Master: altri 3 ori europei

26 Marzo 2015

Ottocentisti azzurri in primo piano nella rassegna “over 35” al coperto di Torun (Polonia)


 

Quattro medaglie per l’Italia nella quarta giornata dei Campionati europei master indoor a Torun (Polonia), tutte dagli 800 metri con tre ori e un bronzo, portando così la somma provvisoria a 37 piazzamenti sul podio di cui 15 sul gradino più alto. Conquista il suo secondo titolo individuale Barbara Martinelli (Us San Vittore Olona 1906), che dopo la vittoria nei 400 metri è imbattibile anche sulla doppia distanza tra le W45 con 2:22.71. E stavolta con la miglior prestazione italiana SF50, abbassata di 32 centesimi rispetto al crono da lei realizzato a Padova due mesi fa: classe ’65, festeggerà il compleanno a dicembre ma intanto può godersi questi trionfi nell’ultima stagione di categoria a livello internazionale. Ha vinto la sua prima maglia tricolore addirittura da allieva, poi diverse presenze in Nazionale assoluta con la partecipazione ai Giochi del Mediterraneo nel ’91, un lungo stop (maternità compresa) e la ripresa nel 2010, quasi per gioco. Sugli 800 M55 c’è invece il primo successo continentale di Alfredo Bonetti (Atl. Virtus Castenedolo) in 2:11.95 per impadronirsi anche del primato italiano: battuto il 2:12.37 che apparteneva a Konrad Geiser dall’ormai lontano 2004. La gara della consacrazione per il mezzofondista bresciano, autore nella scorsa stagione di un record ancora più storico, quello outdoor che resisteva da 27 anni.

Non finisce qui perché il veterano trentino Bruno Baggia (Atl.

Valli di Non e Sole) si aggiudica il suo ennesimo oro internazionale: il quinto negli Europei indoor, ma il primo sugli 800 da M80 in 3:20.27. Con l’attività agonistica ha iniziato tardi, nel ’92 all’età di 58 anni, ma da allora non si è più fermato primeggiando anche nella corsa in montagna. Un altro risultato significativo arriva dagli 800 M65 con il bronzo dell’altoatesino Konrad Geiser (Sportclub Meran) che firma il record italiano di categoria in 2:23.14, mentre si impone l’olandese Cees Stolwijk con il nuovo limite europeo di 2:18.59. Nelle altre gare, nuova impresa della francese Nicole Alexis che realizza il record mondiale dei 200 W55 in batteria con un notevole 26.77 (quasi un secondo di miglioramento sul precedente 27.62 della canadese Karla Del Grande), primati europei invece per la britannica Caroline Powell sui 200 W60 con 29.00 e per il polacco Stanislaw Kowalski, il “meno giovane” della rassegna con i suoi quasi 105 anni, che ottiene la misura di 7,14 nel disco M100. Domani le finali di 200 e 1500 metri, oltre a prove multiple femminili e diversi concorsi, mentre all’aperto si assegneranno anche i titoli della corsa campestre.

Luca Cassai

RISULTATI/Results
ORARIO/Timetable
TUTTE LE NOTIZIE/News



Condividi con
Seguici su: