Indoor: la 17enne Dosso 7.37 nei 60

09 Gennaio 2016

A Modena la 16enne di Rubiera corre più veloce della migliore prestazione italiana allieve. Desola Oki 8.56 sui 60hs assoluti. I risultati della prima giornata della stagione indoor 2016.


 

E' iniziata la stagione indoor 2016, che tra oggi e domani vede in calendario le riunioni di Padova, Modena, Ancona, Aosta, Bergamo, Rieti e BraCon i Campionati Italiani Assoluti in agenda ad Ancona il 5 e 6 marzo (6 e 7 febbraio per i Tricolore Junior e Promesse, 13 e 14 per quelli Allievi), dalle piste italiane arrivano però già i primi squilli.

Sul rettilineo di Modena la 16enne Zaynab Dosso corre i 60 metri addirittura in 7.37, un crono più veloce della migliore prestazione italiana allieve e a due secondi da quella junior detenuto da Vincenza Calì (7.35, Modena 19-1-2002). La portacolori del Calcestruzzi Corradini Excelsior già lo scorso anno aveva saputo stupire correndo in 7.38, sempre a Modena, arrivando quarta agli Assoluti di Padova in 7.44 e siglando complessivamente 12 tempi al di sotto dei 7.50. La ragazza di Rubiera, che è originaria della Costa d'Avorio ed è ancora in attesa di cittadinanza italiana, oggi ha superato di 15 centesimi la MPI under18 di Anna Bongiorni (7.52 ad Ancona il 14-2-2010, con Judy Ekeh a 7.46 nel 2010).

Sempre a Modena la coetanea Desola Oki, anche lei allieva al secondo anno di categoria, è scesa sui blocchi dei 60 ostacoli delle assolute, quindi con le barriere da 0.84m. La 1999 ha corso 8.59 in batteria, arrivando davanti alla compagna di club nel CUS Parma Elisa Di Lazzaro a 8.66, e dopo poche ore si è migliorata sino a 8.56. La miglior allieva di sempre sui 60hs “delle grandi” è Manuela Bosco, capace nel 1999 di fermare il cronometro a 8.26 (Tampere, 9-2-1999). Nei 60 piani lo junior Alexandru Zlatan (Atl. Reggio) fa segnare 6.87 in batteria e poi 6.84 in finale, migliorandosi di oltre un decimo rispetto al PB. RISULTATI/Results 

PADOVA, LARI SALE A 2,12 - Nel pomeriggio che ha aperto la stagione al Palaindoor di Padova, lo junior toscano Filippo Lari (Atl. Livorno) è salito a 2,12 nel salto in alto, 2 centimetri in più del primato personale stabilito la scorsa estate. Lari ha ottenuto la misura al terzo tentativo, poi ha tentato inutilmente i 2,15. Un altro junior, il piemontese Brayan Lopez (Atl.

Pinerolo), ha corso i 200 in 22.34, realizzando un ampio progresso (25 centesimi) sul personale indoor. Primato personale anche per l’allieva veneziana Camilla Vigato (GA Aristide Coin Venezia 1949), classe 2000, arrivata a 5,60 nel lungo. Il piatto forte sono state però le prove multiple che assegnavano i titoli regionali. Vince i titoli allieve e juniores Mariaelena Agostini (Libertas Sanp) con 3.535 punti nel pentathlon. Nell’eptathlon, che ha archiviato la prima giornata di gare (60, lungo, peso e alto), leadership provvisoria per il trentino Loris Pinter (Us Quercia Trentingrana), con 2.811 punti. Domani, a partire dalle 9.15, la seconda giornata per le prove multiple (entra in scena il pentathlon allievi e allieve), con gare di contorno a partire dal pomeriggio (inizio alle 13.30). (Mauro Ferraro/FIDAL Veneto) RISULTATI/Results

ANCONA, FALOCI NEL PESO - Prime gare dell’anno anche al Palaindoor di Ancona, con il meeting inaugurale di sabato 9 gennaio che ha lanciato la stagione in sala. Nel getto del peso, firma il record personale al coperto Giovanni Faloci (Fiamme Gialle): il vicecampione italiano assoluto del disco realizza la misura di 17,18, a meno di mezzo metro dal suo miglior risultato in carriera all’aperto (17,64). Sul rettilineo dello sprint, si fanno notare i giovani. Tra gli uomini cresce con 6.90 Alex Pagnini, 21enne di Gradara (PU) che gareggia per il club umbro dell'Atletica Capanne Pro Loco, davanti al coetaneo Giuseppe Rigogolo (Amatori Atl. Acquaviva) secondo in 6.92. Al femminile la 19enne sarda Federica Lai (Delogu Nuoro), al suo ingresso nella categoria promesse, si migliora con 7.72 dopo il 7.78 in batteria, e alle sue spalle progredisce anche l’allieva Stefania Di Cuonzo (Atl. 85 Faenza) con 7.84. Buona la partecipazione alla riunione, con 295 atleti in gara. Dopo le prime quattro prove dell’eptathlon maschile, al comando Roberto Paoluzzi (Atl. Studentesca CaRiRi) con 2669 punti, fra gli juniores guida Massimiliano Sileoni (Atl. Avis Macerata) a quota 2481. Domani la seconda giornata, che prevede anche il pentathlon femminile all’interno di un nuovo meeting assoluto. (Luca Cassai/FIDAL Marche) RISULTATI/Results 

 

a.c.s.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: