Multiple tricolori: Cairoli a caccia del titolo

24 Gennaio 2019

Sabato 26 e domenica 27 gennaio, al Palaindoor di Padova, l'azzurro torna in azione nell'eptathlon dopo il secondo posto di Aubière. In palio otto maglie di campione italiano


 

Riflettori puntati su Simone Cairoli nel weekend dei Campionati Italiani di prove multiple indoor, a Padova sabato 26 e domenica 27 gennaio per il sesto anno consecutivo. È l'azzurro dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, decimo nel decathlon agli Europei di Berlino del 2018, l’atleta più atteso dell'evento tricolore che assegna sabato i primi tre titoli (pentathlon assoluto, juniores e promesse donne) e domenica i restanti cinque. L’atleta lombardo allenato da Andrea Calandrina ha vinto quattro delle ultime cinque maglie di campione italiano nell'eptathlon e in questa prima porzione di stagione ha debuttato ad Aubière, in Francia, chiudendo al secondo posto con un bottino di 5723 punti nel giorno del suo 29° compleanno, non lontano dal personal best (5841) che siglò agli Europei indoor di Belgrado nel 2017. Prestazione, quella della rassegna continentale di due anni fa, che ha portato Cairoli al quarto posto delle liste azzurre di sempre dell'eptathlon a poco più di cento punti dal record italiano di William Frullani stabilito agli Euroindoor di Torino 2009 (5972).

ISCRITTI/Entries - PROGRAMMA/Timetable - I CAMPIONI ITALIANI INDOOR DEL 2018

ASSOLUTI-PROMESSE - Detto di Cairoli, favorito d'obbligo, nell’eptathlon di inizio stagione a Padova hanno superato i 5000 punti Jacopo Zanatta (Silca Ultralite Vittorio Veneto, 5397) e Stephen Asamoah (Atl. Virtus Castenedolo, 5123). Zanatta, però, non si è allenato in questa settimana per via dell'influenza ed è stato costretto a rinunciare. Tra gli under 23 il primo assaggio di multiple ha collocato in vetta alle graduatorie Riccardo Miglietta (Atl. Vicentina) e Leonardo Giacometti (Ass. Atl. Nevi), rispettivamente con 4818 e 4669 punti, ma tra gli iscritti c’è sicuramente da seguire Michele Brini (Imola Sacmi Avis), Lorenzo Naidon (Us Quercia Trentingrana) e il campione italiano del decathlon juniores Andrea Cerrato (Riccardi Milano). Tra le donne, non potrà difendere il titolo assoluto la campionessa del 2018 Enrica Cipolloni (Fiamme Oro) per un problema al piede destro emerso di recente.

La sfida per il titolo del pentathlon, dunque, si presenta ancora più incerta, con in prima fila la due volte campionessa italiana dell’eptathlon Sveva Gerevini (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) e la tricolore under 23 di Torino 2018 Lucia Quaglieri (La Fratellanza 1874 Modena). Dal fronte under 23, tra le più quotate vanno segnalate Sofia Montagna (Atl. Vigevano), Alice Lunardon (Atl. Riviera del Brenta), Gloria Gollin (Atl. Vicentina), Martina Mazzola (Atl. Lecco Colombo Costruzioni).

JUNIORES - Al primo anno da under 20, è Veronica Zanon (Assindustria Sport Padova) il nome forte della categoria dopo il secondo posto dello scorso anno tra le allieve. La finalista europea di Gyor del triplo dovrà guardarsi soprattutto da Sara Chiaratti (Trionfo Ligure) e Martina Zanellati (Cus Pro Patria Milano). Tra gli uomini, dopo i due podi della scorsa stagione, sia al coperto sia all’aperto, può essere l’occasione giusta per Dario Dester (Cremona Sportiva Atl. Arvedi) che tra i rivali più accreditati trova Lorenzo Modugno (Pol. Triveneto Trieste) e Andrea Vago (Team-A Lombardia).

ALLIEVI - Larissa Iapichino (Atl. Firenze Marathon) torna nell’impianto che lo scorso anno la proiettò alla migliore prestazione italiana allieve indoor del salto in lungo con il 6,36 che le è valso anche il primato italiano juniores. La 16enne fiorentina figlia d’arte (mamma Fiona May, papà Gianni Iapichino) riparte dal terzo posto dell’edizione 2018 e rinnova la sfida con la grande amica azzurra Veronica Besana (Atl. Lecco Colombo Costruzioni), campionessa italiana e detentrice della migliore prestazione nazionale nel pentathlon grazie allo score di 3840 punti: la 16enne ha già aperto la stagione delle multiple a Bergamo con 6 metri nel lungo e 8.38 nei 60hs. Nella lotta potrà inserirsi anche la primatista cadette del pentathlon e tricolore a Rieti nello scorso ottobre Greta Brugnolo (Atl. Riviera del Brenta) che proprio a Besana ha tolto il limite nazionale under 16. Nel lotto degli allievi, Alessandro Sion (SAF Atletica Piemonte) proverà a proseguire la scia di successi tricolori avviata tra i cadetti a Cles 2017 e continuata in sala e all’aperto lo scorso anno nella prima stagione da under 18. La novità è Lorenzo Pezzolato (Fiamme Oro Padova) con il quale ha già battagliato il 12 gennaio a Padova.

Nazareno Orlandi (ha collaborato Mauro Ferraro/FIDAL Veneto)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: