Mondiali, Andrea Longo chiude al quinto posto




 
Si conclude con il quinto posto la favola del rientro all\'atletica di Andrea Longo, passato in pochi giorni dal buio alla luce del grande palcoscenico internazionale dell\'atletica. L\'azzurro ha chiuso non lontano dalle medaglie lo sprint conclusivo del doppio giro di pista, vinto dall\'algerino Said Guerni in 1:44.81, tre centesimi meglio del russo Borzakowsky (1:44.84, il favorito della vigilia) e nove del sudafricano Mulaudzi (1:44.90). Longo, superato da Kipketer (1:45.23) ha fermato il cronometro sul\'1:45.43, sua miglior prestazione dal rientro. \"Sono soddisfatto solo fino ad un certo punto - ha detto il padovano - credo che almeno il bronzo avrei potuto centrarlo. Non sono riuscito a prendere posizione all\'inizio, e questo ha condizionato la mia gara: alla fine sono partito un po\' troppo da lontano, senza riuscire a rimontare come avrei voluto. Ma sostanzialmente, credo che mi siano mancate soprattutto una decina di gare, grazie alle quali avrei preso nuovamente abitudine con il clima agonistico. Il ringraziamento va a tutti quelli che hanno creduto in me, e alle Fiamme Oro, il mio club\". Longo sarà adesso a Rieti, la pista sulla quale, prima dello stop nella sua carriera, aveva praticamente eguagliato il record italiano di Marcello Fiasconaro, correndo in 1:43.74. In precedenza, si è corsa la maratona femminile. Male le azzurre, finite nelle retrovie con tempin distanti anni luce dai loro personali. La vittoria è andata all\'atleta maggiormente accreditata, la keniana Catherine N\'Dereba (2h23:55), davanti alle giapponesi Mizuki (2:24.14) e Masako (2h25:09). Lucilla Andreucci (41esima, 2h38:22) è stata la prima delle italiane, che sono giunte praticamente tutte insieme (42esima Marconi, 2h38:26, 43esima Volpato, 2h38:38); 58esimo posto per Simona Viola, in 2h54:27, ritirata Rosalba Console. Vittoria nella Coppa del Mondo al Giappone, che bissa così il trionfo al maschile. Italia al nono posto.


Condividi con
Seguici su: