RomaOstia vince l'Africa Incerti 1h10:16

02 Marzo 2014

Buona prova della campionessa europea di maratona alla 40° edizione della mezza maratona della capitale. Vittorie di Aziz Lahbabi in 59:25 e Carolin Chepkwony in 1h08:48

 

Aziz Lahbabi in 59:25, il crono più veloce dell’anno, e Caroline Chepkwony in 1h08:48 vincono la 40° edizione della RomaOstia, gara insignita dell’etichetta IAAF Gold Label che ha visto arrivare al traguardo 11.268 atleti. A due settimane dall'1h10:10 ai Campionati Italiani di mezza maratona a Verona, Anna Incerti (Fiamme Azzurre) ribadisce il buon stato di forma chiudendo al settimo posto in 1h10:16.

GARA MASCHILE - Il marocchino Aziz Lahbabi in compagnia dell’etiope Hunegnaw Mesfin (secondo sul traguardo in 59:39) e di Titus Masai (terzo in 59:41) approfitta da subito del ritmo imposto dal pacemaker Victor Chumo, con un passaggio al quinto chilometro in 14:08 e al decimo in 28:02. Intorno al quindicesimo, sotto una leggera pioggia, Lahbabi allunga sugli inseguitori sino ad accumulare un vantaggio finale di 14 secondi.

È dodicesimo al traguardo il campione italiano dei 3000 siepi Jamel Chatbi (Riccardi Milano) con il crono di 1h02:38 con Domenico Ricatti (Aeronautica) diciassettesimo al primato personale di 1h03:47.

DONNE - Nella gara femminile non è della partita la turca Elvan Abeylegesse, favorita della vigilia, costretta al ritiro dopo pochi chilometri per un forte dolore al ginocchio, e così ne approfittano le due keniane Caroline Chepkwony, prima sul traguardo con un buon crono di 1h08:48 e Sharon Cherop, a tre secondi di distacco in 1h08:51. Appena due secondi dietro le due etiopi Gudeta Kebede e Demis Ware, rispettivamente terza e quarta con lo stesso tempo di 1h08:53. Convincente la prova di Anna Incerti (Fiamme Azzurre) che a 15 giorni dall'1h10:10 siglato in occasione del secondo posto ai Tricolore di mezza maratona di Verona taglia il traguardo in settima posizione con un crono di poco superiore all’ora e 10 minuti, 1h10:16. La campionessa europea di maratona, due volte vincitrice della RomaOstia (nel 2009 e 2011) e alla quinta partecipazione alla  popolare Mezza della Capitale, è attesa ora nei Mondiali di mezza maratona del 29 marzo a Copenaghen (Danimarca), un altro passo sulla strada che la porterà ai 42,195 metri degli Europei di Zurigo.

La siciliana allenata da Tommaso Ticali, da maggio 2013 mamma di Martina, ha anticipato le altre azzurre Fatna Maraoui (Esercito) undicesima in 1h13:18 e Deborah Toniolo (Forestale) che ha chiuso al diciottesimo posto in  1h15:29. Curiosità: tra gli 11.268 atleti giunti al traguardo anche un neo Ministro, quello della difesa Roberta Pinotti arrivato al traguardo in 2h02:53.

GARA PARALIMPICA – Il primo hand-biker a tagliare il traguardo è stato Mauro Cratassa, atleta del Circolo Canottieri Aniene; Alessandro Di Lello della Athletic Terni, campione del mondo in carica di maratona, si è invece aggiudicato la gara riservata alla classe T46.

Dramma al termine della gara quando Fabrizio Bellucci, tesserato per la LBM Sport di Roma, accusa un forte malore. Ricoverato d’urgenza non ha mai ripreso conoscenza, nonostante i tentativi di rianimazione effettuati prima nel punto di primo soccorso all’arrivo e successivamente presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Grassi di Ostia, allertato come di consueto per l’evento. Il Comitato Organizzatore esprime profondo dolore per l’accaduto e si stringe alla Famiglia e alla società sportiva dell’atleta in una forte abbraccio. 

(da comunicato stampa organizzatori)

RISULTATI/Results

TV – Differita oggi domenica 2 marzo alle 19:20 su RaiSport 1. Replica lunedì 3 marzo alle 15:00 su RaiSport1.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: