La festa dell'atletica abruzzese

26 Marzo 2012

Sabato 24 marzo a Morro d'Oro (TE) la premiazione dei protagonisti della stagione 2011 con il presidente FIDAL Franco Arese

 

Si è svolta sabato 24 marzo a Morro d’Oro, in provincia di Teramo, presso il Country House San Pietro, l’annuale festa dell’atletica abruzzese, nella quale sono stati premiati atleti, tecnici, dirigenti e giudici di gara che si sono distinti nella stagione 2011. La festa ha avuto come ospite d’eccezione il presidente FIDAL Franco Arese che, all'inizio del suo intervento, ha voluto ricordare Giovanni Cornacchia, figura storica dell’atletica italiana e abruzzese, ostacolista di livello internazionale negli anni Sessanta, al quale, tra l’altro, è intitolato lo stadio Adriatico di Pescara. "Mi vengono in mente - ha proseguito Arese - altri grandi atleti abruzzesi che hanno fatto la storia dell’atletica italiana, come i marciatori Giovanni De Benedictis e Vittorio Visini, la velocista Gianna Carboncini". Poi, un elogio a Gianmarco Tamberi, saltatore in alto della Bruni Vomano, bronzo agli Europei Juniores: "Ricordo bene quella gara, perché ero presente a Tallinn. Ormai tutti gli atleti si presentano ben allenati ai grandi appuntamenti, ma emerge chi ha la testa più forte come ha dimostrato Tamberi in quell'occasione". Quindi, un messaggio di fiducia al mondo dell’atletica, riferito al difficile momento economico del Paese. "Ci aspettano tempi non duri, durissimi.

Ma saremo penalizzati meno di altri sport, perché l’atletica sa cosa sono i sacrifici" Infine, all’atletica abruzzese: "Mi auguro che continui a dare all’atletica italiana quello che finora ha dato. E complimenti alla società Bruni Vomano che si è confermata ad alti livelli e che fa onore a tutta la regione".

Il presidente del Comitato Regionale, Domenico Narcisi, ha sottolineato, oltre ai risultati di vertice, la crescita numerica del movimento abruzzese, che ha visto aumentare i tesserati soprattutto nelle fasce giovanili. Il vice presidente vicario del Comitato, Gabriele Di Giuseppe ha presentato, nell’occasione, il progetto del centro di preparazione di marcia e mezzofondo, realizzato nella riserva naturale di Castel Cerreto, a Penna Sant’Andrea in provincia di Teramo, che sarà inaugurato il prossimo 21 aprile. Un’opera destinata ad ospitare la preparazione di atleti abruzzesi e di altre regioni. Nel suo intervento il Fiduciario tecnico regionale, Luigi Carrozza, ha ricordato i tempi della Nazionale, negli anni Sessanta, quando era ostacolista dei 400 e condivise con Arese l'esperienza degli Europei di Budapest, nel 1966.

Fra gli atleti premiati, oltre a Gianmarco Tamberi, da evidenziare l’ottocentista Francesco Chiaverini (U.S. Aterno Pescara), nazionale Under 20 nel triangolare indoor Italia,Germania, Francia, il pesista Jonathan Pagani (Bruni Vomano), tricolore Under 23, e Federico Gasbarri (Falco Azzurro Chieti), campione italiano indoor dei 1000 metri Allievi.      

Roberto Ragonese (CR FIDAL Abruzzo)



Condividi con
Seguici su: