di Yokohama tiene a debita distanza Anna Polinari (Fondazione Bentegodi Verona), 54.62, e Aurora Casagrande Montesi (Cus Parma) 54.66. Si migliora anche Brayan Lopez tra le promesse: il portacolori dell’Athletic Club 96 Alperia dopo due anni toglie due decimi al suo tempo (46.70) e batte Andrea Romani (Atl. Riccardi Milano 1946), PB 47.06, e Michele Falappi (Atl. Chiari 1964 Libertas) in 47.19, quattro decimi di progresso. In campo under 20, non tradisce Edoardo Scotti (Carabinieri) che nonostante una vescica sotto il piede riesce a vincere con 46.97 davanti a Francesco Domenico Rossi (Geas Atletica), 47.95, e Riccardo Filippini (Studentesca Milardi Rieti) in 48.30. Dopo il titolo allieve, si ripete anche tra le junior Eleonora Foudraz (Atl. Sandro Calvesi), certificando il primo blitz sotto i 55 secondi (54.59), imitata da Alessandra Bonora (Atl. Rodengo Saiano Mico) con 54.85 e cresce di quasi un secondo Beatrice Zeli (Pro Sesto Atl., 55.17).

VIDEO | REBECCA BORGA: "QUANTA ESPERIENZA CON LA STAFFETTA"

VIDEO | SCOTTI: "DOHA GRANDISSIMO OBIETTIVO"

OSTACOLI - Cos'hanno in comune Alice Muraro (Atletica Vicentina, 13.71/+1.4), Linda Guizzetti (Cus Pro Patria Milano, 13.63/-0.1), Giuseppe Filpi (Atl. Agropoli, 13.93/+0.5) e Chituru Ali (Unione Sportiva Albatese, 13.97/+0.6)? Sono tutti campioni italiani negli ostacoli sul rettilineo dello stadio Guidobaldi.

VIDEO | LE QUATTRO FINALI DEGLI OSTACOLI

5000 E 3000 SIEPI - Detto degli 800 metri particolarmente accesi e ricchi di grandi firme, anche nelle altre distanze si respira un bel furore agonistico. Nei 5000 promesse Alberto Mondazzi (Atl. Mariano Comense, 14:30.92) batte in volata Jacopo De Marchi (Trieste Atletica, 14:31.12) e tra gli junior lo spalla a spalla tra Francesco Guerra (Rcf Roma Sud, 14:44.16) e Ayoub Idam (Cosenza K42, 14:45.41 PB) si risolve con la vittoria del romano che sprinta e si sbarazza del rivale a cinquanta metri dal traguardo. Duello anche nei 3000 siepi juniores tra Virginia Medda (Cus Cagliari, 10:47.52 PB) e Margherita De Mattia (Atl. Mogliano, 10:49.78 PB). In solitaria, invece, Linda Palumbo (Atl. Clarina Trentino) nelle siepi promesse con 10:48.54.

VIDEO | LE VITTORIE DI BARONTINI E BELLÒ NEGLI 800 PROMESSE

LANCI - Ancora un titolo per Carmelo Musci (Aden Exprivia Molfetta): il bronzo olimpico giovanile del peso brinda con 19,30 e prevale nel duello con il rivale Riccardo Ferrara (Atletica Olympus, 18,78). Carolina Visca non ha difficoltà a vincere un altro tricolore nel giavellotto: la junior romana delle Fiamme Gialle, primatista italiana di categoria e vicecampionessa europea under 20 in carica, si conferma con 56,25, ma alle sue spalle cresce di dieci centimetri Federica Botter (Atl. Brugnera Friulintagli) con 53,79. Nel martello promesse va avanti il monopolio di Sara Fantini (Carabinieri), davanti a tutte con 66,22, ma Lucia Prinetti (Fiamme Gialle) con 62,45 firma la seconda prestazione in carriera e Cecilia Desideri (Studentesca Rieti Milardi) infrange per la prima volta la barriera dei sessanta metri (60,47). Seconda volta oltre i settanta metri per Norberto Fontana (Cus Parma) nel giavellotto, al titolo under 23 con 70,60, distanziando di oltre sei metri Simone Comini (Asa Ascoli Piceno) che si era messo in evidenza in Coppa Europa di lanci a marzo. Spunta una nuova lanciatrice di sicuro interesse nel peso promesse: è Michaela Obijiaku, statunitense d’origine, vissuta in Italia fino alle scuole medie a Cordignano, in provincia di Treviso, poi trasferita a Londra per gli studi superiori e ora universitaria a New York: con 16,08 fa meglio di Sydney Giampietro (Fiamme Gialle), 15,30, due centimetri in più di Martina Carnevale (Studentesca Rieti Milardi, 15,28). Secondo titolo in due giorni per Alessio Mannucci (Atl. Livorno) che dopo il peso di ieri trionfa anche nel disco promesse con 53,19. Sopra i cinquanta metri anche Marco Volo (Cus Parma) che allunga a 51,38. Fa festa Ludovica Montanaro (Atl. Gran Sasso Teramo) campionessa italiana del peso juniores con 13,37, quattro centimetri in più di Chiara Salvagnoni (Atl. Firenze Marathon) 13,33.

SALTI - È un decatleta (non uno qualunque: il primatista italiano juniores), e si vede. Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) salta tre volte nel lungo, poi si sposta sul rettilineo per le semifinali dei 110hs (ed entra in finale), quindi torna in pedana e si migliora con 7,48, misura da titolo italiano. È il pomeriggio magico dello specialista di prove multiple che indossa un nuovo tricolore dopo quello nelle dieci fatiche centrato a Mantova a fine maggio. Quota 5,05 per Ivan De Angelis (Fiamme Gialle), 5 metri per Simone Di Cerbo: il duello ormai classico dell’asta si ripete anche nella categoria juniores. Il romano prova anche tre volte a 5,20 senza fortuna. Al femminile, tra le under 23, il 3,95 di Elena Bisotto (Aristide Coin Venezia) vale il titolo, così come l'hop-step-jump a 12,74 di Corinne Challancin (Atl. Firenze Marathon) nel triplo.

STAFFETTE - Oltre alla MPI U23 dell’Atl. Brescia 1950 Ispa Group, titoli nella 4x100 juniores per la Pro Sesto Atletica in 41.62 (Pietro Monolo, Giovanni Rolfi, Riccardo Giuseppe Faita, Mattia Donola), per la 4x100 promesse della Fratellanza 1874 Modena con 40.43 (Mark Emeka Obi Kalu, Alex Zlatan, Matteo Ansaloni, Freider Fornasari) e tra le donne per la 4x100 juniores dell’Acsi Italia Atletica con 46.68 (Francesca La Greca, Carolina Parente, Matilde Biella e Chiara Gala). 

VIDEO | LA MPI DELLA 4X100 UNDER 23 DELL'ATLETICA BRESCIA 1950

SOCIAL NETWORK - Partecipate con noi al racconto dei Campionati italiani juniores e promesse di Rieti seguendo gli aggiornamenti LIVE attraverso i nostri canali social Instagram: @atleticaitaliana, Twitter: @atleticaitalia e Facebook: www.facebook.com/fidal.it. Sostenete i vostri atleti preferiti, condividete foto e pensieri utilizzando gli hashtag #atletica #JP2019.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


La 4x100 dell'Atl. Brescia 1950 Ispa Group (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: