Pre-Mondiali: Howe 7,83, Gibilisco 5,50




 
Nel pomeriggio fari puntati su Cottbus (GER) e Grosseto dove Giuseppe Gibilisco e Andrew Howe sono stati rispettivamente impegnati in un test agonistico supplementare di verifica della condizione in proiezione dei Mondiali di Berlino. Allo stadio "Zecchini" di Grosseto, Howe ha esordito in pedana e vinto con un 7,83 (+0.6) saltato senza praticamente toccare l'asse di battuta. Al secondo salto ha tagliato gli ultimi passi, atterrando a 7,71 (+0.2). Niente di meglio nel terzo dove la rincorsa è apparsa meno veloce, regalando troppo all'asse, 7,62 (+0.4). Passato il quarto, al quinto una buona battuta lo ho portato a 7,74 (+0.5). Nullo il sesto. Queste le parole del lunghista vicecampione del mondo a fine gara: "Oggi facevo più fatica a non pensare al dolore che al salto stesso. Ho sentito subito male, già subito dopo il primo salto. Non vado a Berlino. Chiudo qui la stagione. Non resta che operarmi tra fine agosto e i primi di settembre." Per la cronaca, nella stessa gara secondo posto con 7,44 (+0.5) del campione italiano under 23 Kevin Ojiaku, davanti a Federico Chiusano, 7,32 (+0.4).     

Due ore prima, invece, al 20° Lausitzer LA-Meeting di Cottbus in Germania, la trasferta di Giuseppe Gibilisco si era fermata a quota 5,50, misura superata alla seconda prova. Poi l'astista siciliano ha subito tentato tre assalti a 5,65, purtroppo tutti senza fortuna. Per lui il terzo posto dietro al tedesco Bjorn Otto e al britannico Steven Lewis, entrambi a 5,60. [RISULTATI/Results]

(Ha collaborato Luca Cassai)

Nella foto, Andrew Howe (archivio Fidal)




Condividi con
Seguici su: