Il progetto running arriva a Milano

27 Gennaio 2016

Sabato 30 gennaio si svolgerà l'ultimo incontro dedicato al programma triennale di riordino delle discipline non stadia. Sono invitati tutti gli addetti ai lavori. 


 

E' in agenda sabato 30 gennaio a Milano l'ultimo dei tre incontri dedicati a illustrare il riordino triennale delle discipline “Non Stadia”. Al teatro del Centro Kolbe in Viale Corsica 68 (con ingresso a destra del sagrato della chiesa), dalle 9.30 alle 13.30 si parlerà del programma, introdotto a fine 2015, che riorganizza la corsa su strada, le ultradistanze, il cross, la corsa in montagna, il trail e la marcia su strada. In sintesi tutte le discipline dell’atletica leggera che si svolgono fuori dalla pista. Si tratta del terzo ed ultimo incontro - dopo quelli di Bologna e Roma - ed è destinato a organizzatori, tecnici, amministratori locali, dirigenti di società e rappresentanti dei comitati regionali e provinciali. Insomma a tutti gli addetti ai lavori interessati ad approfondire le novità dedicate al mondo del running, porre domande e dubbi, ascoltare suggerimenti e discutere future modifiche. Interverranno il segretario generale Fabio Pagliara, il consigliere Oscar Campari, la responsabile dell’area organizzazione Biba Putzu, il direttore della comunicazione Marco Sicari, la presidente di FIDAL Lombardia Grazia Maria Vanni, l'assistente del DT Tito Tiberti e Daniele Troia per Runcard.  

Chi volesse partecipare è pregato di comunicare la propria adesione alla mail running@fidal.it. Sul sito federale invece è già a disposizione un un elenco di risposte ad alcuni quesiti frequenti, consultabile a questo LINK

IL PROGRAMMA IN SINTESI - Introdotto nel corso del 2015, il programma triennale risponde alle richieste di tutto il mondo dell’atletica che si occupa di running e discipline "non stadia". Prevede: Classificazione Gold, Silver e Bronze delle manifestazioni; Introduzione del sistema di Ranking individuale di tutti gli atleti; Maratone, mezze maratone solo nel calendario federale; partecipazione a maratone, mezze maratone e 10km omologate su strada, così come a tutte le manifestazioni del calendario federale (quelle ad oggi classificate come nazionali e internazionali) consentita ai soli tesserati FIDAL; doppio tesseramento FIDAL-EPS che apre la strada alla completa reciprocità e controllabilità del popolo degli atleti in Italia, vedendoli tutti parte di un unico database nazionale (su input della Commissione CONI-FSN-DSA-EPS); introduzione del calendario generale unico delle manifestazioni (integrazione in un unico calendario facilmente consultabile online di tutte le manifestazioni FIDAL, dal campionato di massimo livello alla gara di taglio provinciale); semplificazione degli obblighi in tema di tutela sanitaria degli atleti; premi e scontistica per gli organizzatori virtuosi che finanziano l’attività giovanile e su pista con i proventi delle loro manifestazioni Non Stadia.

SEGUICI SU: Twitter: @atleticaitalia | Facebook: www.facebook.com/fidal.it



Condividi con
Seguici su: