Mosca, 11 carte olimpiche e un record storico




 

Gli azzurri chiudono alla grande i Trials europei di Mosca, portando a 5 i piazzamenti sul podio e ad 11 le carte olimpiche in vista dei Giochi Giovanili di Singapore, nel prossimo agosto. Nella terza e ultima giornata, Anna Bongiorni (già qualificata con il bronzo sui 100 metri) vince i 200 metri con 23"99 (2^ allieva di sempre, alle spalle di Vincenza Calì), mentre resta d'argento Alessia Trost, costretta ad inchinarsi di fronte alla beniamina di casa Mariya Kuchina. La russa, sempre battuta dalla pordenonese nel suo straordinario 2009, aveva annunciato pubblicamente programmi di rivincita, ma fino a 1.84 soffre la presenza in pedana dell'italiana, leader virtuale della finale. Una volta uscita la Trost a 1.86, la Kuchina si sblocca e sale a 1.90 come due settimane fa a Cheboksary.
Ma la prestazione che segna il pomeriggio moscovita in chiave azzurra è quello di Marco Lorenzi sui 400 metri: sulla pista dello Stadio Luzhniki, il trentino conquista l'argento nei 400 metri, alle spalle del russo Nikita Uglov, e con 47"05 migliora dopo 30 anni uno storico primato allievi appartenente a Donato Sabia (il due volte finalista olimpico degli 800 aveva corso in 47"36 al vecchio Comunale di Firenze il 14 giugno 1980). Gara perfetta sotto il profilo tattico: passaggio tranquillo a metà gara in 22"7 e poi una straordinaria progressione finale (34"3 il "crono" intermedio ai 300 metri). Con questo piazzamento, oltre a qualificarsi per i Giochi Olimpici Giovanili, Lorenzi ottiene anche un posto nella staffetta europea per Singapore (dove saranno schierati i vincitori di questi Trials nei 100 e 200 metri e, appunto, i primi due dei 400 metri). Anche il secondo azzurro in gara, Michele Tricca, si comporta benissimo e migliora di oltre mezzo secondo il personale, chiudendo in 47"64 (3^ prestazione italiana all-time di categoria, davanti a Licciardello): purtroppo il 4° posto del piemontese, pur formalmente valido per la qualificazione, non potrà portarlo ai Giochi in quanto il regolamento ammette un solo posto-gara per Nazione.

LA SCHEDA DI MARZO LORENZI
E' nato a Trento il 20 giugno 1993 (1.84m/71kg), tesserato per il GS Valsugana Trentino, ed è allenato dall'ex 400ista Walter Groff. Studia da geometra e risiede a Casalino, frazione di Pergine Valsugana (l'impianto dove abitualmente si allena). E' passato all'atletica in terza media, dopo aver praticato il pattinaggio su ghiaccio nello "short track": dapprima valido mezzofondista, quindi indirizzato verso la velocità prolungata tra i cadetti (sui 300 metri è stato 5° ai Tricolori di categoria nel 2008 all'Olimpico di Roma). Lo scorso anno è stato uno dei primi a ottenere il minimo di qualificazione per i Mondiali "under 18" (48"99 sui 400 metri), ma un infortunio lo costrinse a saltare l'impegno iridato di Bressanone. In questo avvio di stagione ha migliorato il limite allievi dei 300 metri con 33"90 e quindi ha corso in 47"99 alla Quercia d'Oro di Rovereto, tempo che costituiva il suo precedente personale prima dello straordinario miglioramento di Mosca.

Un altro piazzamento da podio - ricordiamo che questi Trials possono a buon diritto considerarsi come i primi autentici Campionati Europei "under 18" - arriva dai 200 metri maschili, grazie al 3° posto di Luca Valbonesi. Con il bronzo del giovane sprinter emiliano, grande rivelazione stagionale, diventano così cinque le "medaglie" europee degli azzurri in Russia (oro per Anna Bongiorni nei 200, argento per Alessia Trost nell'alto e per Marco Lorenzi nei 400, bronzo per Valbonesi nei 200 e ancora per la Bongiorni sui 100 metri).
Nella prima parte della giornata, anche Roberta Molardi aveva conquistato il passi olimpico piazzandosi 7^ nella finale del giavellotto con 46.12: la ragazza cremonese non era però riuscita a migliorare il personale ottenuto in qualificazione (47.24). L'obiettivo è poi stato raggiunto dalla piemontese Francesca Massobrio, 6^ nella finale del martello disputata nel "South Sports Complex" adiacente al centro olimpico moscovita.

Raul Leoni

I RISULTATI DEGLI AZZURRI IN GARA NELLA TERZA GIORNATA (tutte finali)

UOMINI
200m U: (+1.2) 1.Kuczynski POL 21"38, 3.Luca Valbonesi 21"55 (Q YOG)
400m U: 1.Uglov RUS 46"60, 2.Marco Lorenzi 47"05 (NRI, Q YOG), 4.Michele Tricca 47"64 (pp)
1000m U: 1.English IRL 2'24"53, 10.Massimo Falconi 2'30"14

DONNE
200m D: (0.0) 1.Anna Bongiorni 23"99 (pp, Q YOG), 2.Renzhina RUS 24"25
Alto D: 1.Kuchina RUS 1.90, 2.Alessia Trost 1.84 (Q YOG), 3.Krasnokutskaya RUS 1.82
Peso D: 1.Troneva RUS 15.29, 11.Monia Cantarella 13.11
Martello D: 1.Syedikh FRA 59.66, 6.Francesca Massobrio 54.02 (Q YOG)
Giavellotto D: 7.Roberta Molardi 46.12 (Q YOG)

Nella foto in alto (Giancarlo Colombo per Fidal): il trentino Marco Lorenzi ha migliorato il record italiano allievi dei 400 metri nella finale dei Trials di Mosca.

 

 

File allegati:
- La pagina dei risultati



Condividi con
Seguici su: