Mondiali U20 con nove piemontesi

12 Luglio 2016

Tra esordi e conferme, sono nove gli atleti piemontesi che voleranno a Bydgoszcz con i colori della nazionale, sei maschi e tre femmine, per la rassegna iridata juniores (19-24 luglio).


 

Sono nove i piemontesi chiamati a vestire la maglia azzurra in occasione dei Campionati Mondiali Juniores in programma a Bydgoszcz (Polonia) dal 19 al 24 luglio; 6 maschi e 3 femmine per una compagine davvero rappresentativa della nostra regione dove la parte da leone la fa il mezzofondo con ben 4 atleti su 7 convocati che afferiscono a quel settore. 56 gli azzurrini che faranno parte della spedizione.

UOMINI. Scontata la convocazione dei campioni juniores di salto in alto Stefano Sottile (Atl. Valsesia) e del salto con l’asta Matteo Capello (Atl. Piemonte). Già in maglia azzurra quest’anno con la nazionale U20 al triangolare indoor con Francia e Germania disputatosi a marzo a Padova, Sottile, seguito da Valeria Musso, ha portato il proprio primato personale indoor a 2,22m ad un solo cm dal record italiano di categoria mentre outdoor è fermo a 2,18m, misura che gli vale il 16mo posto nelle graduatorie mondiali stagionali di categoria (con 2,22m sarebbe 7mo). Miglioramento nel 2016 anche per Capello, allievo di Riccardo Frati, che sale a 5,30m contro i 5,05m del 2015; 5,30m vale un posto tra i primi 20 nella graduatoria mondiale stagionale di categoria, esattamente il 19mo.
Altrettanto scontata la convocazione del campione europeo juniores dei 10.000m in carica Pietro Riva che quest’anno, sulla stessa distanza, proverà a giocarsi un posto al sole a livello mondiale.

Il cuneese seguito da Alessandro Perrone, neo acquisto delle Fiamme Oro, vanta un primato stagionale di 30:00.28 che è anche primato personale: anche in questo caso netto miglioramento del piemontese, che lima 16 secondi al suo precedente limite risalente al 2015 (30:16.90).
Ma il mezzofondo maschile sarà rappresentato anche da altri due atleti al loro esordio con la maglia azzurra: i portacolori del CUS Torino Sergiy Polikarpenko e Dario De Caro. Per Polikarpenko è un esordio assoluto visto che ha ottenuto la cittadinanza italiana a marzo 2016 e il via libera dalla IAAF a partecipare alle manifestazioni internazionali con la maglia azzurra appena il 13 giugno. Figlio del campione di triathlon Vladimir Polikarpenko, atleta olimpico nel triathlon a Sydney 2000 con i colori dell’ucraina, Sergiy si diletta anch’egli nel triathlon ma ha grandi prospettive nella corsa, specie nel cross; in Polonia sarà al via dei 5000m, distanza sulla quale vanta un pb di 14:33.72. Sulla stessa distanza troverà tra gli altri il compagno di club Dario De Caro, capace di portare il proprio pb nel 2016 a 14:40.76 contro il 14:54.61 dello scorso anno. Al suo esordio con la maglia azzurra, quest’anno ha ottenuto il bronzo sui 1500m ai tricolori juniores. Entrambi i torinesi sono seguiti dal tecnico referente regionale del mezzofondo, Gianni Crepaldi, ex azzurro del mezzofondo e atleta del GS Carabinieri.
In azzurro anche Brayan Lopez (Atl. Pinerolo), convocato per i 400m e per la staffetta 4x400.

Argento ai campionati italiani di categoria, proprio sulla pista di Bressanone fa siglare il suo nuovo primato personale con 47.33 (migliorando nettamente il 47.82 del 2015).

DONNE. Ancora una convocazione dal mezzofondo per un’atleta seguita da Gianni Crepaldi. Si tratta di Eleonora Curtabbi (CUS Torino), campionessa italiana dei 3000 siepi che a Castiglione della Pescaia ha fermato i cronometri in un eccellente 10:32.92, suo primato personale. Per Curtabbi è l’esordio nella nazionale su pista; la piemontese aveva infatti già vestito i colori della nazionale nella corsa in montagna prendendo parte alla Youth Cup ad Arco di Trento nel 2014.
Ormai veterana delle trasferte azzurre Lucia Prinetti Anzalapaya (Fiamme Gialle), che in carriera è stata detentrice del primato italiano cadette e allieve della specialità. 61,09m la misura lanciata quest’anno dalla vercellese che le vale il titolo italiano di categoria. Nel 2016 ha già vestito la maglia azzurra al triangolare di lanci invernali U23 di Padova mentre nel 2015 ha preso parte agli Europei Juniores.
Esordio assoluto in maglia azzurra invece per Aurora Casagrande Montesi (Sisport SDD): allieva di Luigi Binotti, notevole il suo miglioramento cronometrico quest'anno sul giro di pista, dove è arrivata al primato personale di 55.31 (nel 2015 aveva 57.12); sul giro di pista con ostacoli vanta un pb di 1:00.03. Nel suo palmares il bronzo ai tricolori indoor sui 400m, con 55.31 è quarta nella graduatoria nazionale stagionale di categoria. Torinese, è stata convocata per prendere parte alla staffetta 4x400.

LA SQUADRA AZZURRA PER BYDGOSZCZ


I nove atleti piemontesi convocati in azzurro per i Mondiali U20 di Bydgoszcz


Condividi con
Seguici su: