Karlsruhe: vince la Di Martino, 6.63 Di Gregorio




 

Vince ancora Antonietta Di Martino. La primatista nazionale dell'alto, capace mercoledì scorso a Banska Bystrica (Slovacchia) di innalzare il record italiano indoor a 2,04, oggi è scesa in pedana nel meeting tedesco di Karlsruhe. Ma per aggiudicarsi la vittoria finale le è bastato 1,92, misura superata alla prima prova così come i precedenti 1,84 ed 1,88. Battuta la russa, bronzo degli Euroindoor 2009, Viktoriya Klyugina, 1,92 come la Di Martino, ma ottenuto al secondo tentativo. Entrambe si sono, quindi, cimentate senza fortuna sull'1,95. Terza l'altra russa Svetlana Shkolina, ferma a quota 1,88 come la svedese Jungmark. Nello sprint si conferma Emanuele Di Gregorio. Il velocista dell'Aeronautica, bronzo continentale dei 60 piani, arriva terzo in finale con 6.63 alle spalle del giamaicano Clarke (6.52) e del trinidadiano Marc Burns (6.56), con Simone Collio (Fiamme Gialle), settimo in 6.69. In batteria l'aviere siciliano aveva fermato il cronometro a 6.66, due centesimi meglio del finanziere milanese (6.68) con Kim Collins (SKN) che bruciava tutti in 6.50, primato personale e migliore prestazione mondiale 2011. Nei 400, Marta Milani (Esercito) con 53.89 è stata la più veloce della sua serie, ma nel riepilogo dei crono veniva superata dal 52.86 della quattrocentista ad ostacoli ceca Zuzana Hejnova. Settimo il lunghista Emanuele Formichetti (Esercito), 7,64 nella gara vinta dal ghanese Gaisah (7,96) davanti al greco Tastoumas (7,96) e al tedesco, campione europeo indoor in carica, Bayer (7,95).

Oggi nell'alto femminile dell'Indoor Flanders Meeting di Gent (Belgio), vittoria con 1,88 per Elena Meuti. La saltatrice dell'Audacia Record Atletica (progressione: ) ha quindi tentato per tre volte, senza successo, l'1,92 dello standard federale per gli Euroindoor. Nella stessa riunione, 7.51 sui 60 piani di Maria Aurora Salvagno (Aeronautica). Ieri sera, invece, il mezzofondista Lukas Rifesser (Esercito) si è aggiudicato gli 800 metri della Vienna Indoor Gala, 1:48.37, 7 centesimi sopra il minimo per Parigi.

a.g.

Nella foto, Antonietta Di Martino (Giancarlo Colombo/FIDAL)

File allegati:
- RISULTATI/Results



Condividi con
Seguici su: