Straneo atleta piemontese 2013

24 Gennaio 2014

La maratoneta azzurra premiata a Torino in occasione dell'inaugurazione dell'anno sportivo piemontese

 

Il Museo dell'Automobile di Torino ha ospitato oggi l'inaugurazione dell'anno sportivo piemontese alla presenza del presidente del CONI Giovanni Malagò e di diversi presidenti di Federazioni Sportive Nazionali tra i quali il numero uno FIDAL Alfio Giomi. Insieme a lui il vice-presidente Vincenzo Parrinello (in rappresentanza anche dei gruppi sportivi militari), il consigliere nazionale Riccardo D'Elicio e Dino Ponchio, consigliere personale del presidente Giomi. A rappresentare il Comitato Regionale FIDAL Piemonte il Presidente Maurizio Damilano. La cerimonia, presieduta dal Presidente del CONI Piemonte Gianfranco Porqueddu e dall'Assessore regionale allo Sport Alberto Cirio, è stata anche l'occasione per la consegna, tra gli altri riconoscimenti, dei Premi Nebiolo 2013 (in platea c'era anche la moglie Giovanna Nebiolo) e dei Premi Talento 2013.

Tanta atletica tra i premiati grazie ai brillanti risultati raccolti dagli atleti piemontesi nello scorso anno. Importante riconoscimento al compianto Attilio Bravi, recentemente scomparso, Distintivo d'Oro del CONI 2013 e per tanti anni presidente del Comitato Provinciale del CONI di Cuneo, al quale è stato attribuito, in memoria di quanto fatto per lo sport, il premio "Sportivo dell'Anno 2013". Va ricordato che nella sua carriera di atleta Bravi fu azzurro del salto in lungo negli anni ’50 (vantava un primato personale di 7,66 metri), partecipò all'Olimpiade di Roma del 1960 in cui si classificò decimo con la misura di 7,47 metri e vinse l’oro all'Universiade di Torino nel 1959. 

Il Premio Nebiolo "Atleta piemontese dell'anno 2013" è invece andato alla maratoneta alessandrina Valeria Straneo (Runner Team 99), medaglia d'argento ai Mondiali di Mosca e quinta alla Maratona di New York. L'azzurra, che ha ricevuto il premio dalle mani di Malagò e Giomi ha anche recitato la formula di apertura dell'anno sportivo piemontese.

Per quanto riguarda il Premio Talento 2013 che ha lo scopo di sostenere economicamente i giovani talenti sportivi ed incentivarli a svolgere la propria disciplina presso società ed associazioni sportive dilettantistiche operanti in ambito regionale, l'atletica leggera ha ottenuto tre riconoscimenti. Nella fascia d'età under 18 premio per Andrea Carioti (Atl. Piemonte), primatista italiano allievi dell'octathlon, campione italiano di categoria e azzurro ai Mondiali di Donetsk. Nella categoria under 23 invece premi per Giacomo Isolano (Atl. Mondovì), medaglia di bronzo con la staffetta 4x100 juniores agli Europei di Rieti; e Italo Quazzola (Atl. Piemonte), vincitore della 10km internazionale di Cremona, quinto agli Europei juniores sui 3000 siepi, azzurro ai Mondiali e agli Europei di cross 2013. Stella di bronzo del Coni conferita a Giuseppe Buriasco, fiduciario regionale del Gruppo Giudici Gare per il secondo mandato consecutivo e giudice nazionale.

Da segnalare infine il riconoscimento alla famiglia Ferrero, una generazione di imprenditori che ha portato l’eccellenza del Piemonte nel mondo, mantenendo un forte legame con la propria terra. Una passione per il territorio che da sempre si abbina con quella per lo sport e che è testimoniata dal sostegno ai talenti, ai grandi eventi internazionali e al lavoro delle istituzioni per promuovere la pratica di base, ma anche da progetti che, come Kinder + Sport, contribuiscono ad affermare tra i giovani la cultura sportiva.

(ha collaborato Myriam Scamangas/CR FIDAL Piemonte)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it  



Condividi con
Seguici su: