Jacobs infrange di nuovo il muro: 8,07!

04 Febbraio 2017

Ad Ancona, il 22enne delle Fiamme Oro diventa il terzo italiano di sempre al coperto nel lungo, con la seconda prestazione mondiale dell’anno


 

Infranto il muro degli otto metri, sulla pedana del salto in lungo ad Ancona. Nella prima giornata dei Campionati Italiani Juniores e Promesse indoor, Marcell Jacobs atterra a 8,07 per cogliere il primato personale e diventare il terzo italiano di sempre al coperto, dopo Andrew Howe (8,30) e Giovanni Evangelisti (8,26). Un risultato, ottenuto al sesto e ultimo tentativo, che vale al 22enne delle Fiamme Oro anche il secondo posto nelle liste mondiali stagionali, preceduto soltanto dal francese Jean-Pierre Bertrand (8,08), oltre allo standard di partecipazione per gli Europei indoor di Belgrado (3-5 marzo). Era dal 2010 che un azzurro non realizzava una simile misura, da quando Howe saltò 8,15 in qualificazione e 8,12 in finale agli Europei di Barcellona. Finora il ragazzo cresciuto a Desenzano del Garda, che ora si allena a Gorizia con l’ex iridato indoor del triplo Paolo Camossi, aveva 8,03 come personal best (agli Assoluti in sala di Padova nel 2015), anche se nella scorsa stagione ha ottenuto la migliore misura alltime per un italiano (8,48 con vento oltre la norma). Questa la serie completa della sua gara, fuori classifica nella rassegna tricolore promesse: 7,76-7,84-7,55-7,74-7,87-8,07. Ma si comporta bene anche il siciliano Filippo Randazzo (Fiamme Gialle), che conquista il titolo italiano under 23 e aggiunge due centimetri al record personale con 7,86 al terzo salto, davanti al calabrese Gabriele Chilà (Studentesca Rieti Milardi/7,58) e al sardo Elias Sagheddu (Delogu Nuoro), quattro centimetri di PB con 7,48.

"Che liberazione! - il commento di Jacobs a fine gara - Era da un po' di tempo che volevo saltarlo ancora questo muro. Oggi un po' di tensione e ancora qualche aspetto da mettere a punto, ma ci sta all'esordio stagionale. Diciamo che è stato un buon compito in classe, non ho fatto nemmeno un nullo ed è venuta fuori una gara tutta in crescendo con il top all'ultimo salto. Con il mio tecnico Paolo Camossi abbiamo lavorato tanto su rincorsa e sulla fase di stacco e finalmente quando sono riuscito a fare quello stacco che abbiamo provato tanto è arrivato anche il salto giusto". Minimo per gli Europei Indoor ampiamente centrato, quali ora le prossime tappe verso Belgrado? "Sabato 11 febbraio sarò in pedana al meeting internazionale di Gent. Poi gli Assoluti Indoor qui ad Ancona dove, oltre al lungo, vorrei provare a correre i 60 metri (6.69 di PB realizzato due settimane fa a Udine, ndr)". Agli Assoluti la sfida sarà con Andrew Howe appena rientrato con 7,89: "Sono molto contento per il ritorno di Andrew, tra di noi sono sicuro che sarà un bel confronto. Il suo record italiano ai Mondiali di Osaka 2007 (argento con 8,47, ndr) l'avevo visto in tv e me lo ricordo benissimo: mi aveva davvero entusiasmato e spero che sarà entusiasmante anche la nostra prossima sfida!".

DIRETTA STREAMING - Anche quest'anno sarà possibile seguire la manifestazione in diretta streaming su http://fidal.idealweb.tv/. Oltre dieci ore al giorno di trasmissione autoprodotte dalla FIDAL per seguire le sfide e le emozioni di questa partecipatissima rassegna giovanile.

SOCIAL NETWORK - Partecipate con noi al racconto dei Campionati Italiani Juniores e Promesse di Ancona seguendo gli aggiornamenti LIVE attraverso i nostri canali social Twitter: @atleticaitalia e Facebook: www.facebook.com/fidal.it. Sostenete i vostri atleti preferiti, condividete foto e pensieri utilizzando gli hashtag #atletica #JP2017 #indoor2017.

RISULTATI/Results - ORARIO/Timetable - TUTTE LE NOTIZIE/News  - FOTO/Photos

LISTE ITALIANE INDOOR ALL-TIME: PROMESSE | JUNIORES

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: