Marcia 20km: Fortunato e Trapletti campioni

26 Marzo 2017

Il 22enne pugliese delle Fiamme Gialle migliora il personal best (1h22:04) nella rassegna tricolore a Cassino (FR), tra le donne la milanese dell’Esercito vince il Trofeo Sidoti


 

di Luca Cassai

Nei Campionati italiani della 20 chilometri di marcia, a Cassino (Frosinone), titoli nazionali assoluti per Francesco Fortunato e Valentina Trapletti. Al maschile, il 22enne pugliese delle Fiamme Gialle conquista il suo primo tricolore sulla distanza e il quarto della carriera in 1h22:04, che vale un miglioramento di quasi un minuto rispetto al suo precedente record personale e lo standard di iscrizione per i prossimi Mondiali di Londra (4-13 agosto). Con una decisiva progressione finale, si lascia alle spalle il piemontese Federico Tontodonati (Aeronautica), campione uscente e oggi secondo in 1h22:53, mentre chiude terzo il romano Marco De Luca (Fiamme Gialle), 1h23:08, entrambi specialisti della 50 km e reduci da uno stage in altura. Tra le donne, la portacolori dell’Esercito conduce una gara in solitaria per aggiudicarsi con 1h33:45 il Trofeo Annarita Sidoti, intitolato all’indimenticabile campionessa mondiale ed europea, a cui è dedicato un film da ieri nei cinema. Anche per la 31enne milanese si tratta del quarto successo tricolore complessivo, oltre che del terzo in questa prova. Seconda al traguardo e migliore promessa la bergamasca Nicole Colombi (Atl. Brescia 1950) con 1h38:26, davanti a Sibilla Di Vincenzo (Bracco Atletica), 1h38:32. Nella 20 km maschile invece il primo degli under 23 è il ventenne Gianluca Picchiottino (Atl. Libertas Runners Livorno), sesto assoluto in 1h23:46 per abbassare il personal best di quasi due minuti e mezzo. Le sfide under 20 vedono la conferma di Giacomo Brandi (Sport Atl. Fermo) con 1h30:57 e l’affermazione di Annalisa Russo (Pol. Astro 2000 Benevento) in 1h44:10. Notevoli cifre di partecipazione, con un totale di 451 iscritti nell’evento organizzato dalla Kronos Roma, compresi i giovanissimi del Trofeo Lazio di marcia “Fulvio Villa”. Una manifestazione valida come seconda tappa dei Societari di specialità, di fronte una bella cornice di pubblico sulle strade del centro di Cassino, in una mattinata di sole.

CRESCE FORTUNATO, 1h22:04 - La gara maschile vede subito un terzetto in fuga, sul circuito di 1000 metri: De Luca (20:50 al 5° km), Tontodonati e Fortunato nell’ordine, poi l’aviere cerca di allungare (41:34 a metà) e dopo 12 chilometri piazza un attacco per guadagnare circa dieci secondi su Fortunato e quindici su De Luca. Ma intorno ai tre quarti di competizione, il finanziere allenato da Patrizio Parcesepe raggiunge il battistrada e lo supera passando con sette secondi di vantaggio al quindicesimo chilometro (1h01:56 contro 1h02:03). Il divario aumenta a vista d’occhio, anche perché il pugliese di Andria riesce a concludere con una frazione di 20:08, la più veloce di una gara in crescendo, gestita con buona padronanza nonostante la temperatura in aumento sotto il sole. Nella passata stagione si era piazzato secondo in 1h22:57 e stavolta per poco non abbatte il muro dell’ora e ventidue minuti con 1h22:04, festeggiando il terzo tricolore assoluto consecutivo nella specialità del tacco e punta, dopo quelli sulla 10 km del 2016 a Rieti e nei 5000 indoor del mese di febbraio ad Ancona (vinto anche l’anno scorso), ma il primo sulla distanza olimpica dei 20 chilometri.

AZZURRI VERSO LA COPPA EUROPA - Alle spalle del vincitore, tre atleti scesi da un raduno in quota: Tontodonati (1h22:53), che ha in programma la 50 km di Coppa Europa a Podebrady (Rep. Ceca, 21 maggio), si è allenato in Messico nelle ultime settimane, mentre De Luca ad Albuquerque (Stati Uniti), oggi terzo in 1h23:08 e nel trofeo continentale sarà al via sulla 20 km, in vista dei Mondiali di Londra per cui è già qualificato nella 50 chilometri. Poi arriva il compagno di allenamenti Giorgio Rubino (Fiamme Gialle), che dà un segnale di ripresa dopo una stagione difficile e il cambio di guida tecnica (ora è seguito da Giovanni De Benedictis), quarto con 1h23:27. In evidenza Leonardo Dei Tos (Athletic Club 96 Alperia): 1h23:35 per il veneto di stanza a Milano, quinto e poco distante dal primato personale, seguito da due promesse.

Dietro al brillante livornese Picchiottino (1h23:46), che toglie due minuti abbondanti al personale, c’è il sardo Andrea Agrusti (I Guerrieri del Pavone) a sua volta in progresso con 1h24:09 e preselezionato per la 50 km di Coppa Europa come il marchigiano Michele Antonelli (Atl. Recanati), ottavo con 1h25:07, e l’ingegnere beneventano Teodorico Caporaso (Orionina), nono in 1h25:22 per uno dei migliori crono tra le sue gare di esordio. Decimo e terzo under 23 il non ancora 21enne piemontese Stefano Chiesa (Atl. Cento Torri Pavia), autore del personale con 1h25:48. Si migliora anche l’altra promessa Gregorio Angelini (Alteratletica Locorotondo, 1h27:37), preceduto da Lorenzo Dessi (Fiamme Gialle, 1h27:10) e Vito Minei (Fiamme Oro, 1h27:30), inizialmente nel gruppo degli inseguitori ma in flessione nella seconda parte.

TRAPLETTI FA IL TRIS - Una donna sola al comando nella prova femminile, dominata da Valentina Trapletti che dimostra la sua affidabilità e chiude in 1h33:45 a un paio di minuti dal personale, senza essere impensierita dalle avversarie. La marciatrice allenata da Enzo Fiorillo, nell’occasione tornata a indossare la maglia dell’Esercito, coglie il terzo titolo italiano assoluto in questa gara, dopo quelli del 2009 e 2015, ma è anche la tricolore in carica della 10 km. Per gli altri gradini del podio, si presentano quasi insieme la promessa Colombi (1h38:26), seconda con una prestazione caparbia, e la campionessa uscente Di Vincenzo (1h38:32), seguite dalla salentina Tatyana Gabellone (Alteratletica Locorotondo, 1h39:02) e da Adelaide Sansoni (Us Quercia Trentingrana, personal best di 1h40:25). Poi altre due under 23: la fiorentina Giada Ciabini (Toscana Atl. Empoli Nissan, 1h41:37) e la reggiana Sara Vitiello (Gs Self Atl. Montanari & Gruzza, 1h41:55), mentre si ritira Eleonora Dominici (Acsi Italia Atletica).

UNDER 20 - Nella 20 km juniores il fabrianese Giacomo Brandi (1h30:57) ribadisce la sua leadership, anche se con un riscontro cronometrico superiore rispetto alla scorsa stagione, con piazzamenti del tricolore indoor Diego Chirivì (Cus Torino, 1h33:06) e del sardo Stefano Cicalò (Atl. Valeria, 1h34:05). Al femminile Annalisa Russo firma il personale con 1h44:10 per il suo secondo titolo italiano dell’anno, dopo quello al coperto. La napoletana prevale su due atlete di casa: Angelica Mirabello (1h45:43) e Anthea Mirabello (1h46:43), attardata da un problema a una scarpa nel finale. Per entrambe le gemelle di Cassino, portacolori delle Fiamme Gialle Simoni, era il debutto sulla distanza.

ALLIEVI E CADETTI - Sulla 10 km per i Societari allievi, duello appassionante risolto praticamente in volata tra il campione indoor Davide Finocchietti (Atl. Libertas Runners Livorno), primo in 44:38, e Riccardo Orsoni (Cus Parma, 44:39), in testa nelle fasi di avvio ma poi ripreso, quindi finisce terzo Giorgio Giuliani (Cus Torino, 46:46). L’allieva Alessia Mastronicola (Alteratletica Locorotondo) si impone con 52:09 sull’altra pugliese Alessandra Lentini (Atl. Don Milani, 52:40) e la tricolore su pista Andrada Lacatus (Pbm Bovisio Masciago, 52:44), partita davanti però bloccata successivamente dai giudici per una sosta in pit lane. Nel Trofeo Nazionale cadetti, vittorie individuali di Jacopo Capodifoglio, 29:32 sui 6 km, e della campionessa italiana Angela Di Fabio, 20:15 nei 4 km, ambedue della Tethys Chieti, mentre Atletica Libertas Runners Livorno (cadetti) e Assi Giglio Rosso Firenze (cadette) comandano le graduatorie per società.

CDS MARCIA - Quest’anno la tappa di Cassino non è quella inaugurale per il Campionato italiano di società di marcia, articolato su quattro prove e aperto a Grosseto nel mese di gennaio. Il nuovo regolamento è scaturito da un gruppo di lavoro tra le società italiane che svolgono attività, cercando di coniugare le necessità tecniche con quelle dei club. Nelle classifiche della seconda prova, guidano Fiamme Gialle (seniores-promesse uomini), Bracco Atletica (seniores-promesse donne), Fiamme Gialle Simoni (juniores uomini e donne), Futurathletic Team Apulia (allievi) e Atletica Grosseto Banca Tema (allieve). Il prossimo appuntamento sarà il 23 aprile con le gare su pista, in tre gruppi interregionali: Nord a Bovisio Masciago (Monza e Brianza), Centro a Orvieto (Terni), Sud ad Acquaviva delle Fonti (Bari).

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- RISULTATI/Results


Condividi con
Seguici su: