Societari Master, Rado da record

21 Settembre 2013

A Montecassiano (MC), Carmelo Rado riscrive il primato mondiale M80 del disco

 

Nella prima giornata dei Campionati italiani di società master su pista a Montecassiano, in provincia di Macerata, arrivano subito un record mondiale, quattro primati italiani e tante sfide combattute. Il protagonista dell’impresa iridata è Carmelo Rado: sulla pedana del disco, per la terza volta in un mese, il lanciatore dell’Olimpia Amatori Rimini riesce a incrementare il suo limite mondiale M80 grazie alla misura di 40,45 alla prima prova. Uno sportivo che non ha mai interrotto la pratica agonistica, dopo una carriera che lo ha visto settimo ai Giochi Olimpici di Roma nel 1960 e ottavo agli Europei due anni più tardi. Nato a Oderzo, in Veneto, ma cresciuto a Biella, ha poi vissuto in Sudafrica e a San Donato Milanese, prima di stabilirsi a Calusco d’Adda (Bergamo). Quest’anno ha compiuto 80 anni (il 4 agosto) e poco dopo ha iniziato la sua serie di record mondiali nella categoria: il 30 agosto a Rimini (38,65 nel disco e 19,91 nel martello con maniglia corta) e l’8 settembre ad Aosta (39,46 nel disco e 5355 punti nel pentathlon lanci), proseguendo a Montecassiano: “Siamo i precursori di una nuova vecchiaia, da vivere in modo gioioso - dichiara Rado - perché in futuro la giovinezza sarà molto più lunga. E potrei far meglio, se non fossi condizionato da un infortunio alla caviglia sinistra: in pratica l’unico record di cui sono soddisfatto è quello del martello con maniglia corta, gli altri sono inferiori ai miei standard”. Sono quattro i primati italiani: in ordine cronologico apre nel martello MF70 un’altra azzurra come Maria Luisa Fancello (Assi Giglio Rosso Firenze), che vanta 22 presenze in Nazionale assoluta fra il 1959 e il 1974. “Ho ripreso tre anni fa - spiega - l’atletica è un divertimento, a ogni livello. In gara si dà sempre il massimo, cercando la tecnica più adeguata per raggiungere l’obiettivo e adattandola all’età come avviene nelle categorie giovanili, ma affrontando la competizione come un gioco: questa è l’essenza dello sport”. Sui 100 metri Graziella Cermaria (Atl. Santamonica Misano) ritocca il suo primato MF55 abbassandolo fino a 14”49 (vento -1.1), anche se il primo posto della gara va a Mariuccia Quilleri con 15”02 (-0.7) tra le MF60, in base al diverso punteggio rapportato alla categoria. La sprinter bresciana dell’Atletica Virtus Castenedolo ha iniziato da pochi anni con l’attività master e quest’anno ha conquistato due ori ai World Masters Games di Torino: “Ho sempre fatto sport - racconta - dalla ginnastica allo sci, dalla vela al nuoto, ma con l’atletica mi ero fermata da ragazza, a 14 anni, con un titolo regionale. Poi nel 2010 ho ripreso, per entrare in un mondo che fino a quel momento era per me sconosciuto. Fare sport a livello agonistico mi dà tanta energia, aiutandomi a pensare che si può superare ogni limite, e quindi anche a crescere nel mio lavoro, che è quello di avvocato divorzista: la mia vita è sicuramente migliorata”. In chiusura di una giornata disputata in buone condizioni meteo e quasi interamente sotto il sole al polo sportivo di San Liberato, due record italiani dalle staffette: la 4x100 MF55 della Liberatletica Roma (Maria Grazia Rafti, Nadia Ruggeri, Milka Simrak, Cinzia Lo Fazio) con 1:00.23 e la 4x100 MM75 della Sc Meran Forst Volksbank (Hans Laimer, Silvano Giavara, Guido Mazzoli, Aldo Zorzi) in 1’05”24. Ma il tifo sfrenato dalla tribuna ha coinvolto tutte le gare: ad esempio i 400 metri maschili, con il miglior punteggio per il sempreverde Antonio Nacca (Amatori Masters Novara), tornato in questa stagione alle competizioni nel suo primo anno di categoria MM90, che ha chiuso in 1’43”25. Senza dimenticare il salto in alto, vinto da Marco Segatel (Olimpia Amatori Rimini) con un significativo 1,87 nella categoria MM50. Presenti alla manifestazione fra gli altri Giacomo Leone, consigliere nazionale FIDAL; Giulio Farina, vicesindaco di Montecassiano; gli assessori comunali Paola Del Dotto e Gianfranco Del Re, insieme a Luciano Luzi, delegato allo sport del Comune di Montecassiano, che patrocina l’evento organizzato dall’Atletica Montecassiano. La classifica provvisoria della rassegna tricolore “over 35”, dopo la prima giornata, è comandata dall’Atletica Virtus Castenedolo tra gli uomini, davanti a Olimpia Amatori Rimini e La Fratellanza 1874 Modena, con l’Assi Giglio Rosso Firenze che guida in campo femminile nei confronti di Romatletica e Liberatletica Roma. Tutto questo in attesa della seconda e decisiva giornata, che domani dalle 8.30 alle 16.00 circa assegnerà gli scudetti master.

Luca Cassai (CR FIDAL Marche)

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: