La finale di Stoccarda premia Di Martino e Clarett




 
Non hanno deluso le attese, le tre azzurre impegnate oggi a Stoccarda nella prima giornata della finale del World Tour 2007. Secondo posto nell'alto per Antonietta Di Martino (Fiamme Gialle), salita fino ad un eccellente 1,97; terzo posto nel martello per Clarissa Claretti (Aeronautica, 70,34), seguita, nella stessa gara, da Ester Balassini (Fiamme Gialle, settima con 63,90). In una giornata caratterizzata dall'ennesimo grande risultato colto dallo sprinter giamaicano Asafa Powell (vincitore dei 100 con un fantastico 9.83, vento -0.3), si è visto anche uno spicchio di Italia agguerrito e combattivo, esattamente come ci si aspetta - o forse, meglio dire ci si augura - in simili occasioni. Antonietta Di Martino è stata strepitosa: in un contesto in cui in molte hanno faticato a scalare misure considerate "normali" - o poco più che tali - la campana si è arresa solo allo strapotere della croata Blanka Vlasic, unica a superare i 2,00. Per la ragazza di Cava de' Tirreni un solo errore in tutta la gara, a 1,94 (serie: 1,85/1; 1,90/1; 1,94/2; 1,97/1), a coronamento di un pomeriggio che sancisce, ove ancora ce ne fosse bisogno, la sua definitiva ascesa al settimo cielo della specialità. E che chiude una stagione da incorniciare, con i record nazionali indoor (2,00) e outdoor (2,02 e poi due volte 2,03), oltre alle medaglie d'argento europea indoor e mondiale all'aperto. Oggi, anche la concreta soddisfazione del premio in denaro, corrispondente alla bella cifra di 20.000 dollari. Clarissa Claretti dimostra sempre di più di essere donna da scontro diretto, o da finale internazionale; insomma, agonista di livello eccelso. Le altre vanteranno anche misure più sostanziose (chissa, forse solo per ora), ma quando c'è da scrivere una classifica, la marchigiana dell'Aeronautica è sempre lì. Subito capace di lanciare dalle parti dei 70 metri (69,99), si è installata sul podio dal primo lancio, dietro la cubana Moreno (poi vincitrice con 73,76) e alla croata Brkljacic (seconda con 73,22); nell'ultimo turno, la rimonta della polacca Skolimowska, momentaneamente capace di far scendere dal podio l'azzurra, con un buon 70,20. Niente panico: la Claretti ha ristabilito le distanze con l'ultima prova a disposizione, misurata a 70,34. Anche per lei una stagione di grande rilievo, con il settimo posto al Mondiale di Osaka e ora la terza piazza nella finale del World Tour; senza dimenticare i 12.000 dollari vinti oggi, anche in questo caso, sommetta niente male. Domani, seconda e conclusiva giornata di gare. Tre gli azzurri impegnati: Andrew Howe (Aeronautica) nel lungo, Elisa Cusma (Esercito) negli 800 metri, e Chiara Rosa (Fiamme Azzurre) nel peso. Diretta tv su Rai Sport Satellite a partire dalle 13.15. m.s. Nella foto, Antonietta Di Martino in azione a Stoccarda (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL) File allegati:
- RISULTATI / Full results


Condividi con
Seguici su: