Runcard progetto e valori dell'atletica

26 Novembre 2014

Il presidente FIDAL Alfio Giomi ha consegnato la tessera numero 13 al presidente CONI Giovanni Malagò

 

Stamattina presso la Sala Tribuna Autorità dello Stadio Olimpico di Roma molte telecamere e tanti flash puntati sul lancio del progetto RUNCARD. È una conferenza stampa, ma a parlare è la corsa, il running. Entusiasta il presidente FIDAL Alfio Giomi che, affiancato dal Segretario Generale Fabio Pagliara:, dichiara “Le statistiche ci dicono che in Italia ci sono quasi 5 milioni di persone che fanno running a vario livello. Rappresentano una realtà che va oltre quella dei nostri tesserati e Runcard nasce proprio con l’intento di provare a coinvolgerli in quelli che sono i valori e il mondo dell’atletica, sport di vita. Runcard è un invito a promuovere anche la visita medico-sportiva, un aspetto non trascurabile per chi fa sport. La corsa, del resto, è un tipo di attività popolarissima e che incide profondamente nel sociale. E proprio al sociale abbiamo voluto guardare con attenzione destinando una quota fissa delle sottoscrizioni di Runcard ad associazioni impegnate in prima linea come ActionAid e Libera. Con questo progetto, però, ci sta a cuore sostenere concretamente il nostro movimento giovanile: ogni Runcard varrà, infatti, un contributo di 10 euro in favore dei Campionati Studenteschi. Senza dimenticare il "progetto parchi”, collegato a Runcard, che intendiamo portare avanti sul territorio in sinergia con l’ANCI”.      

Sulla stessa lunghezza d’onda il presidente del CONI, Giovanni Malagò al quale oggi è stata consegnata, in formato "oversize", la tessera Runcard numero 13: “Runcard è una grande idea. Basta fare un giro nei parchi di qualsiasi città per rendersi conto di quante persone corrano abitualmente ogni giorno. Veri appassionati che magari non sono mai entrati in contatto con la Federazione e che ora, invece, possono cogliere anche l’importante opportunità della visita medico-sportiva. Runcard potrà contare su tante aziende vicine al mondo dello sport e attente ad offrire servizi specifici per il popolo della corsa. Complimenti anche per tutte le iniziative legate al sociale, state lavorando nella giusta direzione e credo che l’atletica debba partire anche da questo”. Ad accompagnare il numero 1 del Comitato Olimpico nazionale c'erano anche il Segretario Generale Roberto Fabbricini, il Vice Segretario e Responsabile della Preparazione Olimpica Carlo Mornati e l'Amministratore Delegato di CONI Servizi, Alberto Miglietta

A salutare il lancio del progetto Runcard non potevano due big della maratona azzurra come il campione olimpico di Atene 2004 Stefano Baldini e l’argento mondiale ed europeo Valeria Straneo.

“Il consiglio che mi sento di dare – le parole di Baldiniai tanti amici runners è quello di vivere questa passione sempre con il cuore e il sorriso. Solo così si arriva lontano e si possono raggiungere i propri obiettivi. Come Direttore Tecnico del settore giovanile FIDAL non posso che essere felice dell'impegno concreto di questo progetto a favore dei Campionati Studenteschi”. “Per me la corsa è una passione da sempre – prosegue la Straneo -. Conosco bene il mondo delle corse su strada, anche nella sua dimensione più amatoriale, perché è a partire da quel mondo che mi sono avvicinata a questo sport. Continuo a sentirmi una di loro e forse è anche per questo che oggi sono tantissimi i runners che mi seguono con tanto affetto. Da atleta Runcard mi sembra una gran bella idea perché dà risposte concrete a certe esigenze tipiche di chi ama correre. Da mamma di due bambini mi fa molto piacere sapere che i proventi di questa iniziativa daranno una mano allo sport nella scuola!”.

Tra i volti noti che sono intervenuti alla presentazione anche l'attore Luigi Lo Cascio, in qualità di testimonial di Libera, l'associazione delle associazioni antimafia di Don Ciotti: "Amo l'atletica. Da giovane ho fatto un po' di mezzofondo a Palermo ai tempi di Antibo e da attore ho interpretato un personaggio come il maratoneta Dorando Pietri. I proventi di Runcard andranno a sostegno del progetto "Sport, legalità e memoria" focalizzato sul quartiere Zen di Palermo. Con la collaborazione di ex atleti come Rachid Berradi contiamo che possa essere un contributo utile al riscatto di questa zona. E' necessario combattere la dispersione scolastica e promuovere valori fondamentali come il rispetto delle regole per una vita sportiva che qui sia il modello e la linfa di una comunità futura". A fargli eco è Marco De Ponte, segretario generale ActionAid: "In qualità di social partner della FIDAL ActionAid partecipa al progetto Runcard beneficiando di 1 euro per ogni tessera sottoscritta. I fondi raccolti saranno destinati ad “Operazione Fame”, la campagna per il diritto al cibo che vuole contribuire a cancellare le cause della fame nel mondo di cui oggi soffrono 805 milioni di persone in tutto il pianeta. E si arriva a 2 miliardi se si aggiungono le persone malnutrite. Uno squilibrio drammatico e inaccettabile, figlio dell’attuale sistema di produzione e distribuzione del cibo.

Il mondo dello sport in questo senso può lanciare un messaggio importante".

In prima fila i rappresentanti delle aziende partner che hanno scelto di sostenere fin dall'inizio il progetto Runcard. “Le Frecce Trenitalia saranno da oggi ancora più vicine alle esigenze degli atleti e dei runner - spiega Orazio Carabini, Direttore Comunicazione Esterna e Media di Trenitalia - riservando ai tesserati FIDAL le speciali condizioni previste dagli accordi corporate che Trenitalia stipula con le aziende. Intanto subito un buono sconto di 10 euro per tutti i possessori di Runcard. Sono oltre 200 i collegamenti giornalieri Frecciarossa, Frecciargento e Frecciabianca fra le principali città italiane, fra cui Torino, Milano, Venezia, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e Bari, tutte sedi di importanti eventi podistici. Con questa partnership la nostra società si conferma amica dello sport e dell’ambiente”.

Luca Bacherotti, Amministratore Delegato ASICS Italia: "ASICS, storico partner della FIDAL, è orgogliosa di collaborare al  progetto Runcard, nuova ed entusiasmante iniziativa che ha l’obiettivo di aggregare tutti coloro che si riconoscono nei valori della corsa. ASICS è l’acronimo di Anima Sana In Corpore Sano, principio che sta alla base della filosofia aziendale secondo cui la pratica sportiva aiuta ad avere una vita felice e sana. Credere nella cultura dello sport, inteso come attività che non solo ha effetti positivi sul benessere fisico e  psicologico delle persone, ma costituisce anche un linguaggio universale che travalica le differenze di razza e cultura".

Gianmaria Restelli, Responsabile Comunicazione esterna e Corporate Image UnipolSai Assicurazioni: "UnipolSai Assicurazioni sostiene lo sport come veicolo di crescita e di sviluppo individuale e sociale. E' in questa logica che si inserisce il nostro rapporto di main sponsor e sponsor della maglia azzurra FIDAL. Attraverso questa sinergia tutti i possessori di Runcard potranno contare su una specifica copertura assicurativa per infortuni derivanti dall’attività sportiva di jogging e running".

Maurizio Casasco, presidente Federazione Medico Sportiva Italiana: "Aspettavamo questo momento, favorire la visita medico-sportiva è una grande opportunità per tutti. In quest'ottica è molto importante correre insieme per andare incontro e dare le risposte giuste al problema della tutela della salute in ambito sportivo".

Cosa aspetti? CLICCA QUI e richiedi subito la tua RUNCARD!

LE FOTO della PRESENTAZIONE DI RUNCARD a ROMA (GMT/FIDAL)

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

Il presidente FIDAL, Alfio Giomi firma il protocollo d'intesa con Trenitalia (foto GMT/FIDAL)



Condividi con
Seguici su: