Olimpiade 39 azzurri a Londra

08 Luglio 2012

Il DT Francesco Uguagliati ha definito l'elenco degli atleti che saranno proposti al CONI per la convocazione ai Giochi

 

Sono trentanove gli atleti (19 uomini e 20 donne) che verranno proposti al CONI per la convocazione ai Giochi Olimpici di Londra. Questa la sentenza che arriva dalla terza e conclusiva giornata dei Campionati Italiani Assoluti, chiusi in serata a Bressanone. La manifestazione tricolore lancia due nuovi azzurri, Jose Bencosme De Leon (400hs) e Gianmarco Tamberi (alto), capaci di ottenere il minimo olimpico A nella rassegna tricolore. Escono, invece, dall’elenco l’astista Anna Giordano Bruno (Assindustria Padova) e l’altista Silvano Chesani (Fiamme oro), la cui condizione di forma non è stata considerata adeguata all’impegno dal Direttore Tecnico delle squadre nazionali, Francesco Uguagliati. Il CONI ha poi rigettato la proposta di inserimento relativa a Claudio Michel Stecchi (Fiamme Gialle), ieri pomeriggio capace di salire ai 5,60 del minimo B. Non entra nel gruppo della staffetta veloce Andrew Howe (Aeronautica): il DT aveva condizionato la sua presenza alla disponibilità a provare con i compagni nel corso dei raduni preolimpici. “Andrew purtroppo non se l’è sentita di rischiare – le parole di Uguagliati – in una fase così delicata della sua carriera, al rientro dopo la lunga assenza per l’infortunio”. Al posto di Howe guadagna l’azzurro il catanese Rosario La Mastra (Carabinieri), sesto uomo del gruppo della staffetta veloce.

In mattinata, il Presidente federale Franco Arese aveva così commentato l’approssimarsi dell’appuntamento olimpico: “L’Olimpiade è la chiusura di un intero quadriennio – le parole di Arese – il momento in cui si tirano le somme di quattro anni di lavoro. Ci vuole determinazione ed umiltà, condizioni che sono indispensabili, ovviamente oltre al talento, per fare bene in una grande manifestazione. Da parte mia, spero di riuscire a vedere la bandiera tricolore salire sul pennone; almeno una volta, in occasione dell’Olimpiade”. Il confronto sarà spietato. “Speranze a parte, non dobbiamo farci illusioni sulle nostre possibilità. Mettersi in luce sarà complicatissimo. Allo stesso tempo dico però che dobbiamo evitare il pessimismo, perché abbiamo carte da giocare. A cominciare da Alex Schwazer, che dopo l’oro di Pechino, può regalarci un’altra soddisfazione: farà 20 e 50km, una scelta coraggiosa, che personalmente condivido. La gara più breve gli permetterà di rompere il ghiaccio. A lui aggiungo Fabrizio Donato: a Helsinki ha dimostrato di essere in una grande condizione, lo si è capito fin dalla qualificazione, con quel salto terminato in piedi a 17,17. Aggiungo Elisa Rigaudo, che non è solo la medaglia di bronzo di Pechino, ma ha fatto benissimo lo scorso anno a Daegu, e Antonietta Di Martino, se riuscirà a recuperare dai problemi al ginocchio. Ho parlato a lungo con lei qualche sera fa, è preoccupata: ma è sempre riuscita a tornare efficiente in tempo per le grandi manifestazioni, quindi io personalmente continuo ad avere fiducia”. Il Presidente cita poi una serie di atleti che possono far bene sulla scena olimpica, ovviamente con prospettive diverse a seconda dei casi: “Giorgio Rubino, Daniele Meucci, Chiara Rosa, Nicola Vizzoni, Simona La Mantia, Marco De Luca, Ruggero Pertile, le tre maratonete Incerti, Console e Straneo, le staffette. Mi auguro riescano a fare a Londra ciò che possono. La 4x100? Il problema esiste, ed io credo debbano chiarirsi tra loro”.

Il DT Francesco Uguagliati, nella sua analisi parte da Antonietta Di Martino: “Stiamo seguendo l’evoluzione della vicenda con tutta l’attenzione del caso. La prossima settimana sarà visitata a Pavia dal professor Franco Benazzo, e capiremo se potrà procedere verso l’Olimpiade o dovrà gettare la spugna. Voglio chiarire che Antonietta ha la priorità assoluta per la partecipazione ai Giochi; ma, detto questo, aggiungo che iscriveremo Alessia Trost come riserva. La sua partecipazione avverrà però solo se ricorreranno due condizioni: il forfeit della Di Martino, e l’ottenimento del minimo A (1,95) ai mondiali junior. Se anche Antonietta dovesse rinunciare, senza il minimo A la Trost non verrà a Londra”. Il Dt aggiunge frecce all’arco azzurro: “Per quello che so, nel triplo, oltre a Donato dico Daniele Greco: è in ottime condizioni. La maratona sta lavorando bene a St Moritz, così come Alex Schwazer, che scenderà oggi dalla quota. Meucci ed Ejjafini saranno iscritti sia sui 5000 sia sui 10000 metri. Per quanto riguarda lo sprint, sottolineo che non ci saranno velocisti nelle gare individuali: per andare in pista serviva il minimo A. E’ un discorso che va applicato alla Martinelli, che purtroppo non ci sarà, e non potrà nemmeno provare agli Assoluti, anche perché dopo Helsinki è stata male. Non si potranno fare casi particolari, perché il CONI non ha intenzione di accettarli. Vale per Matteo Giupponi, la cui convocazione abbiamo caldeggiato a lungo, ma senza esito”. 

LA SQUADRA AZZURRA PER I GIOCHI OLIMPICI DI LONDRA

Uomini (19)

5000m, 10000m

Daniele Meucci         (Esercito)

110m hs
Emanuele Abate       (Fiamme Oro)

400m hs
Jose Bencosme De Leon (Fiamme Gialle)

3000m st
Yuri Floriani             (Fiamme Gialle)

Alto
Gianmarco Tamberi (Fiamme Gialle)

Triplo
Fabrizio Donato        (Fiamme Gialle)
Daniele Greco          (Fiamme Oro)

Martello
Nicola Vizzoni          (Fiamme Gialle)
Lorenzo Povegliano   (Carabinieri)

Marcia 20km
Giorgio Rubino         (Fiamme Gialle)

Marcia 50km
Marco De Luca         (Fiamme Gialle)

Marcia 20km, 50km
Alex Schwazer         (Carabinieri)

Maratona
Ruggero Pertile        (Assindustria Padova)

4x100m
Fabio Cerutti           (Fiamme Gialle)
Simone Collio           (Fiamme Gialle)
Rosario La Mastra    (Carabinieri)
Davide Manenti        (Aeronautica)
Diego Marani           (Fiamme Gialle)
Jacques Riparelli       (Aeronautica)

Donne (20)

200m
Gloria Hooper          (Forestale)

200m, 400m, 4x400m
Libania Grenot         (Fiamme Gialle)

5000m
Elena Romagnolo      (Esercito)
Silvia Weissteiner     (Forestale)

5000m, 10000m
Nadia Ejjafini                    (Esercito)

100m hs
Marzia Caravelli       (Cus Cagliari)

Alto
Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle)

Triplo
Simona La Mantia     (Fiamme Gialle)

Peso
Chiara Rosa            (Fiamme Azzurre)

Martello
Silvia Salis              (Fiamme Azzurre)

Marcia 20km
Eleonora Anna Giorgi (Fiamme Azzurre)
Elisa Rigaudo           (Fiamme Gialle)

Maratona
Rosaria Console       (Fiamme Gialle)
Anna Incerti            (Fiamme Azzurre)
Valeria Straneo        (Runner Team 99)

4x400m
Giulia Arcioni          (Forestale)
Chiara Bazzoni         (Esercito)
Elena Maria Bonfanti (Atl. Lecco Colombo Costruzioni)
Manuela Gentili        (Cus Palermo)
Maria Enrica Spacca (Forestale)

 



Condividi con
Seguici su: