Societari: Greco 16,32, Jacobs 10.32

07 Maggio 2016

Nella prima giornata dei CdS Assoluti, a Rieti, dopo venti mesi di nuovo in gara il triplista. Ad Arezzo lo sprinter toglie un decimo al PB.


 

Lo sprint nei 100 di Marcell Jacobs, i ritorni incoraggianti di Daniele Greco ed Emanuele Abate. Pomeriggio super, tra Arezzo e Rieti, per i tre portacolori delle Fiamme Oro nella prima prova regionale dei Campionati di Società Assoluti.

JACOBS VELOCE - La scossa di Marcell Jacobs ad Arezzo. Con una rasoiata da 10.32, accompagnata da un vento di +1.4, lo sprinter delle Fiamme Oro toglie un decimo al primato personale, realizza il miglior tempo italiano dell'anno e centra lo standard per gli Europei di Amsterdam (serviva 10.38). Jacobs, in gara oggi con la maglia dell'Atletica Virtus Cr Lucca, firma un nuovo miglioramento dopo il 10.42 realizzato all'esordio a Palmanova domenica scorsa. "Seconda gara dell'anno ai Cds chiusa con un ottimo 10.32 nonostante una brutta partenza. Ora si festeggia", esulta sul proprio profilo Facebook.

GRECO RIPARTE - Dopo venti mesi senza gare per la rottura del tendine d'Achille, è positivo il ritorno in pedana di Daniele Greco. A Rieti riparte con un buon 16,32 (+0.8 il vento) e una serie in crescita. Il salto migliore è il quarto, ma nell'ultimo tentativo - misurato a 16,24 - stacca molto indietro e lascia in pedana oltre venti centimetri. Sostenuto in tribuna dai tecnici Raimondo Orsini e Roberto Pericoli, ma anche da Fabrizio Donato, il saltatore delle Fiamme Oro rompe il ghiaccio con i primi tre salti a 15,26, 15,76 e 15,84. Il suo quarto hop-step-jump produce il 16,32 e poi al quinto turno decide di passare per lasciarsi un ultimo tentativo (16,24). La gara, ai fini delle classifiche dei CdS, la vince Daniele Cavazzani (Studentesca CaRiRi) con 16,02. "È un punto di partenza", commenta Greco. "Il piede risponde bene e funziona, vediamo come mi sveglio domattina. Non posso dire di essere soddisfatto della misura, ma ricomincio da qui. Avevo sensazioni strane, credevo sempre di fare nullo e invece staccavo indietro. Mi serve ritrovare la ritmica giusta". Lo rivedremo in pedana probabilmente tra due settimane a Savona.

ABATE RIENTRA - Torna nei 110hs a quasi tre anni dalla rottura del tendine d'Achille il primatista italiano Emanuele Abate, che soddisfa subito lo standard richiesto per partecipare agli Europei di Amsterdam. L'ostacolista delle Fiamme Oro rientra con un bel 13.85 (+1.1 il vento) ottenuto nonostante la pioggia di Rieti e la pista umida dello stadio Raul Guidobaldi. Battuto il duo della Studentesca CaRiRi Luca Trgovcevic (14.10) e Simone Poccia (14.14). "Non la considero una buona gara in sé e per sé - è la valutazione di Abate - non sono soddisfatto della prestazione, purtroppo la pioggia mi ha innervosito perché è iniziata a scendere proprio mentre eravamo sui blocchi. Sono invece felice di essere tornato, quello sì. Era dal luglio 2013 che non gareggiavo nella mia specialità, ho dovuto affrontare mesi difficili, l'operazione, il recupero". Prossime tappe? "Domenica sarò di nuovo in pista a Montgeron, in Francia - annuncia - e poi punto a partecipare al Golden Gala, sempre in ottica Europei di Amsterdam. Ed è chiaro, penso anche a Rio: quattro decimi al tempo di oggi si possono sicuramente togliere".

LE ALTRE DA RIETI - Maria Benedicta Chigbolu e Marzia Caravelli scendono sotto i 53 secondi nei 400. La Chigbolu (Studentesca CaRiRi/Esercito) si impone con il tempo di 52.47 di fronte alla Caravelli (Aeronautica) che si migliora fino a 52.94. Terza Chiara Bazzoni (Esercito) con 53.68. I più veloci nei 100 sono Giulia Arcioni (Studentesca CaRiRi/Forestale) con 11.93 (-1.4) e Fabio Tardito (Acsi Campidoglio Palatino) con 10.92 (-1.0). Convince Dariya Derkach (Acsi Italia/Aeronautica) nel triplo con 13,72. Abbatte il personale nei 400 di quasi un secondo e mezzo (47.27) Osaremen Godstim Ozigbo (Atletica dei Gelsi). Riecco una buona Giulia Martinelli (Studentesca CaRiRi/Forestale) sui 3000 siepi: 10:16.67. Oxana Corso migliora di quasi cinque secondi il proprio record del mondo paralimpico dei 400 metri nella categoria T35 con il tempo di 1:14.79.

Nazareno Orlandi

CdS Assoluti 2016 - le sedi prima prova regionale (7-8 maggio)
Campania: Agropoli (SA); Emilia Romagna: Modena; Friuli-Venezia Giulia: Udine; Lazio: Rieti; Liguria: Genova; Lombardia (uomini): Busto Arsizio (VA); Lombardia (donne): Pavia; Marche/Abruzzo: Fermo; Piemonte/Valle d’Aosta: Torino; Puglia/Basilicata: Bari; Sardegna: Cagliari; Sicilia: Palermo; Toscana: Arezzo; Trentino/Alto Adige: Rovereto (TN); Umbria: Orvieto (TR); Veneto: Vicenza; Calabria (14-15/5): Siderno (RC)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: