Rieti, Minei marcia sull'argento

20 Luglio 2013

Quarta medaglia per la spedizione azzurra agli Eurojuniores: Vito Minei (PB 41:08.76) chiude d'argento, dietro il russo Parshin. L'oro del Triplo, Ottavia Cestonaro, in finale nel lungo.

 

di Raul Leoni

In apertura di terza giornata l’Italia fa poker di medaglie agli Europei juniores di Rieti: dalla marcia 10000m arriva l’argento di Vito Minei, tarantino di Laterza, prodotto della scuola Don Milani di Tommaso Gentile. Gara dura, mattinata calda e l’azzurro chiude sulla scia del russo Pavel Parshin, migliorando il personale con 41:08.76 (ottavo junior di sempre sulla distanza). In finale nel disco gli azzurri Gian Piero Ragonesi (PB 56.83 per l’azzurro nato in Perù) e Martin Pilato (56.33), rispettivamente settima e ottava misura tra i qualificati. Con 14.25 nel peso (11^) passa alla finale di stasera la reggina Monia Cantarella. Avanza la 4x400 maschile, miglior ripescata con 3:11.69. La neo-campionessa del triplo Ottavia Cestonaro si qualifica con l’11^ misura del lungo (6.10).

A questo LINK le parole degli azzurri.
RISULTATI/Results
GALLERY
TV - Diretta su RaiSport 2 dalle 9:30 alle 13:00 e differita su RaiSport1 dalle 20:15
STREAMING: sarà possibile seguire la manifestazione in diretta streaming attraverso il seguenteLINK
SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia - hashtag: #Rieti2013 | Facebook:www.facebook.com/fidal.it
LE SCHEDE DELLA SQUADRA ITALIANA | LISTE ITALIANE JUNIORES DI SEMPRE

LE GARE DELLA TERZA GIORNATA (mattina)

Lungo Donne (qual): Il copione è di quelli già visti qui a Rieti, sperando che porti bene come nel triplo: Ottavia Cestonaro bagna il suo fresco oro continentale guadagnandosi la finale nel lungo con relativa sofferenza. Comprensibile che le emozioni di ieri abbiano portato un calo di tensione nella vicentina: stavolta il salto della promozione arriva al primo turno (6.10), poi un altro buon tentativo all’ultimo turno (nullo di poco, bello). In pratica, prima dell’ufficialità, bisogna attendere che saltino tutte le altre: uno stillicidio che porta però un lieto fine. Fuori dal podio del triplo, la reginetta dei salti allievi a Donetsk fallisce addirittura l’inserimento tra le 12. Gara che sembra aperta per il podio, salvo l’exploit della tedesca Malaika Mihambo: 6.64 per consolidare la sua seconda misura stagionale dopo l’ucraina Maryna Bekh.  

4x400m Uomini (batterie): Rispetto ai valori individuali gli azzurri vanno forte: e questo è il merito principale del quartetto schierato dallo staff azzurro. Ciò che sembra rivedibile è più che altro la gestione di cambi e la distribuzione dello sforzo: ma foga e generosità eccessiva, su queste scene, possono far parte del gioco. L’importante è che si porti a casa la qualificazione, con il ripescaggio di 3:11.69: frutto delle frazioni di Mirko Romano (47.8), Francesco Conti (47.2), Nicolò Ghilardi (48.6) e Vincenzo Vigliotti (48.0).

Disco Uomini (qual): Dopo il personale nel peso, che non era stato sufficiente per la finale, l’italo-peruviano  Gian Piero Ragonesi mette a frutto l’intenso stage tecnico del raduno per migliorarsi anche nel disco: stavolta il 56.83 basta e avanza. Di lanci ne occorrono invece due a Martin Pilato per raggiungere il traguardo: il ravennate, già finalista a Lille 2011 da allievo, è ormai una sicurezza (56.33). Certo è che i migliori viaggiano ampiamente oltre i 60 metri con apparente facilità. Il veneto Andrae Caiaffa conferma i problemi tecnici di questa stagione – con conseguente discontinuità – e finisce lontano dai suoi limiti.

Peso Donne (qual): Basta un lancio a Monia Cantarella per raggiungere la qualificazione: 14.25, in linea con lo stagionale. Ma la reggina, che veste i colori della locale Cariri, dovrebbe essere matura per attentare ai 15 metri nella finale di stasera.

In testa a tutte la neo-campionessa mondiale U18, Emel Dereli (16.77 per la turca, che lancia più di 20 metri con l’attrezzo da 3kg delle allieve).

10000m marcia Uomini (finale): Già in apertura di terza giornata gli azzurri fanno poker: la quarta medaglia conquistata dai ragazzi di Stefano Baldini è l’argento di Vito Minei, tarantino di Laterza (come Anna Clemente), scoperto a Mottola dal tecnico della Don Milani Tommaso Gentile. Mattinata calda e il clima potrebbe essere un fattore in una gara che ha almeno cinque protagonisti attesi: uno di questi è il russo Pavel Parshin, subito all’attacco col connazionale Nikolay Markov, per ripetere la doppietta della Coppa Europa di Dudince. In Slovacchia Minei era stato bronzo e qui cerca di gestire con intelligenza la gara che si è fatta dura fin dall’inizio, in compagnia dei due spagnoli, Alvaro Martin (capolista stagionale) e Marc Tur. Dietro, Francesco Fortunato prova a navigare a metà gruppo e misura il suo ritmo, mentre Marco Amati(debilitato da un disturbo intestinale) resta coperto in coda. Il momento decisivo quando, dopo il ricongiungimento in testa, vanno via in tre: Parshin, Martin e Minei. Nel penultimo giro c’è l’attacco secco di Parshin, che va a vincere: l’azzurro, in volata, ne ha più dello spagnolo e si migliora di qualcosa come 43” (resta ottavo di sempre, 41:08.76). Bravo anche Fortunato, sesto in rimonta, purtroppo senza aggiungere PB al suo risultato: Amati regge fino all’ottavo chilometro, poi “rompe” e viene squalificato. I parziali al chilometro dei tre azzurri: MINEI 4:14.8-8:22.9-12:29.8 (7)-16:36.6-20:42.5 (5)-24:44.5-28:45.0-32:49.0-37:02.9; FORTUNATO 4:15.1-8:27.2-12:41.8 (11)-16:56.2-21:08.4 (8)-25:24.5-29:41.4-34:00.6-38:20.8; AMATI 4:18.1-8:39.4-13:04.3 (17)-17:29.5-21:58.5 (16)-26:27.7-30:02.9-35:30.6

GLI AZZURRI IN GARA NELLA TERZA GIORNATA

(20 luglio – mattina)
10000m marcia Uomini (finale): (1) Pavel Parshin RUS 41:01.55, (2) VITO MINEI 41:08.76 PB, (3) Alvaro Martin ESP 41:13.95, (6) FRANCESCO FORTUNATO 42:23.99, MARCO AMATI ritirato
Disco Uomini (qual): (7) Gian Piero Ragonesi 56.83 PB (Q), (8) Martin Pilato 56.33 (Q), (22) Andrea Caiaffa 48.85 (E)
Disco Uomini (qual): (7) Gian Piero Ragonesi 56.83 PB (Q), (8) Martin Pilato 56.33 (Q), (22) Andrea Caiaffa 48.85 (E)
Peso Donne (qual): (11) Monia Cantarella 14.25 (Q)
4x400m Uomini (batterie): (4)b1 Italia (M.Romano, N.Ghilardi, F.Conti, V.Vigliotti) 3:11.69 (6° Q)
Lungo Donne (qual): (11) Ottavia Cestonaro 6.10/+1.1 (Q)

(20 luglio – pomeriggio)
15.00 400hs Donne (semifinali) Irene Morelli
15.05 Alto (decathlon)
15.20 400hs Uomini (semifinali) Francesco Proietti, Mattia Contini
15.30 Asta Uomini (finale): ALESSANDRO SINNO
15.35 Martello Donne (finale)
16.00 200m Uomini (semifinali): Eseosa Desalu, Pietro Pivotto, Enrico Nobili
16.20 800m Uomini (semifinali): Ayoub Akil, Stefano Migliorati, Enrico Riccobon
16.30 Peso Donne (finale): MONIA CANTARELLA
16.45 100hs Donne (finale):
17.00 110hs Uomini (finale): LORENZO PERINI
17.15 800m Donne (finale)
17.30 3000st Donne (finale)
17.35 Alto Uomini (finale): EUGENIO MELONI
17.55 1500m Uomini (finale): FEDERICO GASBARRI
18.10 200m Donne (finale)
18.15 Giavellotto Uomini (finale)
18.25 200m Uomini (finale): ev ESEOSA DESALU, PIETRO PIVOTTO, ENRICO NOBILI
18.35 Triplo Uomini (qual A/B): Edoardo Accetta, Lorenzo Dallavalle
18.40 3000m Donne (finale): ANNA STEFANI
19.00 400m (decathlon)
19.30 5000m Uomini (finale): SAMUELE DINI

GLI AZZURRI IN GARA NELLA QUARTA GIORNATA
(21 luglio - mattina)
9.30 110hs (decathlon)
10.25 Disco (decathlon)
10.30 4x100m Donne (batterie): Italia
11.10 4x100m Uomini (batterie): Italia
13.10 Asta (decathlon)
(21 luglio - pomeriggio)
14.45 Disco Uomini (finale): MARTIN PILATO, GIAN PIERO RAGONESI
15.35 Alto Donne (finale): DESIREE ROSSIT
15.55 Triplo Uomini (finale): ev LORENZO DALLAVALLE, EDOARDO ACCETTA
16.00 400hs Donne (finale): ev IRENE MORELLI
16.15 400hs Uomini (finale): ev MATTIA CONTINI, FRANCESCO PROIETTI
16.30 800m Uomini (finale): ev STEFANO MIGLIORATI, AYOUB AKIL, ENRICO RICCOBON
16.45 4x100m Donne (finale): ev ITALIA
16.55 Asta Donne (finale): SONIA MALAVISI, ROBERTA BRUNI
17.00 4x100m Uomini (finale): ev ITALIA
17.15 1500m Donne (finale)
17.35 3000st Uomini (finale): ALA ZOGHLAMI, OSAMA ZOGHLAMI, ITALO QUAZZOLA
17.50 Lungo Donne (finale): OTTAVIA CESTONARO
17.55 5000m Donne (finale): ANNA STEFANI
18.05 Giavellotto Donne (finale)
18.35 1500m (decathlon)
19.05 4x100m Donne (finale): ITALIA
19.40 4x400m Uomini (finale): ITALIA

File allegati:
- Le pagine EA sulla manifestazione
- LOC website


Condividi con
Seguici su: