Podebrady quattro vittorie italiane

12 Aprile 2014

In Repubblica Ceca i giovani marciatori azzurri festeggiano i successi di Noemi Stella, del team junior femminile e degli allievi Tomei e Zabbeni

 

In gran forma gli under 20 della marcia azzurra che collezionano vittorie e progressi personali all'Incontro Internazionale di Podebrady (Rep. Ceca). Oggi il tradizionale match, teatro anche dell'ottava tappa dello IAAF Race Walking Challenge, ha visto l'Italia imporsi per quattro volte. A livello individuale i successi sono quelli della 17enne Noemi Stella, 47:11 nei 10km delle Juniores (terza Eleonora Dominici, 49:12), e di Vanessa Tomei (24:31) e Pietro Zabbeni (23:05) nei 5km della categoria Allievi. A squadre il podio si colora, quindi, d'azzurro grazie all'affermazione del team junior femminile e il secondo posto, alle spalle della Slovacchia, di quello maschile con il miglior piazzamento ad opera di Daniele Todisco, quinto in 43:25. In chiave assoluta, Valentina Trapletti è ottava (1h34:50) nella 20km vinta in 1h29:43 dall'ancora 18enne ceca Anežka Drahotová, campionessa europea junior e settima ai Mondiali di Mosca nel 2013. In crescita Federica Curiazzi, dodicesima in 1h36:30 (PB). Al maschile il primo italiano al traguardo è la promessa Massimo Stano, diciassettesimo in 1h25:51, prestazione non lontana dal personale (1h25:25 nel 2013) che, invece, raggiunge l'ex junior Vito Minei, ventesimo (1h25:57). La vittoria è andata al cinquantista slovacco Matej Toth, 1h20:00.

20KM SENIORES - E' di Valentina Trapletti il miglior piazzamento della squadra italiana nella 20km. La 29enne lombarda dell'Esercito giunge ottava in 1h34:50; in termini cronometrici è la sua quinta prestazione in carriera (PB 1h32:53 nel 2008). Come prevedibile, la prima atleta a varcare la linea d'arrivo, dopo 1h29:43, è stata la talentuosa Anežka Drahotová. Diciannove anni ancora da compiere, nel 2013 ha già portato alla Repubblica Ceca l'oro degli Europei Juniores e il settimo posto mondiale di Mosca.

Sui suoi passi sono sfilate nell'ordine la brasiliana Erica de Sena (1h30:43) e la lituana Neringa Aidietyté (1h30:54). Progressi per la promessa Federica Curiazzi (Bergamo 1959 Creberg) che ha tolto oltre un minuto al personale concludendo la sua fatica in dodicesima posizione, 1h36:30. Subito dietro di lei Serena Pruner (SG Amsicora), in gara a titolo individuale con un tempo finale di 1h36:53. Ventunesima a denti stretti l'ex junior Anna Clemente (Fiamme Gialle/1h43:51), mentre Mariavittoria Becchetti (Studentesca CaRiRi) ha alzato bandiera bianca poco dopo il giro di boa. Azzurre seste nella classifica a squadre conquistata dalle padrone di casa della Repubblica Ceca. Quinto, invece, il team maschile traghettato dai pugliesi Massimo Stano e Vito Minei. Il 22enne delle Fiamme Oro ha marciato i suoi 20km in 1h25:51 (17°), ad appena 26 secondi dal PB ottenuto nella passata stagione agli Europei under 23 di Tampere dove fu quarto (1h25:25). Minei, argento continentale junior dei 10.000 metri in pista, era alla sua quinta uscita su questa distanza. Il quasi 20enne dell'Atletica Don Milani è finito ventesimo in 1h25:57, abbattendo di 1 minuto e 32 secondi il fresco personale (1h27:29) che, a fine marzo, lo aveva proclamato campione italiano Promesse a Locorotondo (BA). Ventiquattresimo Daniele Paris (Aeronautica/1h26:46), indietreggiato negli ultimi chilometri e seguito in scia dall'under 23 Leonardo Dei Tos (Bracco Atletica) che ha chiuso migliorandosi ad 1h27:10. Successo di Matej Toth (1h20:00) davanti al polacco Rafal Fedaczynski (1h20:18) e all'ucraino Andriy Kovenko (1h20:26), con la bandiera della Slovacchia sventolata anche in cima al podio a squadre.

10KM JUNIORES - Noemi Stella su queste strade aveva già dettato il suo passo, un anno fa, tra le allieve. Categoria della quale fa ancora parte e che nel 2013 le ha messo al collo la medaglia di bronzo ai Mondiali di Donetesk.

Stavolta, però, la giovane pugliese allenata da Tommaso Gentile ha gareggiato e vinto nei 10km delle Juniores. 47:11 il crono della portacolori dell'Atletica Don Milani, ovvero 54 secondi di personal best e solo 29 in più rispetto alla migliore prestazione italiana di categoria detenuta dalla compagna di allenamento Anna Clemente (46:42 nel 2010). Subito in testa, la pugliese ha chiuso con ultimo 1000 marciato in 4:32. Dietro di lei, staccata di 1:29, la lituana Živilé Vaiciukevičiuté (48:40), mentre sul terzo gradino del podio è salita Eleonora Dominici (ACSI Italia Atletica) che ha potuto festeggiare anche il nuovo personale di 49:14 così come Erika Scolozzi (Atl. Don Milani), settima in 49:55. Matematica a questo punto anche la leadership a squadre delle azzurrine davanti a Lituania e Ucraina. D'argento, invece, il team maschile che finisce tra la Slovacchia del vincitore Miroslav Úradník (42:01) e la Francia. Daniele Todisco (GEAS Atletica) ha realizzato la migliore performance individuale piazzandosi quinto in 43:25. Undicesimo Andrea Agrusti (I Guerrieri del Pavone) 43:54 e tredicesimo Stefano Mansutti (Intesatletica) 44:50. Anche in questo caso per tutti e tre si tratta del personal best.

5KM ALLIEVI - Solo Italia nelle 5km under 18. A farsi valere sono due ex cadetti già protagonisti dei Tricolore di Jesolo 2013: il campione italiano Pietro Zabbeni (Libertas Atl. Villanuova '70) e l'argento Vanessa Tomei (Atl. Gran Sasso). Il bresciano di Vobarno ha lasciato dietro di sè in 23:05 il lituano Daumantas Liutinskas (23:39) e il tedesco Marius Richter (24:00). L'allieva abruzzese di Mario De Benedictis ha, invece, portato a termine la sua prova in 24:31 precedendo la tedesca Josephine Grandi (24:55) e la slovacca Nikoleta Abbatantuono (25:21).

a.g.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: