Montagna: Premana 2017, un doppio Mondiale

06 Luglio 2017

Presentate a Milano le due rassegne iridate di corsa in montagna, il 30 luglio e il 6 agosto in provincia di Lecco


 

Aria di Mondiale in Lombardia con la corsa in montagna. Oggi giovedì 6 luglio a Milano, nella sede della Regione Lombardia, una conferenza stampa ha “lanciato” i Campionati del Mondo 2017 di corsa in montagna del 30 luglio (distanze classiche) e del 6 agosto (lunghe distanze e tradizionale Giir di Mont) a Premana, in provincia di Lecco. L’assessore regionale allo sport Antonio Rossi è stato uno dei massimi sostenitori dell’evento mondiale, avendo spesso partecipato alla storica manifestazione: “Sono lecchese, conosco benissimo il Giir di Mont e la sua importanza sul territorio. Mi fa piacere che Premana organizzi l’evento mondiale, coinvolgendo anche più di 500 volontari e numerose associazioni locali. Per la Lombardia questi interventi sono importanti, finanziati dalla Regione perché promuovono lo sport e un tipo di turismo, quello sportivo, in forte crescita. In Lombardia ci sono circa 37000 eventi con un indotto che arriva quasi al miliardo, un ritorno molto importante per il territorio. Apprezzo molto il coraggio di affrontare questa grande sfida. Sarò sicuramente presente al Campionato del Mondo”.

Per il sindaco di Premana Elide Codega “da premanese conosco l’impegno che l’AS Premana ci sta mettendo, un grazie particolare a loro e a tutte le associazioni che collaboreranno, a tutti i sindaci del territorio, alla Regione Lombardia e all’assessore Antonio Rossi, annoverando il Mondiale di Premana come uno dei grandi eventi. Auguro a tutti gli atleti di poter respirare appieno l’atmosfera del nostro paese e della nostra accoglienza”. Secondo il consigliere federale Matteo De Sensi, Premana ha un’anima importante: “L’AS Premana è tradizione, cultura e sport di alto livello. Un’associazione prestigiosa che permette un lavoro sinergico, ed è attraverso società come questa che si conosce il valore della nostra comunità. L’Italia della corsa in montagna vanta una tradizione straordinaria: il Mondiale ha la chance di essere davvero un successo su tutti i fronti”.

Il presidente del Comitato Regionale FIDAL Lombardia Gianni Mauri ha lodato il mix di passione e capacità organizzativa e manageriale dell’AS Premana: “Nel percorso di avvicinamento a questo storico doppio Campionato Mondiale di Premana ho avuto modo, insieme ai dirigenti e ai tecnici di FIDAL Lombardia, di conoscere da vicino l’AS Premana, i suoi dirigenti e tecnici, la comunità locale e gli appassionati volontari.

La realizzazione di questo doppio Mondiale è qualcosa di speciale e unico, che suscita in molti di noi grande ammirazione e rispetto. Quello che hanno fatto queste persone, raccogliendo un esercito di 500 volontari in un paese di 2300 abitanti e realizzando un sogno, è un vero “miracolo sportivo” oltre che la dimostrazione di una grande capacità organizzativa e manageriale. Premana 2017 è un orgoglio per l’atletica lombarda”.

Quando arriva la corsa in montagna è sempre grande festa: “Premana - afferma il presidente dell’AS Premana Massimo Sanelli - è un anfiteatro di montagna, la nostra associazione parla di scialpinismo, corsa in montagna, mountain bike, calcio e arrampicata sportiva, il nostro focus è quello di attirare il più possibile i ragazzi nella nostra associazione. Senza i nostri 500 volontari tutto questo sarebbe stato impossibile, unendo amatori e professionisti e rendendo Premana per una volta centro del mondo della corsa in montagna”.

Tito Tiberti, in rappresentanza dell’Area Tecnica FIDAL, ha spiegato il valore della Nazionale italiana: “Vengo dalla WMRA Youth Cup in cui l’Italia ha vinto praticamente tutto, spero si possa replicare pure a Premana. I nostri ragazzi sono un punto di riferimento mondiale, perché sono forti e popolari, perché il tessuto organizzativo italiano è impareggiabile”. L’atleta Francesco Puppi, bronzo iridato 2015 delle lunghe distanze, ha parlato della sfida premanese: “Sono stato positivamente sorpreso del luogo, che già conoscevo dopo aver visto il Giir da spettatore, una gara dura che non immaginavo così impegnativa. Questo terreno mi metterà alla prova, ma sono convinto di poter arrivare preparato. Il pubblico di Premana darà una marcia in più certamente. In Nazionale siamo tutti molti uniti e quando ci alleniamo assieme possiamo condividere la fatica degli allenamenti. Ho imparato molto dai gemelli Dematteis, non ci vediamo mai come avversari ma come amici”. Erano presenti anche il consigliere di Regione Lombardia Mauro Piazza e il presidente di Montagne del Lago di Como Stefano Gianola.

(da comunicato stampa Organizzatori - foto Newspower.it - ha collaborato Cesare Rizzi/FIDAL Lombardia)

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- Il sito delle manifestazioni


Condividi con
Seguici su: