Parma: indoor veloci sul rettilineo

22 Dicembre 2018

Nei 50 metri lo sprinter Zlatan corre in 5.85, migliore prestazione italiana under 23. L’allieva Carraro firma il limite di categoria sui 55hs con 8.01.


 

Anche quest’anno arrivano risultati interessanti a pochi giorni da Natale, sul rettilineo del PalaLottici di Parma. Nei 50 metri il ventenne reggiano Alex Zlatan (La Fratellanza 1874 Modena) sfreccia in 5.85 per stabilire la migliore prestazione italiana under 23. Finora il crono di riferimento in questa gara spuria era di 5.89 e risaliva a quasi 34 anni fa, realizzato da Leonardo Poli il 26 gennaio 1985 a Lucca. Il giovane emiliano toglie quattro centesimi anche al personale, visto che nella scorsa stagione aveva corso in 5.89 nello stesso impianto per cogliere il limite nazionale juniores. Medaglia d’argento agli Europei U20 di Grosseto 2017 con la 4x100 azzurra, nel 2018 è salito sul podio agli Assoluti in sala piazzandosi terzo sui 60 metri, quindi si è portato a 10.32 nei 100 outdoor prima di un infortunio che lo ha bloccato nell’attività estiva. Alle sue spalle il tricolore allievi indoor Abdou Guene (Atl. Vicentina), in un notevole 5.90 che è inferiore alla MPI di categoria (6.08 di Bruno Bellandi nel 1981), ma il veneto originario del Burkina Faso non ha ancora la cittadinanza italiana.

Al Parmameeting di Natale, sui 55 ostacoli, in evidenza l’allieva bresciana Elena Carraro: 8.01 in batteria che vale la migliore prestazione nazionale under 18. Il limite di questa distanza insolita, con le barriere da 76 centimetri, finora apparteneva a Giulia Pennella con 8.06 (il 31 gennaio 2006 a Firenze).

La portacolori della Brixia Atletica 2014 nella scorsa estate ha indossato la maglia azzurra agli Europei U18 dopo due secondi posti alle rassegne tricolori, sui 100hs all’aperto e anche nei 60hs in sala. Poi la lombarda, 18 anni da compiere il 3 gennaio, vince la finale del meeting prenatalizio di Parma in 8.11. Nella prova assoluta conquista il successo invece la junior Desola Oki (Fiamme Oro) con 7.99 davanti a Silvia Taini (Brixia Atletica 2014), seconda in 8.02 dopo essere stata la più rapida nel turno eliminatorio (8.03 contro 8.13). La gara dei 50 piani vede quindi l’affermazione della 19enne Moillet Kouakou (Atl. Vicentina) con 6.61. [RISULTATI/Results]

NIZZA - Venerdì 21 dicembre, a Nizza (Francia), in azione la campionessa italiana promesse dei 200 metri Sofia Bonicalza. La ventenne della Pro Sesto Atletica, che attualmente vive e studia nella città transalpina, ha centrato il primato personale sui 50 indoor correndo in 6.64. [RISULTATI/Results]

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: