Lanci in copertina al meeting di Castiglione

23 Luglio 2020

Sabato in STREAMING su atletica.tv: Fabbri e Rosa nel peso, Osakue e Faloci nel disco, Fantini e Olivieri nel martello, giavellotto con Fraresso e Jemai. E nell’alto il duello Furlani-Pieroni

 

Un vero e proprio happening dei lanci, impreziosito da quasi tutti i migliori azzurri del settore. Senza dimenticare l’alto femminile e le gare dei 3000 uomini e donne, che arricchiscono il programma del 10° Meeting Città di Castiglione della Pescaia (Grosseto), di scena sabato pomeriggio in diretta su atletica.tv. In gara ci saranno i quattro lanciatori azzurri che hanno partecipato all’ultima rassegna iridata, a Doha nello scorso settembre, da Leonardo Fabbri (Aeronautica) nel peso, ai discoboli Daisy Osakue (Fiamme Gialle) e Giovanni Faloci (Fiamme Gialle), alla martellista Sara Fantini (Carabinieri), e con loro anche i pluricampioni italiani del peso Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) e del martello Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever). Sulla pedana dell’alto è annunciato il confronto tra Erika Furlani (Fiamme Oro) e Idea Pieroni (Virtus Cr Lucca).

PESO - Leo Fabbri, l’uomo copertina è lui. Proprio da Castiglione della Pescaia è partita la sua stagione un anno fa con 20,45, ma era tutt’altra musica. Oggi il 23enne fiorentino dell’Aeronautica ha già lanciato oltre un metro di più (21,59 record italiano indoor) ed è a pieno titolo tra i grandi d’Europa. Nelle scorse settimane ha debuttato a Vicenza con 20,58 e ha proseguito a Savona con 21,15. Lanciatissimo. E sempre alla ricerca di stabilità su misure di questa levatura. A Castiglione ritroverà i compagni di allenamento (con Paolo Dal Soglio) Zane Weir, sudafricano da 19,24 dell’Enterprise Sport & Service e Lorenzo Del Gatto (Carabinieri) 19,13 nell’ultimo inverno. Lancerà invece con il peso della categoria juniores Carmelo Musci (Fiamme Gialle): dopo la migliore prestazione italiana U20 con l’attrezzo da 7,26kg (18,71), il pugliese torna a cimentarsi con quello da 6kg e lo fa insieme all’altro prospetto azzurro Riccardo Ferrara (Cus Palermo). Donne: la 26 volte campionessa italiana Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) al debutto all’aperto andrà in pedana con il duo della Studentesca Milardi Rieti, Martina Carnevale e Benedetta Benedetti

DISCO - L’attenzione è su Daisy Osakue (Fiamme Gialle): Castiglione segnerà il suo ritorno oltre i 60 metri nel disco? L’oro dell’Universiade di Napoli, quinta agli Europei di Berlino, ha familiarizzato con la fettuccia dei sessanta nella scorsa stagione, fino al 61,69 dello stadio San Paolo, seconda azzurra di sempre. Quest’anno la 24enne piemontese si è distinta per il 58,21 d’esordio a Novara e poi non ha trovato le giuste sensazioni nelle successive due uscite a Vicenza e Donnas. Per ora, chi ha fatto meglio tra le avversarie è Valentina Aniballi (Esercito), 53,16 a Rieti. Iscritte anche Natalina Capoferri (Atl. Brescia 1950 Metallurgica San Marco) e Giada Andreutti (Aeronautica), e vanno seguiti i progressi della junior Diletta Fortuna (Atl. Vicentina) fresca di 50,98. Faloci-Di Marco-Mannucci tra gli uomini: come al femminile, anche qui l’orizzonte è rappresentato dai sessanta metri, non certo impossibili per Giovanni Faloci (Fiamme Gialle) che ha inaugurato la stagione con 59,30 (uomo da 65,30 nel luglio 2019), ma anche per Nazzareno Di Marco (Fiamme Oro). E dopo il 58,85 di Latina non è più così lontano nemmeno Alessio Mannucci (Atl. Livorno). Il programma orario consente di doppiare peso+disco, quindi Carmelo Musci sarà due volte in pedana, anche nel disco, in apertura d’evento, con l’attrezzo junior da 1,750kg, opposto a Enrico Saccomano (Malignani Libertas Udine). 

MARTELLO - Lingua vs Falloni è un classico del martello azzurro negli ultimi anni, ma la novità (a livello assoluto) è Giorgio Olivieri (Carabinieri), che può cominciare a impensierire i due rivali più esperti, forte del 72,65 lanciato la scorsa settimana a Imola. Il diciannovenne marchigiano medaglia di bronzo degli ultimi Europei U20 sfida il 42enne Marco Lingua (asd Marco Lingua 4ever), finalista mondiale di Londra 2017, ed è iscritto anche Simone Falloni (Aeronautica) che non ha ancora debuttato nella stagione estiva. Completa il quadro dei protagonisti Giacomo Proserpio (Atl. Lecco Colombo Costruzioni). Il duello tra Gregorio Giorgis (Libertas Città di Castello) e Davide Costa (Cus Genova) è il tema principale della prova under 20. Tra le donne, con l’allieva Rachele Mori che lancerà il martello di categoria (3kg) puntando sempre alla migliore prestazione italiana di Lucia Prinetti (70,27 nel 2014, Mori 69,24), fari su Sara Fantini (Carabinieri) e sul suo viaggio verso i settanta metri, centrati nel 2019 e avvicinati in questo primo assaggio di 2020 con il 69,44 di Vicenza. Con lei anche la già citata Lucia Prinetti (Fiamme Gialle).

GIAVELLOTTO - Sarà testa a testa nel giavellotto tra Mauro Fraresso (Fiamme Gialle) e Roberto Bertolini (Fiamme Oro): il veneto campione d’Italia ha cominciato con 78,13 a Savona, il lombardo si è spinto ancora più lontano, 79,41 a Vittorio Veneto, ma entrambi a ridosso della soglia degli ottanta metri. Cercano spazio anche Roberto Orlando (Virtus Cr Lucca), Giovanni Bellini (Studentesca Milardi Rieti) e lo junior Jhonatam Maullu (Dinamica Sardegna). In tre possono giocarsi la vittoria nel concorso femminile: è la ‘prima’ d’estate per Sara Jemai (Esercito) e per la junior Federica Botter (Brugnera Friulintagli), mentre ha già esordito a Vittorio Veneto la primatista italiana under 23 Sara Zabarino (Acsi Italia).

LE ALTRE GARE - Il piatto forte extra-lanci è senz’altro il faccia a faccia nell’alto tra la saltatrice da 1,94 Erika Furlani (Fiamme Oro), decollata a Rieti alla misura che - in attesa delle big - è ancora la migliore prestazione d’Europa in questa stagione estiva, e la junior di belle speranze Idea Pieroni (Virtus Cr Lucca), 1,90 nelle indoor, a due centimetri dal limite under 20 di Alessia Trost. I 3000 metri ospiteranno il rientro agonistico di Pietro Riva (Fiamme Oro), in gara, tra gli altri, con Francesco Breusa (Cus Torino), Jacopo De Marchi (Trieste Atletica) e Giuseppe Gerratana (Aeronautica), mentre la prova femminile sui 3000 lancia l’azzurra Maria Chiara Cascavilla (La Fratellanza 1874 Modena) e presenta la sarda Raimonda Nieddu (Cagliari Atl. Leggera) di recente autrice in Svizzera di netti miglioramenti su 3000 e 5000. Tra le gare Fispes, annunciato il debutto del discobolo Oney Tapia (Fiamme Azzurre), argento mondiale e paralimpico in carica.

DIRETTA STREAMING - Il 10° Meeting Città di Castiglione della Pescaia sarà trasmesso in diretta streaming su atletica.tv sabato 25 luglio dalle 16.30.

naz.orl.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI/Entries
- PROGRAMMA/Timetable

Leonardo Fabbri (foto Colombo/FIDAL)


Condividi con
Seguici su: