Nantes: tre lanci in cima al podio

03 Marzo 2018

Tre vittorie individuali al Triangolare under 20 e under 23 grazie ad Anesa, Fantini e Visca. La Francia svetta nella classifica generale, seconda l'Italia.


 

Tre vittorie individuali e il secondo posto in classifica per l’Italia nell’Incontro Internazionale di lanci under 20 e under 23 contro Francia e Germania a Nantes. In una giornata condizionata dalle basse temperature e dal forte vento che soffiava sull’impianto francese, hanno centrato il successo Giulio Anesa nel disco promesse (53,00), Sara Fantini nel martello promesse (63,30) e Carolina Visca nel giavellotto junior (53,42). La classifica generale è stata vinta dalla Francia (985,99m) davanti all’Italia (976,19m) e alla Germania (923,22m), con i francesi che hanno fatto la differenza soprattutto al maschile con 5 primi posti su 6 concorsi. Alcuni dei protagonisti di oggi (Anesa, Proserpio, Bellini, Fantini, Carnevale e Visca) torneranno in pedana nel prossimo weekend a Leiria, in Portogallo, per la Coppa Europa di lanci.

UOMINI - Le maggiori soddisfazioni dal disco: la vittoria di Giulio Anesa tra gli under 23, il secondo posto junior di Carmelo Musci (ancora allievo). Per il bergamasco di Vertova il successo è arrivato con un lancio da 53,00 davanti al francese Jordan Guehaseim (51,01) e al tedesco Merten Howen (50,27). Tra gli junior, il pugliese di Bisceglie due volte sul podio lo scorso anno all’Eyof di Gyor si è ripetuto sopra i 53 metri dopo i Tricolori di Rieti e con 53,13 si è piazzato a ridosso del francese Tom Reux (55,86). Quarto l’altro azzurrino Marco Calogero Volo (47,07).

Nel martello, solido Giorgio Olivieri, di nuovo sopra i settanta metri per siglare una prestazione che è la sua seconda di sempre con l’attrezzo da 6kg: 70,46 per meritarsi il secondo posto, battuto soltanto dal francese Hugo Tavernier (72,66 pb). Sesto Nicolas Brighenti (61,93). Giacomo Proserpio ha chiuso secondo tra gli under 23 firmando un ultimo lancio da 63,51, quando già il francese Yann Chaussinand aveva allungato a 65,35.

Continuano i progressi di Alessio Di Blasio con il giavellotto da 800 grammi: tre uscite nel 2018 e sempre migliorato il primato personale, oggi incrementato fino al 65,39 della seconda piazza, oltre un metro in più del 64,21 di una settimana fa a Rieti. A superarlo, il francese Teuraiterai Tupaia (66,88). Sesto Michele Fina (58,27). Tra gli under 23, si è difeso bene Giovanni Bellini (66,73, secondo) contro un rivale di spessore come il francese Lukas Moutarde (67,16), bronzo agli Eurojunior di Grosseto.

DONNE - Carolina Visca non sbaglia. Nonostante il meteo sfavorevole, la romana vice-campionessa europea junior si è aggiudicata la prova del giavellotto tra le under 20 confermandosi su misure di rilievo internazionale per la categoria: a sei giorni dal 55,04 di Rieti, ha lanciato a 53,42, precedendo la francese Jona Aigouy (47,77). L’altra azzurra Sara Zabarino, seconda al mondo quest’anno dietro la Visca, ha scagliato il giavellotto a 46,59 per il terzo posto finale. Tra le promesse, per Luisa Sinigaglia un ultimo lancio da 40,62 che non le ha permesso di andare oltre il terzo posto, stesso piazzamento di Martina Carnevale nel disco (42,53), specialità che ha visto il quinto e sesto posto delle junior Diletta Fortuna (41,91) e Veronica Rossetti (40,48).

L’altra affermazione di giornata è la martellata da 63,30 di Sara Fantini. La campionessa italiana assoluta estiva e invernale ha saputo far meglio di una delle stelline più attese dell’intero triangolare, la francese Camille Sainte Luce, argento degli Europei under 23 di Bydgoszcz (oggi 62,77). Per le martelliste junior Jessica Mazzola (56,47) e Isabella Martinis (51,38) un terzo e un quarto posto.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results

Sara Fantini (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: