Spallata di Bertolini alla Finale Oro

26 Settembre 2015

A Jesolo (VE) il tricolore assoluto si aggiudica la vittoria nel giavellotto con un lancio da 79,30. Societari: in testa alla prima giornata gli uomini della Riccardi e le donne di ACSI Italia e Bracco


 

di Alessio Giovannini

Finale Oro dei Campionati Italiani Assoluti di Società al giro di boa. Allo Stadio "Armando Picchi" di Jesolo (VE) dopo la prima giornata di gare guidano la classifica provvisoria i due club campioni in carica: gli uomini dell'Atletica Riccardi Milano (69 punti su Enterprise Sport & Service 56 e Studentesca CaRiRi 41) e le donne dell'ACSI Italia Atletica appaiate a 57 punti con la Bracco Atletica, terza la Studentesca CaRiRi (44). In chiave individuale l'acuto arriva dalla pedana del giavellotto maschile e porta di nuovo la firma del tricolore assoluto Roberto Bertolini (Cento Torri Pavia/Fiamme Oro) che al primo lancio azzecca una spallata da 79,30 (la sua quinta misura in carriera). Alle sue spalle si piazzano i lettoni dell'Enterprise Sport & Service: l'argento olimpico di Pechino 2008, Ainars Kovals (76,44) e Zigismunds Sirmais (75,68). Nei 100 metri il campione europeo under 23 Giovanni Galbieri (Atl. Riccardi) si conferma in 10.79 controvento (-2.0) così come Giulia Pennella (ACSI Italia Atletica/Esercito) nei 100hs vinti in 13.49 (-2.4). Nei 400 affermazione di Maria Benedicta Chigbolu (CaRiRi/Esercito) in 53.98 sulla matricola della 4x400 azzurra Ayomide Folorunso (CUS Parma/Fiamme Oro) 54.80. Gare tattiche nei 1500 metri dove emerge comunque il talento della 16enne Marta Zenoni (Bergamo 1959 Creberg): il bronzo mondiale under 18 degli 800m cambia marcia al penultimo giro e se ne va al traguardo in 4:35.93. Finale killer anche per l'argento europeo under 23 Mohad Abdikadar (CaRiRi/Aeronautica) che sul rettilineo finale rimonta e supera Yassine Rachik (Cento Torri Pavia), 3:48.36 a 3:49.25. Epilogo simile nei 3000 siepi dove il campione italiano Jamel Chatbi (Atl. Riccardi) la spunta in volata (8:36.51) sul keniano Hosea Kisorio (Virtus CR Lucca), 8:36.68. Ad aprire le competizioni era stata la martellata della 18enne Sara Fantini (CUS Parma), vincitrice con un 61,75 che ne fa la seconda junior di sempre. Domani la seconda e conclusiva giornata della manifestazione con l'assegnazione degli scudetti.

FOTO/Photos

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

FINALE ORO: ORARIO AGGIORNATO - Attraverso il link sottostante è possibile consultare l'orario aggiornato della seconda giornata (domenica 27 settembre) di gare della Finale Oro di Jesolo, alla luce di quanto stabilito nella riunione tecnica di stamattina. ORARIO/Timetable

TV e STREAMING - Una sintesi televisiva della Finale Oro di Jesolo andrà in onda sui canali RaiSport in base al seguente programma: giovedì 1 ottobre, ore 17:30-19:30 su RaiSport 2 (prima giornata) - venerdì 2 ottobre, ore 15:00-17:30 su RaiSport 1 (seconda giornata). Sarà possibile seguire integralmente la manifestazione in diretta streaming attraverso fidal.idealweb.tv 

IL RACCONTO delle GARE 

10000m marcia uomini - Il tricolore assoluto indoor Leonardo Dei Tos anche oggi resta in linea con i progressi che hanno già segnato tutto il corso di questa sua stagione. A Jesolo, il 23enne veneto dell'Athletic Club 96 si aggiudica i 10km in pista marciando in 41:18.58, primato personale. Dietro di lui l'Enterprise Sport & Service colleziona punti utili grazie al secondo posto del finanziere pugliese Francesco Fortunato (41:30.95) e al terzo dell'ingegnere campano della 50km Teodorico Caporaso (43:50.36).

5000m marcia donne - Valentina Trapletti porta a termine la sua missione praticamente in solitaria con una ventina di secondi di margine sul resto della concorrenza. 22:26.57 il crono della vincitrice che si traduce anche in 8 preziosi punti per la Bracco Atletica. Occhio, però, al secondo posto in 22:46.57 dell'azzurrina Eleonora Dominici (ACSI Italia): personal best di quasi 45 secondi e nono posto nelle liste italiane juniores alltime. Bel progresso anche per la sua compagna di squadra Diana Cacciotti, terza in 22:52.25.  

4x100m uomini – Quinta vittoria di giornata per i milanesi dell'Atletica Riccardi, che dominano la prova per quartetti in un buon 41.06: la staffetta è lanciata dal capitano Massimiliano Dentali, cui seguono le frazioni di Stefano Anceschi, Federico Cattaneo e il campione europeo Under 23 Giovanni Galbieri.

Sul podio anche La Fratellanza Modena con 41.60 e la Cento Torri Pavia con 41.75.

4x100 donne - Le ragazze dell'ACSI Italia Atletica non concedono troppo spazio alle avversarie. Elisabetta de Andreis, Flavia Nasella, l'ostacolista Giulia Pennella e Ilenia Draisci proiettano il testimone oltre la finish line in 46.41. Staccate di 68 centesimi le milanesi della Bracco Atletica (47.09) e di quasi un secondo le emiliane del CUS Parma (47.40).

GIAVELLOTTO uomini - Primo lancio e discorso chiuso per Roberto Bertolini. Siamo a fine stagione, ma il poliziotto della Cento Torri Pavia sembra ancora avere nelle braccia lo spunto per una spallata dalle parti degli 80 metri: 79,30. Per la cronaca è la sua quinta misura di sempre nella migliore stagione della carriera illuminata dall'80,97 lanciato a Ginevra ad inizio giugno. Oggi per il lombardo c'è anche la soddisfazione di battere l'argento olimpico di Pechino 2008, il lettone Ainars Kovals (Enterprise S&S), secondo con 76,44 sul connazionale e compagno di club Zigismunds Sirmais (75,68).

PESO donne – Gara dominata da Julaika Nicoletti (ACSI Ialia Atletica/Forestale), cui basta il 15,84 del primo lancio (seguiranno cinque nulli) per imporsi per distacco su Monia Cantarella (Studenteca CaRiRi) 14,27  e Francesca Stevanato (Atl. Brescia 1950) 13,76.

TRIPLO uomini - Solo Daniele Cavazzani oggi è in grado di oltrepassare i 16 metri. 16,05 (+0.9) la misura che vale il successo per il grintoso triplista della Studentesca CaRiRi. Alle sue spalle è la volta del lettone Elvijs Misans (Enterprise S&S) 15,94 (0.0) e del compagno di club Samuele Cerro (15,30/+0.9).  

DISCO uomini – Quattro lanci validi e tutti superiori ai picchi degli avversari: gli otto punti sono appannaggio di Federico Apolloni (Atl. Firenze Marathon/Aeronautica), impostosi con 57,09. La seconda posizione va a Daniel Compagno (Athletic Club 96) con 53,47 davanti a Oskars Vaisjuns (Enterprise Sport&Service) 51,82.

1500m uomini - Mohad Abdikadar tiene sotto controllo il resto della concorrenza per buona parte della gara. Il vicecampione europeo under 23 non si sbilancia troppo in avanti nelle prime battute di gara per poi agganciare il treno dei battistrada e iniziare ad allungare il passo a 300 metri dall'arrivo. L'aviere della Studentesca CaRiRi mette, quindi, la freccia sotto la tribuna salutando il coetaneo Yassine Rachik (Cento Torri Pavia), battuto 3:48.36 a 3:49.25. Terzo il keniano Daudi Makalla (Athletic Club 96) in 3:49.69.

1500m donne – Variazione sul tema per Marta Zenoni: dopo una prima parte molto lenta (1:22.0 ai 400, 2:41.3 agli 800) la portacolori dell’Atletica Bergamo ’59 Creberg cambia passo ai 900 metri e vola verso il successo (1:02 negli ultimi 400) in un definitivo 4:35.93. Significativa anche la prova di Elisa Bortoli (Atl. Brescia 1950), a lungo al comando e al traguardo con 4:36.77. Terza piazza per la lettone dell’Enterprise Sport&Service Jelena Abele (4:38.63).

TRIPLO donne - Francesca Lanciano ritrova il sorriso della vittoria. La 21enne pugliese, finalmente alleggerita dal freno di diversi problemi fisici, atterra a 12,67 (+1.5) portando otto punti nel bottino del CUS Pisa Atl. Cascina. In tribuna ad applaudirla c'è anche il suo fidanzato Daniele Greco, il campione europeo indoor 2013 del triplo in ripresa dopo l'intervento al tendine a cui si è sottoposto l'anno scorso. In seconda posizione c'è Ottavia Cestonaro (Atl. Vicentina/Forestale) che, al quinto turno di salti, era balzata al comando con un hop-step-jump da 12,63 (+0.5). Terza la lettone Santa Matule (Enterprise S&S), 12,46 (+0.9).     

3000 siepi donne – Bella prova di Federica Casati per sé e per la Bracco: alla seconda esperienza nella specialità distrugge il PB (26 secondi di progresso) staccando tutte le avversarie e chiudendo in 10:31.11. L’ultima ad arrendersi è Sara Carnicelli (ACSI Italia), seconda in 10:34.34. Un 10:43.43 molto vicino al crono del rientro vale invece la terza posizione a Giulia Martinelli (CaRiRi/Forestale).

3000 siepi uomini – Successo conquistato con una volata all’ultimo respiro da  Jamel Chatbi: l’alfiere dell’Atletica Riccardi si prende gli otto punti della vittoria superando negli ultimi metri Hosea Kisorio (Virtus CR Lucca). Si corre su tempi di buon livello per la stagione: 8:36.51 per Chatbi, 8:36.68 per Kisorio. Terzo in 8:43.49 Abdoullah Bamoussa (Atl. Brugnera Friulintagli). 

400m uomini – Colpaccio di Aramis Diaz. Il portacolori della Riccardi (classe 1974!) vince la prima serie con 48.38.

Nessuno nella seconda riesce a batterlo: lo junior Giuseppe Leonardi (Enterprise Sport&Service) chiude in 48.52 ed è secondo. Per trovare il terzo classificato occorre tornare nella prima: è Cheick Hamed Minougiu (Atl. Vicentina) con 48.57.

400m donne - Maria Benedicta Chigbolu (CaRiRi/Esercito) gestisce la situazione senza grossi problemi. L'azzurra, vicecampionessa italiana assoluta, completa la sua missione da 8 punti sul giro di pista in 53.98. Dietro di lei l'azzurrina, bronzo europeo junior dei 400hs, Ayomide Folorunso (CUS Parma/Fiamme Oro) che in dirittura d'arrivo riagguanta il secondo posto (54.80) precedendo la lettone Gunta Latiseva Cudare (Enterprise S&S), 54.88.

ASTA uomini - 5 metri e vittoria per il 33enne altoatesino Manfred Menz (Athletic Club 96 AE spa) davanti a Matteo Rubbiani (La Fratellanza 1874) 4,80 e allo junior Federico Biancoli (Atl. Riccardi) 4,70.   

ALTO donne - Maura Mannucci (CaRiRi) svetta sul resto della concorrenza salendo a quota 1,82. Si fermano sette centimetri più in basso sia la lettone Madara Onuzane (Enterprise S&S) che Elena Brambilla (Bracco/Fiamme Azzurre), entrambe ad 1,75. La lombarda esce purtroppo di scena in barella, messa KO da un infortunio. Non

100m uomini - Sono uno accanto all'altro: corsia 3 Giovanni Galbieri (Atl. Riccardi), corsia 4 Matteo Galvan (Atl. Vicentina/Fiamme Gialle). Gli occhi della tribuna sono tutti puntati sui due velocisti veneti con il veronese pronto a far valere il rango di campione europeo under 23: la vittoria è nettamente sua in 10.79 (-2.0). Il quattrocentista vicentino lo segue in 10.93, mentre il terzo tempo di giornata lo firma il 31enne Stefano Anceschi (Atl. Riccardi), leader della serie d'apertura in 10.94 (-2.0).     

100m donne - I migliori crono arrivano tutti dalla seconda serie. La spunta la staffettista azzurra Giulia Riva (Fanfulla Lodigiana) che prende il largo in corsia 2, chiudendo in 11.92 controvento (-1.6). Alle sue spalle la tricolore under 23 Anna Bongiorni (CUS Pisa Atl. Cascina/Forestale) 12.05 e Ilenia Draisci (ACSI Italia/Esercito) 12.27.    

110hs - Il vento non dà tregua sul rettilineo dello Stadio "Armando Picchi". Anche gli atleti dei 110hs devono farne le spese (-2.0), ma i campioni d'Italia dell'Atletica Riccardi Milano riescono comunque a piazzare Ivan Mach di Palmstein (14.41) e Carlo Giuseppe Redaelli (14.60) in cima alla classifica. Terzo il reatino Luca Trgovcevic (CaRiRi) in 14.86.

100hs - Giulia Pennella non smentisce il ruolo di favorita. La toscana, oltre alle barriere, si trova di fronte un vero e proprio muro di vento (-2.4), ma questo non le impedisce di sfrecciare per prima al traguardo: 13.49 e otto punti per la pluriscudettate dell'ACSI Italia Atletica. Dietro di lei fa doppietta la Bracco Atletica con la milanese Sara Balduchelli (13.92) e la padovana Silvia Zuin (14.31).  

MARTELLO donne - Il 61,75 del secondo lancio di Sara Fantini vuole dire almeno tre cose: vittoria, primato personale di oltre 1 metro e il secondo posto (davanti a Silvia Salis) nelle liste italiane junior alltime. La 18enne, figlia d'arte del pesista Corrado ("Cocco") e della giavellottista Paola Iemmi, consegna così il massimo punteggio al CUS Parma superando l'ex tricolore assoluta Micaela Mariani (CUS Pisa Atl. Cascina) 59,27 e l'altra junior Agata Gremi (Brescia 1950) 51,74.

(ha collaborato Cesare Rizzi)

Finale "ORO" - Jesolo (VE), 26-27 settembre 2015
CLUB MASCHILI: Atletica Riccardi Milano, Atl. Firenze Marathon, Enterprise Sport & Service, Atl. Virtus CR Lucca, La Fratellanza 1874, E.Servizi Atl. Futura Roma, Atl. Biotekna Marcon, Athletic Club 96 AE spa, Atl. Studentesca CaRiRi, Atl. Brugnera Friulintagli, Atl. Cento Torri Pavia, Atl. Vicentina

CLUB FEMMINILI: ACSI Italia Atletica, Atl. Studentesca CaRiRi, Bracco Atletica, CUS Pisa Atl. Cascina, Enterprise Sport & Service, Nuova Atl. Fanfulla Lodigiana, CUS Parma, Atl. Brescia 1950, Atl. Vicentina, Atl. Brugnera Friulintagli, Atl. Bergamo 1959 Creberg, Atl. Firenze Marathon

CdS ASSOLUTI 2015 - LA COMPOSIZIONE DELLE FINALI NAZIONALI

ISCRITTI/Entries - RISULTATI/Results:
Finale ORO: Jesolo (VE)
Finale ARGENTO: Matera
Finale B Nord-Est: Rovereto (TN)
Finale B Nord-Ovest: Genova
Finale B Tirreno: Orvieto
Finale B Adriatico: Macerata


Gli atleti dei 100 metri (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: