Indoor: 7.96 per l'esordio di Abate

27 Febbraio 2016

L'ostacolista delle Fiamme Oro è tornato a cimentarsi sulle barriere a formia dopo il lungo stop per infortunio.


 

Prima gara sugli ostacoli dopo l'infortunio e l'intervento al tendine d'Achille destro per il primatista italiano assoluto dei 110hs Emanuele Abate. Oggi sul rettilineo coperto del Centro di Preparazione Olimpica di Formia il ligure delle Fiamme Oro, ora allenato da Sergey Derkach, è tornato sui blocchi di partenza dei 60hs. L'azzurro che non affrontava le barriere da due anni e mezzo, ha rotto il ghiaccio in batteria con 8.05 alle spalle dell'under 23 Simone Poccia (Studentesca CaRiRi), 8.00. Poi in finale i ruoli si sono ribaltati con Abate sceso sotto gli 8 secondi in 7.96 davanti a Poccia (8.06). "Sensazioni? - dichiara il recordman azzurro - Troppe e forse anche un po' difficili da gestire, ma è normale dopo tutto questo tempo. Comunque avevo proprio bisogno di tornare in gara, ora mi sento più sereno!" Nelle altre gare assolute disputate nel contesto dei Campionati laziali indoor Cadetti affermazione con un doppio 6.92 del tricolore dell'eptathlon Vincenzo Vigliotti (Studentesca CaRiRi) nei 60 metri. Nello sprint femminile la più veloce è stata, invece, Francesca Romana Cattaneo (SS Lazio Atletica) con 7.70 in batteria e 7.76 in finale sempre davanti alla triplista Dariya Derkach (Aeronautica), 7.77 e 7.80. [RISULTATI/Results]

FIRENZE: RIECCO LA CALI' - A proposito di ritorni in pista oggi presso l'impianto indoor dello Stadio Ridolfi di Firenze si è rivista Vincenza Calì. La 32enne delle Fiamme Azzurre, anche a causa di una sfortunata serie di imprevisti fisici, non si cimentava sui 60 metri al coperto dal 2009, dopo che l'anno precedente a Genova si era laureata tricolore assoluta della distanza con 7.34, suo attuale personal best. Nel capoluogo fiorentino la velocista palermitana è stata la leader delle batterie con 7.89 e poi in finale ha ceduto 4 centesimi, 7.87 a 7.83, alla promessa Mara Gorini (Firenze Marathon).

[RISULTATI/Results]

LEMMI 2,24 A LUCCA - Primato stagionale a 2 centimetri dal personal best per l'altista Andrea Lemmi. Oggi il livornese delle Fiamme Gialle si è aggiudicato l'High Jump Show di Lucca superando 2,24 alla seconda prova e poi concedendosi un assalto a 2,27. Alle sue spalle il croato Alen Melon (2,20) e lo junior Filippo Lari (Atl. Livorno) con 2,12. [RISULTATI/Results]

USA, IL PESO DI RAGONESI A 18,87 - Nuovo progresso per Gian Piero Ragonesi, il ventenne studente universitario negli Stati Uniti con la maglia degli Hurricanes Miami. Oggi a Boston, in occasione degli ACC Indoor Track & Field Championships, il pesista azzurro ha spedito la palla di ferro a 18,87 metri, quarto under 23 italiano di sempre al coperto. Per lui si tratta di un incremento di 68 centimetri rispetto al precedente primato personale di 18,19 ottenuto a fine gennaio a Lexington. Per la cronaca la vittoria stavolta è andata al croato, campione europeo under 23, Filip Mihaljevic autore di un lancio di 20,04. Sempre negli USA, ma ai SEC Indoor Championships di Fayetteville, Jacopo Lahbi ha concluso ieri al quarto posto in 1:49.07 la batteria degli 800 metri vinta dallo statunitense Carlton Orange (1:47.45). Il 22enne figlio d'arte di Faouzi Lahbi (bronzo negli 800m ai Mondiali Indoor del 1987) veste i colori dell'università dell'Alabama.

a.g.

 

Placed second at the ACC Indoor conference today with a big PR of 18.87 mt (61'11ft) more to come in the outdoor season!! Still mad I missed nationals by just one spot



Condividi con
Seguici su: