Licciardello OK a Dusseldorf: 46.57




 

Ancora una buona prestazione di Claudio Licciardello, che stasera a Dusseldorf si è piazzato secondo nei 400 metri del meeting internazionale correndo in 46.57 (primato personale eguagliato). A superare l'azzurro, il solo David Gillick, l'irlandese campione europeo indoor in carica, che ha siglato nella circostanza la miglior prestazione mondiale dell'anno, con 46.18. Partito dalla più svantaggiosa seconda corsia, e con maggior cautela rispetto all'esordio di Stoccarda di sette giorni fa, Licciardello è entrato alla corda da terzo (con Gillickin testa in 21.73), alle spalle anche dello statunitense Torrance. L'azzurro però sul rettilineo opposto a quello d'arrivo ha sfoderato un secco cambio di marcia che gli ha regalato la seconda posizione, avvicinando sensibilmente Gillick. Sempre a Dusseldorf, terzo posto negli 800 metri di Maurizio Bobbato (Carabinieri), in 1:50.09.

Nella serata, altro pacchetto di risultati azzurri di discreto rilievo a Parigi, nel meeting Seat organizzato a Bercy dalla Federazione francese. Martina Giovannetti (Forestale) ha corso i 60 metri in 7.39 nella batteria, per poi chiudere in finale, al sesto posto,con 7.40. Doppio 6.62 per Simone Collio tra batteria e finale, con l'ultimo turno concluso al terzo posto alle spalle dei brasiliani Romero (6.52) e De Silva (6.61). La cosa migliore l'ha però fatta sicuramente Micol Cattaneo, scesa nei 60 ostacoli prima a 8.12, e poi a 8.09 (quinto posto finale), non lontanissima dal personale di 8.02. Nei 300 metri, 33.82 per Alessandro Cavallaro. Nella riunione parigina, da segnalare il nuovo 6 metri dell'australiano Hooker, sempre più dominatore dell'asta, e il 17,58 del nuov fenomeno del triplo, il francese Teddy Tamgho.

File allegati:
- Risultati - Dusseldorf
- Risultati - Parigi



Condividi con
Seguici su: