Rieti, allievi a caccia del Tricolore

14 Giugno 2017

Da venerdì 16 a domenica 18 giugno lo stadio Raul Guidobaldi ospita la rassegna nazionale under 18. DIRETTA STREAMING su www.atletica.tv


 

DIRETTA STREAMING su www.atletica.tv - hashtag: #Allievi2017

di Raul Leoni

Edizione numero 52 dei Campionati Italiani Allievi, si torna al “Guidobaldi” di Rieti (16/18 giugno) per la quinta volta nell’ultimo decennio: a conferma che questa è una sede privilegiata per l’atletica giovanile. Sarà un altro weekend con grandi numeri di partecipazione: attesi ben 1462 atleti (741 allievi e 695 allieve) in rappresentanza di 322 società, per un totale di 1738 atleti-gara pronti a contendersi 42 titoli, equamente suddivisi tra settore maschile e femminile. Intanto la stagione internazionale di questa fascia di età è già partita con le convocazioni dei 12 azzurrini per la Coppa Jean Humbert di Nancy (gare dal 26/28 giugno) e con le pre-convocazioni del contingente da 24 atleti interessati dall’Eyof di Gyor (24/28 luglio, in questo caso allievi della classe 2001 e anche dei cadetti al secondo anno). Tanti i protagonisti annunciati, dopo il primo importante banco di prova stagionale del “Brixia Meeting”: anzi, dopo il forfeit precauzionale a Bressanone, dovrebbe rivedersi in pedana Carolina Visca (Fiamme Gialle Simoni), primatista di categoria ma anche detentrice del record juniores col giavellotto da 600 grammi (56.15 a Firenze, lo scorso 28 aprile): al momento terza nella lista europea dell’anno. E poi Edoardo Scotti (Cus Parma), che ha sfiorato in due occasioni il limite dei 400m (47.07, a 2/100 dal tempo di Marco Lorenzi) e la campionessa italiana assoluta dell’asta indoor, Maria Roberta Gherca (Atletica Velletri, 4.15 al coperto e 4.00 outdoor) che troverà in pedana, fuori classifica, Roberta Bruni. Il velocista trentino Lorenzo Paissan (Atletica Trento, 10.53 e 21.36) è stato inserito anche nel gruppo azzurro della staffetta in vista del test - in programma sabato 17 giugno - dei quartetti U20 e U23 in rodaggio per le rassegne continentali di Grosseto e Bydgoszcz. Allungando le distanze, da seguire la romana Eloisa Coiro (Roma Acquacetosa, leader di 400 e 800 con 54.72 e 2:06.73) nonché due ragazze come Nadia Battocletti (Atl. Valli di Non e Sole) e Ludovica Cavalli (Trionfo Ligure) che hanno confermato nelle ultime uscite il loro valore e parteciperanno nel successivo fine settimana anche al Challenge mondiale di corsa in montagna a Gagliano del Capo, in Salento.

In pedana il terzo allievo di sempre nell’alto, Giacomo Belli (Libertas Runners Livorno, 2.18), mentre al femminile è in progresso la milanese Bianca Garibaldi Devoto (Cus Pro Patria Milano, 1.78), e il secondo all time del martello, Giorgio Olivieri (Team Atletica Marche, 74.70).  

Ma i temi d’interesse non si esauriscono qui e perciò ci affidiamo al responsabile tecnico Stefano Baldini per un esame più ampio della tre-giorni di Rieti: “In primo luogo vorrei che questa fosse soprattutto una festa per la categoria: che nelle liste degli oltre 1600 iscritti-gara ci siano già 30 prestazioni valide per i minimi degli Europei juniores di Grosseto 2017 è solo un dato ulteriore. Tra l’altro è tradizione che in queste occasioni vengano alla ribalta nomi nuovi e le gerarchie, in questa fascia di età, possono facilmente essere sovvertite da un giorno all’altro”.

Detto questo, l’olimpionico della maratona dispensa ottimismo per lo stato di salute della categoria U18: “Sono sicuro che sarà una manifestazione esaltante, Rieti è la sede ideale in questo senso: a parte i nomi già fatti, sono curioso di vedere all’opera le ostacoliste. In quattro sotto i 14 secondi nei 100hs, con Rebecca Menchini, Fabrizia De Meo, Giulia Guarriello e Ludovica Landi già protagoniste al Brixia. E sul giro di pista la sfida tra Emma Silvestri, Greta Zuccarini e Valeria Paccagnella: senza dimenticare i progressi di Leonardo Puca al maschile”.

Nel mezzofondo c’è da annotare in rosso il duello delle siepi allieve: “Abbiamo ricordato prima Ludovica Cavalli (quarta allieva di sempre sui 2000 siepi, 6:58.26), ma c’è anche Assia El Maazi, vicinissima nei tempi personali”.

E continuando: “Non so ancora se Nadia Battocletti ed Eloisa Coiro doppieranno: nel caso della romana siamo comunque sempre in contatto con il tecnico Emilio De Bonis e sono sicuro che deciderà per il meglio tra i 400, dove Eloisa potrebbe incontrare Elisabetta Vandi, e gli 800 metri”.

Sulle pedane, le misure stagionali alimentano la rivalità tra le tripliste: “Ma attenzione, tra le prime tre ce ne sono due del 2001 – Veronica Zanon e Alice Rodiani – che possono essere prese in considerazione per Gyor e le qualità di Camilla Vigato le conosciamo”. Come pure sedicenni sono gli astisti Ivan De Angelis e Simone Di Cerbo, opposti a Giantommaso Bentivoglio, e al femminile Laura Pirovano e Francesca Zafrani, avversarie di Roberta Gherca. A proposito di elementi al primo anno, anche i lanci offrono il loro contributo: basti pensare al primatista cadetti Carmelo Musci (18.27 e 54.66 tra peso e disco), e le campionesse U16 uscenti Diletta Fortuna, Sara Zuccaro e Federica Botter che sfidano le azzurre U18 di Tbilisi Emma Peron (disco), Isabella Martinis (martello) e Carolina Visca (giavellotto).

Capitolo prove multiple? “La scelta di inserire la gara tricolore a Rieti è stata quasi obbligata: ma è anche un’occasione per dare centralità al settore. Tra l’altro sarà presente come ospite lo sloveno Ambroz Skafar, che è in caccia del minimo mondiale per Nairobi. Sul fronte degli U20 e U23 stiamo invece cercando di ampliare la lista dei qualificati per i rispettivi Campionati Europei: ci sono possibilità per organizzare una gara nelle prossime settimane oppure di partecipare a manifestazioni in calendario in Austria o Svizzera”.

Altra chiosa in vista degli Europei di Grosseto e Bydgoszcz: dopo i Campionati di categoria a Firenze, sono stati convocati 27 velocisti in totale, che daranno vita sabato ad una sequenza batteria/finale con la partecipazione di due quartetti maschili U20, due U23 e altre due formazioni femminili, una juniores e una promesse: “Anche Filippo Tortu sarebbe stato in gruppo, se non ci fosse stato l’infortunio di Roma: e comunque abbiamo acquisito un rinforzo come Alexandru Zlatan, che ha appena giurato come cittadino italiano. La composizione delle varie staffette è già stata provata nel corso dei raduni federali: a parte Paissan, che non deve fare la staffetta di club, non saranno interessati nell’occasione altri allievi e in particolare le allieve (tempi alla mano soprattutto Rebecca Menchini, Eleonora Alberti, Chiara Gala, Dalia Kaddari, in recupero la campionessa indoor Chiara Gherardi; n.d.a.)”. E per le staffette 4x400m? “I numeri di Firenze sono stati già confortanti: in più mi riprometto di rivedere in frazione Edoardo Scotti, perché in una fase regionale dei Societari l’ho già cronometrato in 46.5 e il dato mi pare promettente”.    

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- ORARIO/Timetable
- LE LISTE ITALIANE U18 DI SEMPRE


Condividi con
Seguici su: