Nembro: Laura Strati decolla con 6,62

05 Luglio 2018

Progresso stagionale della lunghista azzurra che avvicina il personal best. Sui 400 prima gara dell’anno per il recordman italiano Galvan con 46.15, alle sue spalle 46.21 di Tricca. Il giavellottista romeno Novac a 86,37.


 

Al 22° Meeting Città di Nembro (Bergamo), ottava tappa del Progetto Meeting FIDAL 2018, sulla pedana del lungo cresce Laura Strati che atterra a 6,62 (+0.2) nel quinto turno. La 27enne azzurra dell’Atletica Vicentina, alla seconda uscita agonistica in questa stagione, ritocca il 6,51 dei Giochi del Mediterraneo cogliendo il terzo risultato in carriera, a soli dieci centimetri dal record personale, e poi chiude la gara a 6,60 (+1.2). Rientra sui 400 metri con una vittoria il recordman italiano Matteo Galvan (Fiamme Gialle), al debutto stagionale sul giro di pista in 46.15 davanti a Michele Tricca (Fiamme Gialle), secondo in 46.21 per il suo secondo crono di sempre, e al campione europeo under 20 Vladimir Aceti (Fiamme Gialle), 46.39. Al femminile si conferma Giancarla Trevisan (Bracco Atletica), nettamente davanti a tutte con 52.71 e poco distante dal recente 52.63 realizzato nella Finale Oro di Modena. Nel turno eliminatorio dei 100 metri bel progresso del 23enne Roberto Rigali (Brixia Atletica 2014) con 10.31 (+0.9), per togliere 14 centesimi al proprio limite, e in altra batteria si migliora anche il duecentista azzurro Eseosa Fausto Desalu (Fiamme Gialle) in 10.38 (+0.6). Poi in finale il più rapido è nuovamente Rigali, 10.38 (+0.2) contro il 10.44 di Desalu. Gara in solitaria sugli 800 metri per Irene Baldessari (Esercito) che si impone in 2:03.08. La discobola Valentina Aniballi (Esercito) con 56,73 si aggiudica il duello con la primatista italiana under 23 Daisy Osakue (Sisport Torino), oggi seconda a 56,39, mentre il 25enne Nicolas De Luca (Atl. Futura Roma) supera 2,22 nell’alto che vale il personal best. Ancora un successo per Hassane Fofana (Fiamme Oro) nei 110 ostacoli: 13.70 (+0.4) a 48 ore di distanza dal 13.69 ottenuto al meeting di Celle Ligure. Spallata vincente nel giavellotto del romeno Alexandru Novac, al record nazionale di 86,37.

STRATI A 10 CENTIMETRI DAL PB - Laura Strati è tornata e lo dimostra con una gara in crescendo. Dopo un infortunio che l’ha costretta a rimanere ai box nella stagione invernale, la lunghista veneta ha esordito una settimana fa ai Giochi del Mediterraneo con il sesto posto a 6,51. Oggi la portacolori dell’Atletica Vicentina piazza due salti da almeno 6,60 nel finale: il migliore è il quinto, un balzo a 6,62 (+0.2) che vale la sua terza prestazione di sempre, prima di portarsi nuovamente a ridosso di quella misura con 6,60 (+1.2). Tra pochi giorni, martedì 10 luglio, sarà impegnata in azzurro ad Avila (Spagna), dove l’anno scorso è atterrata a 6,72. Non basta il 6,38 (+0.3) dell’ultimo salto a Tania Vicenzino (Esercito) per migliorare il terzo posto: infatti la spagnola Juliet Itoya è seconda con 6,39 (+0.1).

VIDEO | LAURA STRATI 6,62 NEL LUNGO AL MEETING DI NEMBRO 2018

GALVAN, RIENTRO VINCENTE - L’ultima volta ai blocchi di partenza sui 400 metri del primatista italiano Matteo Galvan era stata nella batteria olimpica a Rio de Janeiro, quasi due anni fa. Poi l’intervento al piede sinistro, all’inizio del 2017, e qualche gara sul mezzo giro di pista. Nello scorso weekend una frazione della 4x400 vincente ai Giochi del Mediterraneo, questa sera il rientro nella prova individuale: il vicentino delle Fiamme Gialle emerge nel rettilineo finale in 46.15 per aver ragione del compagno di club e di allenamenti Michele Tricca (Fiamme Gialle), 46.21 con il primato stagionale limato di due centesimi e la seconda prestazione della carriera, a poco più di un decimo dal 46.09 targato 2011. Terzo l’oro europeo U20 Vladimir Aceti (Fiamme Gialle) in 46.39 a un passo dal season best, ancora sotto i 47 secondi il ventenne Mattia Casarico (Gs Bernatese, 46.72) e personale dell’ostacolista Lorenzo Vergani (Cus Pro Patria Milano, 47.08).

400: ANCORA TREVISAN - Terza gara consecutiva sotto i 53 secondi, un muro che non aveva mai abbattuto in precedenza, e seconda vittoria di Giancarla Trevisan. La 25enne italo-americana della Bracco Atletica ribadisce il suo buon momento con un’altra affermazione sui 400 metri: stavolta in modo molto netto con 52.71 davanti alla tricolore promesse Virginia Troiani (Cus Pro Patria Milano) che si migliora a 53.66, poi Marta Milani (Esercito) alleggerisce di un centesimo lo stagionale con 53.76. Sesto tempo complessivo per l’azzurra Maria Enrica Spacca (Carabinieri), 54.30.

RIGALI SFRECCIA IN 10.31 - Solo il vento oltre la norma (+2.6) aveva impedito a Roberto Rigali di firmare il proprio record sui 100 metri con 10.33 a Orvieto il 17 giugno. Stavolta il 23enne della Brixia Atletica 2014 corre ancora più forte ed è tutto regolare: 10.31 (+0.9) in batteria per un gran miglioramento di 14 centesimi su quello che era il personal best (10.45 nella seconda gara corsa al meeting umbro). E anche nella finale di Nembro, in condizioni meno favorevoli, scende sotto il vecchio primato con 10.38 (+0.2). Alle spalle del giovane bresciano, nel turno di qualificazione, cresce Lodovico Cortelazzo (Assindustria Sport Padova, 10.45) e nella prima batteria va al personale di 10.38 (+0.6) anche Eseosa Fausto Desalu (Fiamme Gialle) per chiudere poi secondo nella finale in 10.44. Tra le donne prevale Johanelis Herrera (Atl. Brescia 1950 Ispa Group) con 11.72 (+0.6). Nei 110 ostacoli il leader è Hassane Fofana (Fiamme Oro) che in 13.70 (+0.4) si ripete quasi al centesimo rispetto al meeting di martedì a Celle Ligure.

VIDEO | RIVEDI LA REGISTRAZIONE INTEGRALE DEL MEETING DI NEMBRO 2018

NOVAC, CHE SPALLATA - Prosegue il feeling tra il giavellottista Alexandru Novac e gli appuntamenti del calendario italiano. Al meeting del 15 giugno a Conegliano aveva centrato con 83,02 il primato nazionale assoluto, oggi il 21enne romeno arriva molto più lontano: 86,37 al secondo lancio e anche il seguente tentativo oltre quel limite (83,63 al terzo). Finisce in seconda posizione Mauro Fraresso (Fiamme Gialle) con 74,53, terzo Roberto Bertolini (Fiamme Oro) a 73,12 dopo l’argento ai Giochi del Mediterraneo. Nel disco femminile, come a Tarragona, l’azzurra di vertice è Valentina Aniballi (Esercito) con 56,73 ma oggi la 22enne Daisy Osakue (Sisport Torino) si porta fino a 56,39, quindi Stefania Strumillo (Atletica 2005) terza con 53,90 e Giada Andreutti (Atl. Malignani Libertas Udine, 52,64). Sulla pedana dell’alto è il giorno di Nicolas De Luca (Atl. Futura Roma): il 25enne di Tivoli si migliora di un centimetro con 2,22 alla terza prova, per battere il 2,18 di Eugenio Meloni (Carabinieri), con Christian Falocchi (Fiamme Oro) quinto a 2,05. Nel lungo maschile 7,69 per il tricolore indoor Antonino Trio (Cus Palermo, +1.3) e Alessio Guarini (Atl. Biotekna Marcon, +0.7): la seconda misura di giornata (7,61 a 7,56) dà ragione al siciliano.

MEZZOFONDO - Un ultimo giro in solitaria e il crono di 2:03.08 per Irene Baldessari (Esercito) negli 800 metri. La 25enne trentina arriva così a tre decimi dal personale. Al maschile, dietro il bosniaco Abedin Mujezinovic (1:48.03), c’è Gabriele Aquaro (Team-A Lombardia) con 1:48.56. Sui 3000 metri vinti dalla keniana Carolin Makandi Gitonga (9:17.68) si migliorano Valeria Roffino (Fiamme Azzurre, 9:21.05), Laura Dalla Montà (Assindustria Sport Padova, 9:24.30) e la tricolore promesse indoor Federica Zanne (Atl. Brescia 1950 Ispa Group, 9:25.82), mentre si ferma a poco più di un giro dalla fine Martina Merlo (Aeronautica). Tra gli uomini dominio del keniano James Kibet (7:52.07) e si rivede Marouan Razine (Esercito), quarto al debutto stagionale con 8:09.88.

PER JERRY - A metà serata, con l’intervento del presidente FIDAL Alfio Giomi oltre che delle autorità comunali, la pista del centro sportivo Saletti è stata intitolata a Luigi “Jerry” Bertocchi, azzurro dei 110 ostacoli cresciuto a Nembro e scomparso nello scorso mese di novembre a soli 52 anni dopo aver lottato contro un male incurabile.

Luca Cassai

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

Alexandru Novac (foto Maraviglia)


Condividi con
Seguici su: