Howe, definita la programmazione agonistica




 

Nei giorni scorsi, presso la sede FIDAL, ed alla presenza del presidente federale Franco Arese, si è riunito lo staff tecnico e societario di Andrew Howe. Erano presenti René Felton (madre e allenatrice dell'azzurro), Claudio Mazzaufo (responsabile salti in estensione della STN), rappresentanti dell'Aeronautica Militare (società di appartenenza dell'atleta) ed il Direttore tecnico delle squadre nazionali Nicola Silvaggi. Dopo un'analisi della stagione appena trascorsa, ad opera sia del presidente Arese sia di René Felton, si è giunti alla conclusione che l'insuccesso del 2008 sia dipeso esclusivamente dai due infortuni patiti dall'atleta, e non da errata programmazione dell'allenamento.

Per quanto riguarda il futuro di Howe, René Felton sarà l'allenatrice del figlio, come da lui stesso richiesto; sia l'atleta sia il tecnico hanno inoltre avanzato la richiesta di collaborare con Silvaggi e Mazzaufo, rispettivamente nell'ambito del controllo della forza e nell'ambito del controllo tecnico, nei modi e nei tempi da loro stabiliti. Il presidente Arese, L'Aeronautica Militare e la Struttura tecnica federale hanno preso atto della volontà espressa dall'atleta e dall'allenatrice; la società, in particolare, avvalorando quanto sopra, si è impegnata a mettere a disposizione dell'atleta le strutture idonee all'allenamento, identificate prevalentemente nel proprio centro sportivo di Vigna di Valle (Roma).

Howe e la Felton hanno espresso la volontà di non abbandonare per la prossima stagione le gare di velocità (100 e 200 metri), privilegiando naturalmente il salto in lungo, specialità della quale l'azzurro è campione europeo (indoor e outdoor) in carica, nonché vice campione del mondo. Gli obiettivi primari per la prossima stagione agonistica sanno i Campionati Europei indoor di Torino e i Campionati del Mondo di Berlino.

Nella foto, Andrew Howe (Giancarlo Ciolombo per Omega/FIDAL)




Condividi con
Seguici su: