Howe si migliora a Oslo: 8,16




 

Progressi per Andrew Howe sulla pedana di Oslo. L'azzurro ha chiuso al secondo posto la gara di lungo della seconda tappa della AF Golden League, atterrando alla misura del nuovo stagionale di 8,16 (+0.3). Davanti a lui, per soli tre centimetri, il saudita Al Sabee (8,19), mentre l'8,15 del terzo classificato, il sudafricano Mokoena (con gli statunitensi Pate e Johnson rispettivamente a 8,14 e 8,12), testimonia di una gara davvero equilibrata. Ancora una prestazione eccellente per Elisa Cusma, settima negli 800 metri ma ancora al di sotto della soglia dei due minuti, con 1:59.76; davanti, dominio della junior keniana Pamela Chelimo, 1:55.51 (considerati i 3 secondi e mezzo sulle altre, può diventare una seria concorrente per il jackpot). Di minor pregio, al contrario, l'ottavo posto di Christian Obrist, se non altro per il crono (3:43.76). La serata è stata contraddistinta dal record del mondo dei 500 metri donne, stabilito dalla straordinaria etiope Tirunesh Dibaba, capace di fermare i cronometri sul tempo di 14:11.35 (cinque secondi meglio del 14:16.63 realizzato dalla connazionale Defar l'anno scorso). Pronto riscatto dello statunitense Jeremy Wariner, che dopo la sconfitta nell'esordio della scorsa settimana (ad opera di LaShawn Merritt), si è concesso un sub-44, chiudendo il suo giro di pista in uno stellare 43.98. Oslo però vuol dire soprattutto mezzofondo: e allora ecco il magnifico 1:42.69 messo a segno negli 800 metri dal sudanese Kaki, esploso in inverno ai Mondiali indoor di Valencia (dove si impose da semisconosciuto), e qui capace di un fantastico record del mondo Junior (già, perché il ragazzo è del 21 giugno del 1989...). Fa sensazione anche il bis offerto nei 100hs dalla spagnola Onyia, vincitrice come a Berlino domenica scorsa in 12.59. A chiudere, ancora il volo infinito di Blanka Vlasic: un 2,04 che cancella ogni dubbio su chi possa essere quest'anno (come già il precedente, del resto) il faro mondiale della specialità.

Nella foto d'archivio, Andrew Howe (Giancarlo Colombo per Omega/FIDAL)

File allegati:
- RISULTATI / Results from Oslo



Condividi con
Seguici su: