IAAF Diamond League: ecco Parigi e le sue star

28 Giugno 2017

Sabato 1° luglio, Tamberi torna in pedana contro Barshim e Bondarenko. Cast eccezionale con oltre 50 medagliati olimpici e iridati: avversari al top per l'idolo francese Lavillenie. C'è anche Crippa nei 3000.


 

di Marco Buccellato

Sabato 1° luglio, la settima tappa della IAAF Diamond League 2017 allo stadio Charléty di Parigi propone il ritorno dell'iridato indoor Gianmarco Tamberi nel più prestigioso circuito dell'atletica internazionale. Il recordman azzurro, reduce dal 2,20 di Ostrava, troverà in pedana alcuni degli avversari più titolati della specialità, come il fuscello del Qatar Mutaz Barshim, leader mondiale stagionale con 2,38, il campione del mondo 2013 Bohdan Bondarenko, l'oro europeo indoor Bednarek, il bronzo olimpico Grabarz e l'ex iridato Thomas. Per Tamberi è la prima pedana di Diamond League dopo quella dolceamara di Montecarlo, dove salì nello scorso luglio al nuovo record italiano di 2,39 prima di incorrere nel grave infortunio che l'ha costretto a saltare i Giochi Olimpici di Rio 2016. Sui 3000 metri è iscritto Yeman Crippa, che non corre la distanza dagli Europei indoor di Belgrado, dove chiuse settimo in 8:05.63. All'aperto detiene un personale di 8:09.89 risalente al 2014. Presenti i migliori africani, dai keniani Ronald Kwemoi e Cyrus Rutto, agli etiopi Alamirew, Edris e Kejelcha, al marocchino Iguider fino all'ugandese Cheptegei.

TV - Diretta su Fox Sports HD (canale 204 Sky) dalle ore 20 alle 22.

SALTI, TRIPLO E ASTA DUELLI-TOP - Triplo maschile con il confronto diretto più atteso del settore, quello tra Christian Taylor (18,11 a Eugene) e Will Claye (uscito vincitore dai Trials col nuovo personale di 17,91). A rischio il primato del meeting, detenuto da quindici anni da Jonathan Edwards con 17,75. La gara offre il valore aggiunto del ritorno in Diamond League del cubano Pedro Pablo Pichardo, e la presenza dell'oro e del bronzo europeo indoor di Belgrado, Evora e Hess. Nell'asta il primato del meeting è fissato a 6,00 (due volte Bubka e lo statunitense Hartwig), misura con la quale si presenta Sam Kendricks, il vincitore dei Trials di Sacramento, e alla quale aspira ancora Renaud Lavillenie, idolo del pubblico francese e fresco del successo nell'EuroTeam di Lille. A completare il cast, tre campioni del mondo, il polacco Wojciechowski, il tedesco Holzdeppe e il canadese Barber. Diviso tra pista e pedana, c'è anche l'argento olimpico del decathlon Kevin Mayer, iscritto nelle tre gare (giavellotto, 110 metri ostacoli e salto in lungo) che compongono l'evento speciale del triathlon.

MEZZOFONDO, PARATA DI STELLE DALL'AFRICA - Le due gare femminili allo stadio Charléty, 1500 metri e 3000 siepi, garantiscono il massimo della qualità. Nel miglio metrico il duello è tra la campionessa olimpica Faith Kipyegon, che ha vinto le tappe di Shanghai e Eugene, e l'olandese Sifan Hassan, leader mondiale stagionale con 3:56.14 a Hengelo e con in dote il successo al Golden Gala Pietro Mennea. C'è anche l'altra keniana Winny Chebet, seconda all'Olimpico dietro la Hassan. Il primato del meeting risale all'anno scorso, 3:55.22 della scozzese Muir.

Nei 3000 siepi il cast raccoglie la primatista del mondo e olimpionica Ruth Jebet, che stabilì il primato di 8:52.78 proprio a Parigi l'anno scorso, l'iridata in carica Hyvin Jepkemoi Kiyeng, l'ex olimpionica Ghribi e l'ultima star keniana della specialità, la 18enne primatista mondiale under 20 Celliphine Chespol. In aggiunta, le altre africane Chepkoech, Jeruto, Assefa e la statunitense Coburn, miglior specialista a stelle e strisce e promossa a pieni voti dai Trials. A Parigi anche un 800 maschile sull'asse Africa-Europa: i keniani Rotich (ultimo vincitore di specialità nella Diamond League 2016), Bett e Kipketer e il botswaniano Amos contro il francese Bosse, il bosniaco Tuka e il polacco Lewandowski. Fuori portata il record del meeting, 1:41.54 di David Rudisha.

LANCI, OCCHIO AL GIAVELLOTTO - La sete di Thomas Röhler non si placa dopo la sconfitta nell'EuroTeam di Lille e l'immediato riscatto di Ostrava, dove ha lanciato a 91,53. Il campione olimpico tedesco, protagonista di un grande esordio nel circuito con l'eccezionale 93,90 di Doha, troverà in pedana il finlandese Pitkämäki, che ha ritrovato la traiettoria lunga (88,27) nella First League di Vaasa. Il primato del meeting è detenuto dal recordman mondiale Jan Zelezny con 91,40. Curiosità per l'esordio dell'indiano campione del mondo under 20 Neeraj Chopra, recentemente tornato ai livelli dell'86,48 che gli garantì a Bydgoszcz l'oro iridato di categoria nel 2016. Nel peso donne duello tra plurimedagliate, l'ungherese Anita Marton e la cinese Gong Lijiao, vincitrice a Roma. Terza incomoda, la bielurussa Dubitskaya.

THOMPSON E McLEOD, FRECCE DALLA GIAMAICA - Reduci dai Trials giamaicani di Kingston, i due olimpionici di Rio 2016 Elaine Thompson (10.71 per assicurarsi il titolo nazionale) e Omar McLeod (nuovo record nazionale dei 110 ostacoli fissato a 12.90) sono gli atleti-top sulle due distanze. Per la Thompson un cartello di avversarie dove spicca l'ivoriana Ahouré, per McLeod un elenco di competitor ben più agguerrito: dai compagni di nazionale Levy e Parchment, a due dei tre statunitensi usciti promossi dai Trials, Aleec Harris e Devon Allen, al campione del mondo Shubenkov, fino al campione d'Europa indoor Pozzi e al due volte argento continentale Darien, sceso a 13.09 a Ostrava. Sprint maschile con Ronnie Baker sui 100 metri alle prese con il giamaicano Julian Forte (9.99 a Kingston), mentre sulla distanza doppia l'altro giamaicano Rasheed Dwyer (secondo a Kingston dietro Yohan Blake) troverà il vincitore dei Trials USA Ameer Webb e il turco Guliyev. Passerella di medaglie nei 400 donne, con il tris giamaicano Shericka Jackson, Novlene Williams-Mills e Stephenie McPherson e la campionessa olimpica di staffetta 4x400 Courtney Okolo.

La stagione della IAAF Diamond League 2017 per discipline
Le Diamond Races per meeting

IL SITO DELLA IAAF DIAMOND LEAGUE

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ENTRY LIST/ORARIO


Condividi con
Seguici su: