Pirotta e la Tonnini Tricolori delle 24 Ore




 
Mario Pirotta (Cral Banca Popolare di Bergamo) bissando la vittoria dello scorso anno ha conquistato la 24 ore su pista del Delfino, disputata a Ciserano (Bg), laureandosi campione italiano della specialità. Alle sue spalle Luca Sala (Runners Bergamo), autentica sorpresa di questa edizione, terzo Antonio Mazzeo (Runners Bergamo), un veterano di queste competizioni. La "24 ore", a cui hanno preso parte circa 80 concorrenti provenienti da tutta Italia, è stata resa ancora più difficile dalle condizioni meteorologiche. Un vento insistente e fastidioso nelle ore serali di sabato, la temperatura rigida e qualche goccia di pioggia nella notte hanno frenato gli atleti, tanto che il risultato chilometrico raggiunto dai partecipanti (ben quattro atleti sopra i 200 km: eguagliato il record della gara) è stato straordinario visti i problemi riscontrati in gara. Alla settima ora si è avuta l’azione decisiva da parte di Pirotta, che ha staccato Remo Lavarda con il quale aveva condiviso il primato fino a quel momento. Le ore finali vedono Pirotta, che superati i problemi di stomaco che gli hanno reso difficile le ore serali e notturne, corre, incitato dal pubblico verso la sua migliore prestazione personale; alla fine saranno 232,360 i chilometri percorsi. Alle sue spalle Luca Sala (218,654 km), Antonio Mazzeo (213,360) e Pablo Barnes che ha voluto onorare fino in fondo la manifestazione (209,886 km), che lo relega alla "medaglia di legno" dopo aver accarezzato anche il sogno del primato a metà gara. La prova femminile vede subito al comando Nunzia Patruno (Atletica Aufidus) ed alle sue spalle Virginia Oliveri (Atletica Varazze Savona) e Stefania Tonnini (GS Tommy Sport). Tra la nona e la decima ora Nunzia Patruno allunga in modo deciso; al termine della decima ora il distacco sulla seconda (la Oliveri) è di due giri. Posizione esattamente invertita dopo due ore: Virginia prima, Nunzia seconda. Sempre terza Stefania. Da qui fino alla fine però la Tonnini (181,921 km) inizia una rimonta che le farà superare prima Patruno (19a ora), costretta al ritiro, e l'ora successiva la Oliveri (174,799 km). Al terzo posto sale Carmela di Domenico (Sporting Club Sant'Antimo), che solo nell'ultima ora sarà superata da Satta Marinella (165,123 km). Nella foto: il vincitore Mario Pirotta (foto organizzatori) File allegati:
- IL SITO DELLA MANIFESTAZIONE



Condividi con
Seguici su: