Societari U23: colpo Arnaudo nelle siepi

11 Settembre 2021

Nel day 1 della finale nazionale, a Bergamo, con 9:45.86 si migliora di oltre quindici secondi la mezzofondista azzurra, vicecampionessa europea di categoria nei 10.000

 

A Bergamo, nella prima giornata della finale scudetto under 23, la copertina è per la mezzofondista Anna Arnaudo. L’azzurra si rende protagonista di un gran miglioramento nei 3000 siepi con 9:45.86 che vale un progresso di oltre quindici secondi. Un altro risultato di spicco in questa stagione per la piemontese, salita sul podio nei 10.000 agli Europei di categoria a Tallinn dove ha conquistato l’argento un paio di mesi fa. Alla seconda gara della carriera sulla distanza, dopo l’esordio vincente alla rassegna tricolore (10:01.16 in giugno a Grosseto), la ventenne del Battaglio Cus Torino diventa così la sesta italiana di ogni epoca a livello assoluto e la seconda tra le promesse. Al giro di boa comandano le classifiche gli uomini dell’Atletica Vicentina (102,5 punti) e tra le donne, per un maggior numero di risultati juniores, l’Atletica Lecco Colombo Costruzioni (62,5) anche se i punteggi più alti sono quelli di Studentesca Rieti Milardi e Atletica Vicentina a quota 97.

Ancora nel mezzofondo, ma sui 1500 metri, si comporta bene la genovese Ludovica Cavalli (Bracco Atletica/Aeronautica) che avvicina il personal best con 4:16.19. Sempre al femminile nei 5000 di marcia la 19enne Martina Casiraghi (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), quinta ai recenti Mondiali U20, scende a 22:43.62 (decima under 20 alltime in campo nazionale). Nei 100 ostacoli Alice Muraro (Atl. Vicentina) riesce a migliorarsi con 13.69 (-0.5), dopo essersi dedicata quest’anno soprattutto al giro di pista con barriere, mentre nei 110hs è il fotofinish a decidere il primo posto di Franck Brice Koua (Cus Pro Patria Milano) nei confronti di Mattia Montini (Atl. Lecco Colombo Costruzioni/Carabinieri), 14.18 (+0.1) per entrambi. Cresce la 18enne Benedetta Benedetti (Studentesca Rieti Milardi/Esercito) nel peso con 14,26. Nel martello Cecilia Desideri (Studentesca Rieti Milardi), già finalista U23 a Tallinn, si impone con 60,77 superando la junior Emily Conte (Atl. Riviera del Brenta, 58,80) e nel giavellotto Michele Fina (Atl. Brugnera Friulintagli), 19 anni compiuti da un paio di giorni, torna a sfiorare i settanta metri con il primato stagionale di 69,75. Arrivano praticamente appaiati nei 5000 di marcia Emiliano Brigante (Trieste Atletica), classe 2003, che vince in 20:41.40 e Giulio Scoli (Atl. Livorno, 20:41.46).

Sfida per il successo tra juniores nei 400 con Alexandra Almici (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco), bronzo mondiale ed europeo della 4x400, in 56.39 davanti a Zoe Tessarolo (Atl. Vicentina, 56.71). Il vicecampione europeo under 20 della 4x400 Tommaso Boninti (Atl. Livorno, 48.34) si aggiudica il duello dei 400 con Alberto Montanari (La Fratellanza 1874 Modena), secondo in 48.37. Nei 3000 siepi il ventenne Zouhir Sahran (Milone Siracusa) si migliora a 9:04.49 staccando il bronzo europeo U20 Cesare Caiani (Atl. Brugnera Friulintagli, 9:37.15) e lo junior Masresha Costa (Atl. Brugnera Friulintagli) prevale sui 1500 in 3:52.22. Vento contrario nei 100 di Giorgia Bellinazzi (Atl. Brugnera Friulintagli), 11.99 (-1.2), con il successo tra gli uomini per Alessandro Ori (La Fratellanza 1874 Modena), 10.83 (+0.8). Nel triplo i dodici punti premiano il 12,86 (-1.0) della junior Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta), mentre fuori classifica Veronica Zanon (Fiamme Oro) salta 12,88 (-0.2), e al maschile Nicola Pozza (Atl. Vicentina) atterra a 14,62 (+0.8). Due vincitori nell’asta con 4,80 a pari merito: Andrea Marin (Atl. Vicentina) e Francesco Pugno (Safatletica Piemonte) che eguaglia il personale, stessa misura per Luca Barbini (Atl. Lecco Colombo Costruzioni) ma terzo in classifica. Anche nell’alto in tre a 1,76 con il primo posto a Giulia De Marchi (Atl. Vicentina) 1,76 per minor numero di errori su Nicole Romani (La Fratellanza 1874 Modena) e Rebecca Mihalescul (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco). Nel disco bottino pieno con 44,91 di Giacomo Licini (Atl. Bergamo 1959 Oriocenter), staffette 4x100 a Studentesca Rieti Milardi (Noemi Di Marco, Chiara Gherardi, Valeria Simonelli, Ginevra Ricci in 47.29) e Atletica Vicentina (Vichet Schiavetto, Davide Guidolin, Stefano Quarshie, Abdou Guene con 41.62). Domani la seconda e decisiva giornata alla finale nazionale dei Campionati di società under 23, che assegnerà i titoli italiani per club.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI


Condividi con
Seguici su: