Nel 2002 bronzo juniores agli Europei di cross




 
Ripercorrendo la storia degli Europei di corsa campestre, l’edizione del 2002 è contraddistinta dal forte vento contro il quale si trovano a combattere i partecipanti di Medulin, località croata dove il “bura” soffia più giorni di seguito e stravolge alcune delle gerarchie previste alla vigilia. Anche nell’edizione croata, a tenere alto il blasone italiano sono gli juniores, com’era avvenuto l’anno precedente. Questa volta Stefano Scaini fallisce l’appuntamento con il podio individuale, nella prova dominata dai fratelli siberiani Rybakov (primo Evgeni e secondo Anatoly), ma coglie un comunque prestigioso quinto posto e pilota la squadra alla terza piazza, dietro le irraggiungibili Russia e Francia. Un bronzo che restituisce il sorriso alla delegazione italiana, piuttosto opaca nelle prove riservate ai seniores. La gara dei grandi conferma lo strapotere dell’ucraino Sergey Lebid, che proprio facendo i conti con il vento cambia la sua tattica e se ne rimane sornione nel gruppo di testa per gran parte dello svolgimento della corsa, salvo allungare nell’ultimo mezzo giro. Il corridore ucraino, vecchia conoscenza delle strade e dei prati italiani, chiude con 5 secondi di vantaggio sul francese Essaid e sul maratoneta spagnolo Roncero. Il primo degli italiani è Maurizio Leone che chiude al 14. posto in una gara dove il quattro volte vincitore del titolo, il portoghese Paulo Guerra, è solamente 20. La prova femminile regala una grande sorpresa: alla vigilia tutti avrebbero scommesso sulla turca di origine etiope Elvan Abeylegesse, che infatti prova ben presto ad andare via, ma la sua si rivela una tattica suicida, in quanto non guadagna sufficientemente sul gruppo inseguitore e alla fine sconta lo sforzo della corsa controvento. Ne approfitta la slovena Helena Javornik, che solo due settimane prima aveva trionfato nella Maratona di Firenze correndo sotto le 2h29 e che coglie così la più prestigiosa vittoria della sua lunga carriera. Qui per trovare un’italiana bisogna scendere fino al 40. posto di Anna Incerti. Nella gara per juniores vince la britannica Dale, mentre nel complesso a far festa è la Russia che in un solo giorno si aggiudica ben 7 medaglie, di cui 3 d’oro: i Paesi guida del movimento come Portogallo e Spagna si devono inchinare allo strapotere dell’”orso”. g.g. Nella foto: l’arrivo della britannica Dale, oro fra le juniores (foto organizzatori) RISULTATI Uomini Seniores: 1. Sergey Lebid (Ukr) 28:58; 2. Mustapha Essaid (Fra) 29:03; 3. Fabian Roncero (Esp) 29:03; 4. Eduardo Henriques (Por) 29:05; 5. Helder Ornelas (Por) 29 :08. Gli italiani : 14. Maurizio Leone 29:31; 25. Ottaviano Andriani 29:48; 36. Gabriele De Nard 30:03; 54. Andrea Arlati 30 :43 ; 64. Federico Simionato 31:19. Classifica a squadre: 1. Spagna, punti 31; 2. Francia 43; 3. Portogallo 57; 4. Gran Bretagna 93; 5. Ucraina 99… 8. Italia 129. Juniores: 1. Evgeny Rybakov (Rus) 18:16; 2. Anatoly Rybakov (Rus) 18:17; 3. Halil Akkas (Tur) 18:23; 4. Pieter Desmet (Bel) 18:35; 5. Stefabno Scaini (Ita) 18:36. Gli altri italiani: 23. Stefano Cugusi 19:18; 28. Dereje Rabattoni 19:22; 36. Francesco Bona 19:29; 61. Gianni Furci 20:02; 74. Antonio Trapani 20:27. Classifica a squadre: 1. Russia, punti 37; 2. Francia 57; 3. Italia 92; 4. Romania 104; 5. Turchia 105. Donne Seniores: 1. Helena Javornik (Slo) 20:16; 2. Galina Bogomolova (Rus) 20:18; 3. Elvan Abeylegesse (Tur) 20:19; 4. Aniko Kalovics (Hun) 20:21; 5. Hayley Tullett (Gbr) 20:25. Le italiane: 40. Anna Incerti 21:29; 42. Silvia Weissteiner 21:35; 44. Rosanna Martin 21:37; 53. Rosita Rota Gelpi 21:57; 55. Valentina Belotti 22:00; 61. Angela Rinicella 22:19. Classifica a squadre: 1. Russia, punti 48; 2. Portogallo 54; 3. Gran Bretagna 80; 4. Francia 82; 5. Spagna 116… 8. Italia 179. Juniores: 1. Charlotte Dale (Gbr) 12:26; 2. Elina Lindgren (Fin) 12:27; 3. Galina Egorova (Rus) 12:28; 4. Tatiana Petrova (Rus) 12:29; 5. Adrienne Herzog (Ned) 12:30. Le italiane: 35. Silvia La Barbera 13:10; 47. Eleonora Riga 13:19; 57. Cecilia Sampietro 13:25; 72. Barbara La Barbera 13:43; 74. Manuela Fadda 13:44; 82. Giorgia Robaudo 14:14. Classifica a squadre: 1. Gran Bretagna, punti 27; 2. Russia 35; 3. Belgio 105; 4. Olanda 109; 5. Turchia 117. File allegati:
- IL SITO DEGLI EUROPEI DI CROSS 2006



Condividi con
Seguici su: