Stecchi c'è: 5,70 in direzione Doha

19 Settembre 2019

A Castelporziano buona prova dell'azzurro dell'asta nell'ultima uscita prima dei Mondiali. Stessa misura per l'olimpionico brasiliano Thiago Braz


 

Nell’ultimo test prima dei Mondiali di Doha l’astista azzurro Claudio Stecchi decolla alla misura di 5,70, centrata al primo tentativo, a due centimetri dal personale all’aperto. Sulla pedana delle Fiamme Gialle a Castelporziano (Roma) che ospita gli allenamenti del fiorentino, la sfida con l’olimpionico Thiago Braz va in archivio con una misura incoraggiante e con tre errori alla successiva quota di 5,80 che rappresenta il primato personale indoor. Sei salti in tutto per Stecchi, sotto gli occhi dello svedese Mondo Duplantis, spettatore d’eccezione: 5,50 alla seconda prova, 5,70 subito e poi i tre tentativi senza fortuna dieci centimetri più su. La vittoria è del brasiliano Braz che infila senza esitazioni 5,50 e 5,70, terzo il belga Ben Broeders con 5,60. Stecchi, seguito dal coach Riccardo Calcini con il supporto tecnico di Giuseppe Gibilisco ed Enzo Brichese, può puntare con ottimismo al turno di qualificazione della rassegna iridata in calendario sabato 28 settembre, per provare a guadagnarsi la finale di martedì 1° ottobre.

STECCHI: “INFORTUNIO SUPERATO” - È andata bene per diversi motivi - le parole di Stecchi - Non saltavo dal 27 agosto a Rovereto, e quindi non sapevamo dove fossimo rimasti a livello tecnico, nonostante la condizione fosse aumentata. L’altro motivo è che la gamba sinistra non ha sofferto, sta benissimo, quindi il piccolo infortunio è stato recuperato del tutto. Poi 5,70 è sempre un’ottima misura, l’unica pecca è che a 5,80 è girato il vento e quindi né io né Thiago siamo riusciti a saltare. Va bene così, abbiamo visto quello che cercavamo: sensazioni di gara in un contesto di allenamento”.

naz.orl.

VIDEO | IL SALTO A 5,70 DI STECCHI

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it


Claudio Stecchi con l'olimpionico Thiago Braz a Castelporziano (foto Fiamme Gialle)


Condividi con
Seguici su: