Osama Zoghlami 8:35.49 sui 3000 siepi

01 Maggio 2016

Il 21enne del Cus Palermo si migliora di oltre cinque secondi a Palo Alto (USA), tra le donne Roffino vicina al personal best e Magnani debutta sui 5000


 

Cresce il giovane mezzofondista Osama Zoghlami. Nel Payton Jordan Invitational di Palo Alto in California (USA), il non ancora 22enne del Cus Palermo vince la propria serie dei 3000 siepi in 8:35.49 abbassando il record personale di oltre cinque secondi, per ottenere un risultato migliore del crono di 8:37.50 indicato come standard di iscrizione nei criteri federali per gli Europei di Amsterdam (6-10 luglio). Sulla pista della Stanford University, dopo un periodo di allenamento in altura ad Albuquerque (Nuovo Messico, USA) iniziato il 3 aprile, conduce una gara di testa e all’ultimo giro sferra l’allungo decisivo nei confronti del canadese Antoine Thibeault, alle sue spalle in 8:36.42. Nella passata stagione l’azzurro si è messo al collo la medaglia di bronzo ai Campionati Europei under 23 di Tallinn, in Estonia. Il suo precedente primato era di 8:40.97 ottenuto con il secondo posto nella rassegna tricolore promesse dell’anno scorso, dietro al gemello e compagno di club Ala Zoghlami, oggi terzo con un riscontro finale di 8:43.18, a sei secondi dal PB, nella serie da lui disputata (successo allo statunitense Matt Cleaver in 8:37.62). Nati il 19 giugno 1994 in Tunisia, entrambi i fratelli sono arrivati in Italia da bambini con la famiglia e poi cresciuti a Valderice, in provincia di Trapani, mentre il loro allenatore è Gaspare Polizzi, tecnico del grande Totò Antibo.

Nei 3000 siepi femminili, anche Valeria Roffino (Fiamme Azzurre) conquista la sua serie in 9:57.45. Quando mancano tre giri al termine, la campionessa italiana si porta al comando: staccate nettamente le avversarie, con la canadese Regan Yee piazzata in 10:03.24. Per la 26enne piemontese è il secondo tempo di sempre in carriera, superiore soltanto al personal best di 9:53.82 che risale a due anni fa. Esordio stagionale su pista anche di Margherita Magnani. La romagnola delle Fiamme Gialle stavolta si cimenta nei 5000 con il settimo posto in 15:43.78, alla sua prima vera esperienza sulla distanza (aveva un PB di 17:35.99 stabilito nel 2009). Un test in preparazione delle prossime uscite che la vedranno impegnata su gare più brevi, in particolare nei 1500 metri. Tra gli uomini, il toscano Joao Bussotti (Esercito) è quinto con 3:44.65 nella serie dei 1500 vinta dal norvegese Filip Ingebrigtsen in 3:38.95.

l.c.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: